I Virus (esosomi) cosa sono ? – Virologia


DEFINIZIONE della parola VIRUS
La parola Virus, è comunque un termine che deriva dal latino e che significa “Veleno”, questa è l’affermazione della medicina ufficiale allopatica.
Con una particolare Tecnica di Studio che trovate in questo sito, potrete avere maggiori particolari sulla parola virus;
Questa parola contiene due radici fonetiche VIR ed IRU che anagrammate danno RIV ed URI. 
La radice fonetica RIV è la matrice della parola italiana RIVELARE, cioè apprendere informazioni, la radice URI è quella che ha generato anche la parola ORO che in antico linguaggio significa “luce” intesa come informazione, quindi la parola virus significa “portatore di informazioni….ma utili……sopra tutto quando si tratta di virus endogeni e vitali”.

DEFINIZIONI delle parole:
Cosa è un Virus
Virus = (in sintesi):
File o sezione di un file, (materiale genetico – DNA/Rna), contenente un “mini programma” per tentare provocare una reazione-azione benefica, al “programma di sistema” di sopravvivenza sana,  nel quale verra in contatto od inserito. Batteri e virus cosi come altre strutture sono indispensabili al mantenimento della vita sana, o per il recupero e reiparazioni dei tessuti danneggiati dall’ammalamento del Terreno, per le variazioni di pH, rH2, rò.
Cioè i virus sono gli esosomi !
– vedi Nozione di Terreno

Virus “informatici”:
sono molto più complessi ed autosufficienti di quelli biologici, per esempio quelli dei Vaccini, in quanto l’ingegneria genetica vaccinale ora, nel 2019) è in grado di “scriverli”, come invece è già in grado di fare da tempo, l’ingegneria informatica.

Definizione di Virus Biologici, dal “Dizionario Medico del Medlineplus” edizioni governative USA:
Virus: “any of a large group of submicroscopic “infective agents” that are  regarded either as “extremely simple microorganisms” or as extremely  complex molecules, that typically contain a protein coat surrounding an RNA or DNA core of genetic material but no semipermeable membrane, that  are capable of growth and multiplication only in living cells, and that  cause various important diseases in humans, animals, or plants”
Questa la definizione della parola Virus (biologia) per la medicina allopatica ufficiale ed è FALSA, quando afferma che è un molto semplice “micro organismo”, cosa non vera, essendo nei fatti un involucro (capside) formato da sostanze proteiche (lipidi) cioè un contenitore contenende materiale genetico = cioè DNA o Rna, ecc.

Traduzione: Grande gruppo di agenti infettivi sub-microscopici che sono “considerati” microrganismi (NdR: ipotesti non provata) estremamente semplici o come molecole estremamente complesse (NdR fatto provato) che tipicamente contengono un “cappotto” (capsula esterna detto Capside) di proteine (lipidi = grassi) che racchiude  al suo interno del materiale genetico: RNA e/o del DNA di  (NdR: sono dei files simili ad un file informatico), ma nessuna membrana semi-permeabile, e sono solamente “capaci di crescere e moltiplicarsi” (NdR cosi si dice nella medicina ufficiale, ed in questo articolo vi spiegheremo, perché NON è cosi) in cellule viventi e ciò può, se eterologhi = estranei),  provocare vari ed importanti sintomi ed ammalamenti, chiamati impropriamente “malattie“, in esseri umani, animali o piante (NdR: così si dice in medicina ufficiale allopatica, ma NON è cosi).

Come ben riferisce la rivista Science la quale sottolinea che:
“La collocazione dei virus nell’albero della vita, è sempre stata alquanto incerta e controversa, quindi indimostrata.
Secondo una teoria, i virus sarebbero antichi parassiti che avrebbero progressivamente perso quasi tutto il loro armamentario biologico, mentre altri biologi – vista l’assenza di funzioni metaboliche ed anche la totale dipendenza per la riproduzione dagli apparati delle cellule ospiti – li considerano GIUSTAMENTE, solo aggregati di proteine contenenti DNA/Rna”,… NON  sono Microrganismi !
Ma i virus/esosomi, sono una delle categorie di sostanze del vivente poco studiate e misconosciute, per ora, anche se essi sono assieme ai microzimi**, ai somatidi ed i batteri, le basi della vita sul pianeta Terra.

Microzimi**: Scoperti e chiamati così, dal dott. Bechamp, il quale sosteneva giustamente la teoria pleomorfica, cioè che essenzialmente che i batteri cambiano forma a seconda del terreno ove si trovano e non sono MAI la causa, ma piuttosto il risultato, della patologia/ammalamento, provenendo da tessuti piuttosto che da un germe di forma costante.
Questa è stata anche chiamata la teoria della patologia cellulare, in quanto si ritiene che i batteri-spazzini provengano da ciò che egli chiamava “microzimi”, che egli scopri.
“Micro” con riferimento alle dimensioni e “zimi” con riferimento a una classe speciale di enzimi immortali. Egli postulò che questi microzimi fossero normalmente presenti nella materia (compresi i tessuti) e che avessero la capacità di dare la vita o la morte, a seconda del terreno cellulare.

La Medicina Naturale insiste su questa ultima definizione su cosa sono i virus autologhi:
“solo capsidi, aggregati di proteine lipidiche a DNA” (il capside, cioè il contenitore composto da lipidi, cioè grassi) “virus” che hanno vari nomi o termini tecnici: 
– Vescicole extracellulari
“Le vescicole extracellulari sono particelle derivate da cellule con una membrana di due strati che rilasciano molecole e, come si è potuto dimostrare, svolgono un ruolo fondamentale nella comunicazione intracellulare”.
– Proteina ARC, nel video qui sotto sono spiegate le varie funzioni di questa proteina.
e/o gli Esosomi) – questi vari nomi indicano delle sostanze create dalle cellule per informare le altre cellule del corpo e che la meidicna ufficiale, impreparata e per ora incapace a capire i meccanismi della vita, non ha studiato, ma prima o poi vi arriva, queste attività e sostanze corporee.
I virus/esosomi quindi sono prodotti dalle cellule stesse, per distribuire il DNA/Rna alle altre cellule una volta specializzata dalla cellula stessa.
Poi vi sono altri (virus) che provengono dalla decomposizione, cioè dalla disgregazione dei mitocondri contenuti nelle cellule quando vanno in apoptosi (morte cellulare), contenute nei corpi di: umani, animali, vegetali, microbi, quando un determinato tessuto del corpo dei Viventi si ammala e quindi accelera il processo di apoptosi (morte) cellulare !, questi virus/sostanze ormai degradate, debbono essere eliminate dall’organismo per mezzo del sistema linfatico, a mezzo di “ammalamenti” più o meno intensi, se vi riesce, altrimenti vengono immagazzinate nei grassi dei tessuti, andando facilmente ad accumularsi nel tempo ed assieme alle altre tossine ed accelerando l’invecchiamento, ed aggravando i sintomi creati dai disordini comportamentali derivanti da stress cronici (Paure e Conflitti spirituali), Aria malsana quindi intossicata, Alimenti con Cibi e liquidi non adatti al suo metabolismo od inquinati, Vaccini, farmaci, utilizzati da parte dell’individuo.

La Johns Hopkins University ha pubblicato un suo documento nel quale conferma che:
Il virus NON è un organismo vivente, ma una molecola proteica (DNA) coperta da uno strato protettivo di lipidi (grassi).
Poiché il virus non è un organismo vivente ma una molecola proteica, non viene MAI ucciso, ma decade da solo, cioè si disgrega e scompare. Il tempo di disintegrazione dipende dalla temperatura, dall’umidità e dal tipo di materiale/terreno in cui si trova.
Il virus è molto fragile; l’unica cosa che lo protegge è un sottile strato esterno di grasso.

Commento NdR: Questo indica anche che una semplice febbre è in grado di disgregare i virus, infatti la febbre serve anche a questo, oltre ad obbligare i batteri detti impropriamente patogeni a rimutare forma e quindi funzione ed ad tentare di eliminare dalla pelle (via emuntoria per eccellenza)  le infiammazioni latenti nelle viscere del corpo – vedi: Dottrina Termica
Inoltre questa università si è dimenticata di dire, non so se volutamente o meno, che i virus (qualsiasi), che sono esclusivamente proteine a DNA/Rna e non micro organismi, sono SEMPRE all’interno di Terreni biologici liquidi, come ad esempio, i tessuti degli organi del corpo, che sono formati soprattutto da cellule immerse nei liquidi del corpo, queste proteine virali a DNA/Rna, i cosiddetti virus,  vengono “creati”/assemblati dalle cellule, per essere “informatizzati” nei loro DNA/Rna, e distribuiti nel sangue per informare altre cellule per far svolgere le loro specifiche funzioni, oppure sempre queste proteine virali (Virus/esosomi), si creano alla e nella apoptosi cellulare, alla disgregazione e/o rigenerazione dei tessuti infiammati e delle cellule, che poi vengono riversati nei liquidi dei corpi nei quali sono stati creati per la “morte cellulare” e dalla “disgregazione” (NdR: Scindere un’aggregazione nei suoi elementi primordiali) dei nuclei delle cellule e dei mitocondri che contengono DNA/Rna (ogni cellula ne contiene circa 100), quindi (i virus o proteine virali) vengono messi in circolazione nei liquidi del corpo a trilioni ogni giorno, quindi è CERTO che sono in situazione/ambiente/Terreno ANAEROBICO, NON a contatto con l’aria, che è anche composta principalmente da ossigeno che è un forte ossidante, per cui quando i virus (qualsiasi) entrano a contatto con l’aria, con temperature, pressione, ionizzazione, la micro tensione superficiale del capside (NdR: In fisica la tensione (meccanica) superficiale di un fluido, generalmente indicata con la lettera greca sigma, è la tensione meccanica di coesione delle particelle sulla sua superficie esterna), che sono MOLTO diverse dal loro ambiente ad essi funzionale, cosi come i liquidi (a 36,5 gradi, nell’umano) nel quale possono svolgere le loro funzioni, la loro custodia (un sottilissimo capside/contenitore esterno, composto da grassi-lipidi, mantenuto coesi dal solvente acqua, immaginate una bollicina di sapone grande 1 milionesimo di millimetro….= nanoparticella biologica grande 1 milionesimo di millimetro….) si ossida, si degrada, si “rompe”, si disintegra, perché perde il collante del solvente acqua che evapora, e quindi il cosiddetto virus, cioè la proteina virale a DNA/Rna, si decompone con e dai suoi componenti aggreganti e finisce per disintegrarsi completamente, disperdendosi…nei suoi componenti atomici….primordiali.

Deduzione logica:
Quindi niente paura un virus, è solo una proteina inerte ed innocua, che per di più si degrada a contatto con l’aria !
Quindi NON esiste NESSUNA infettività che si trasmette dall’aria……a cosa servono le mascherine (fonte  di accumulo di batteri) ? a nulla, perché anche se per ipotesi, potessero essere trasportati dall’aria….sarebbero comunque proteine virali innocue perché sostanze inerti….anche perché come tutti sanno che ad esempio l’olio, che è un grasso (lipide) non si attacca, né si aggrappa, né  è solubile nell’acqua, quindi come fa un virus, che è proteina virale a DNA/Rna, contenuta in un capside formato solo da lipidi, cioè da grassi, a rimanere a contatto con l’acqua, cioè ad attaccarsi/aggrapparsi ad un bollicina di acqua….contenente vapor acqueo, essa sarà in realtà semmai allontanata, per repulsione atomica, per la tensione di superficie delle bolle con superfici esterne delle due differenti sostanze: acqua e grassi, e quindi non potrà MAI rimanerci attaccata od aggrappata ???, come invece vi raccontano quelli dell’OMS…..che sono dei delinquenti al servizio di Big Pharma….

Però alcuni potrebbero dire/obiettare che le proteine virali a DNA/Rna (i virus) che possono essere presenti nelle goccioline sputate dalla bocca quando uno parla, potrebbero “infettare” qualcuno. esaminiamo i FATTI:
1 – queste proteine virali se immesse dalle vie respiratorie (naso), cosa assai difficile od impossibile perché per gravità, le goccioline di saliva, che è anche un potente battericida…., cadono a terra facilmente, se non immesse volutamente nella bocca di qualcuno per mezzo di un “slinguazzamento” od un vero e proprio sputo diretto, ma comunque anche se entrassero via bocca, sarebbero fermate comunque sterilizzate dalla saliva del ricevente ed al massimo immagazzinate nelle mucose delle vie respiratorie e poi reimmesse/sputate fuori con il muco del soggetto ricevente, oppure  distrutte dal suo sistema immunitario, perché riconosciute come intrusi/eterologhe/estranei, e disgregate totalmente (cioè rese inefficienti) per mezzo dei macrofagi, globuli bianchi e cellule immunitarie, ecc., ed i residui espulsi dall’organismo, via anche dal sistema linfatico e per mezzo degli organi emuntori, muco, pelle, ecc….

2 – facile deduzione le proteine virali a DNA/Rna (i virus) NON INFETTANO NESSUNO e MAI, anzi ricordate che i virus creati e informatizzati dalle cellule dei corpi viventi sono indispensabili per far si che le varie cellule del corpo eseguano le loro specifiche funzioni per mantenere cellule e tessuti funzionali alla Perfetta Salute. Quindi MAI cercare di distruggere i Virus autologhi, perché essi, come i Batteri sono indispensabili alla vita sana e funzionale in tutta la Natura vegetale, animale ed umana.

Sintesi:
I virus/esosomi, li produciamo noi a trilioni ogni giorno e di tutti i tipi.
Sono creati dalle cellule per mantenere il corpo sano, sono indispensabili alla vita. 
Quelli che si trovano con i tamponi e le analisi,  provengono dai tessuti ammalati delle varie parti del corpo alla morte delle cellule di quei tessuti. 

Gli esosomi/virus, sono sostanze inerti e non infettano Mai nessuno, e non volano nell’aria. 
I virus/esosomi, vengono prodotti dalle cellule stesse che esistono solo nei liquidi dei corpi viventi, quindi possono veicolarsi solo nei liquidi, mai nell’aria che invece  li distrugge in pochi secondi. 
I vaccini sono una grande TRUFFA, cosiccome le Mascherine, i Tamponi, le analisi, perché lo ripetiamo i virus sono materiale genetico  inerte. 
SVEGLIA caro gregge IGNORANTE.

Altro discorso sulle proteine virali vaccinali, cioè i cosiddetti Virus (artificiali) dei Vaccini, inoculati alla popolazione IGNARA con le collusioni/corruzioni dei politici al servizio di Big Pharma
Come si producono i Vaccini, anche con Cellule cancerose infettate – vedi: Cosa è un vaccino ?

Il Vaccino è un preparato elaborato da laboratori altamente specializzati, contenente materiale costituito da proteine di lipidi, complesse (che formano la parte esterna del virus detta “capside” e da DNA, eterologo, cioè estraneo, provenienti da microrganismi o parti di essi (tratti da organi e/o tessuti di altre specie o da quelle umane alterate).
Ci vogliono circa 6 mesi come minimo per poter preparare un vaccino da testare…ed 1 anno per i test…fatti sui volontari pagati, oppure sui neri o popolazioni ignare dei pericoli di quelle sostanze tossiche inoculate, che non vengono ovviamente indicate a coloro che si sottopongono a quelle pericolose pratiche in-sanitarie.
Come inizia la preparazione di un Vaccino, che è immerso in una soluzione liquida detta “soluzione fisiologica“…….
Continua QUI con i particolari della loro produzione

Continua QUI:  Cosa sono i Virus  ? + Cosa sono i virus – 2 ?

Recommended For You

Administrator

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm - Curatore, Tutore, Notaio, del TRUST estero VANOLI G.P. e difensore dei: - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *