“Vaccini” a mRna covid….e Sincitina…..

Sincitina e pseudo “Vaccini” mRNA covid

 Nel 2009, gli scienziati del laboratorio di “Physiologie et Pathologie Moléculaires des retrovirus Endogènes et infectieux” (Fisiologia e Patologia Molecolare dei retrovirus endogeni e infettivi) del CNRS / Université Paris-Sud,  hanno scoperto che i geni ereditati da antichi retrovirus sono essenziali per la formazione della placenta nei mammiferi. Ora, gli stessi scienziati hanno pubblicato su PLoS Genetics un nuovo sorprendente capitolo di questa storia: questi geni sono anche responsabili del maggior sviluppo della massa muscolare nei maschi.
Ecco il vero motivo dei vaccino a Rna, rendere omogenei  gli umani al genere maschile e impedire la fertilità delle femmine, in parola povere far nascere solo maschi e sterilizzare piano piano le femmine……
La proteina sincitina, virale all’origine dello sviluppo muscolare maschile
L’elevato sviluppo muscolare tipico dei maschi è dovuto all’azione di una proteina retrovirale che è entrata a far parte del genoma dei mammiferi decine di milioni di anni fa. La scoperta apre però un altro interrogativo: perché questa azione si esplica nei maschi e non nelle femmine ?

L’elevato sviluppo muscolare dei maschi è dovuto a una proteina, la sincitina, che è prodotta da un gene virale che è stato incorporato nel genoma dei mammiferi palcentati decine di milioni di anni fa. La scoperta è stata fatta da un gruppo di ricercatori del Centro  nazionale delle ricerche francese (CNRS) e dell’Università di Parigi Sud a Orsay, che firmano un articolo pubblicato su “PLoS Genetics”.

https://prosopopea.com/2012/06/28/perche-dobbiamo-la-nostra-esistenza-ad-un-virus/
https://www.onb.it/2018/12/13/i-retrovirus-endogeni-nellevoluzione-umana/

La syncytin-1, nota anche come enverina, è una proteina presente nell’uomo e in altri primati codificata dal gene ERVW-1 (gruppo 1 endogeno del retrovirus endogeno). Syncytin-1 è una proteina di fusione cellula-cellula la cui funzione è meglio caratterizzata nello sviluppo placentare. La placenta a sua volta aiuta l’attaccamento dell’embrione all’utero e la creazione di un apporto di nutrienti.
ERVW-1 si trova all’interno di ERVWE1, un provirus a lunghezza intera sul cromosoma 7 nel locus 7q21.2 affiancato da lunghe ripetizioni terminali (LTR) ed è preceduto dal bavaglio ERVW1 (gruppo AntiGen) e pol (POLmerase) all’interno del provirus, entrambi i quali contiene mutazioni senza senso che le rendono non codificanti.

La sincitina-1 è anche implicata in una serie di patologie neurologiche, in particolare la sclerosi multipla, come immunogeno.
Recettore
Il recettore della sinccina-1 è il trasportatore di aminoacidi Na-dipendente 2 (ASCT2 o SLC1A5). Questo recettore colloca la sincitina-1 in un grande gruppo di interferenza virale chiamato gruppo di interferenza del recettore di tipo D (RDR) dei mammiferi retrovirali.

Struttura
Syncytin-1 condivide molti elementi strutturali con glicoproteine ​​retrovirali di classe I (come, virus della leucemia murina gp, Ebolavirus gp e HIV gp120, gp41). È composto da una subunità di superficie (SU) e da una subunità transmembrana (TM), separate da un sito di scissione della furina. Le due subunità formano un eterodimero e sono probabilmente collegate da un legame disolfuro tra due motivi ricchi di cisteina conservati: CXXC in SU e CX6CC in TM. Questo eterodimero probabilmente forma un omotrimero sulla superficie cellulare. Syncytin-1 TM contiene il peptide di fusione e due ripetizioni dell’eptad separate da una regione di inversione di catena comune alle glicoproteine ​​retrovirali di classe I. Syncytin-1 è una proteina di membrana a passaggio singolo e ha una coda citoplasmatica relativamente lunga; tuttavia, è stato dimostrato che il troncamento della coda citoplasmatica a soli 14 residui aumenta l’attività fusogenica, indicando che il suo C-terminale è probabilmente coinvolto nella modulazione dell’attività di fusione.
Significato clinico – Pre-eclampsia
Le condizioni ipossiche caratteristiche della pre-eclampsia e della IUGR sono associate all’espressione anormale della sincitina-1 nelle cellule trofoblasto e il tessuto placentare pre-eclamptico ha livelli ridotti di espressione della sincitina-1. L’espressione anomala della sincitina-1 svolge probabilmente un ruolo importante nelle patologie della placenta.

Patologie neurologiche
ERVW-1 è un singolo locus all’interno della famiglia HERV-W che codifica una proteina env completamente funzionale. L’espressione di mRNA e proteine ​​del locus ERVW-1 nel tessuto neurale è implicata nella neurodegenerazione e nello sviluppo della sclerosi multipla. La proteina dell’involucro della sclerosi multipla simile al retrovirus come le particelle (MSRV) condivide un’alta somiglianza di sequenza con la sincitina-1 codificata ERVW-1 ed è stata a lungo studiata come un fattore importante nella patogenesi della SM. Il locus genico di MSRV env non è stato determinato.

Prove preliminari implicano l’espressione aberrante di ERVW-1 nei neuroni e nelle cellule gliali e l’espressione aberrante delle proteine ​​cellulari mediata da HERV-W LTR nella patogenesi del disturbo bipolare e della schizofrenia.
Tratto da: https://wikiita.com/syncytin1

Questa una ricerca:
Janci Chunn Lindsay, Ph.D., biologa molecolare e tossicologa, ha chiesto l’interruzione immediata dei vaccini mRNA e DNA COVID-19 a causa di molteplici problemi di sicurezza.

C’è una preoccupazione credibile che i vaccini COVID reagiranno in modo incrociato con la Sincitina ed i geni riproduttivi nello sperma, negli ovuli e nella placenta in modi che potrebbero compromettere la fertilità e gli esiti riproduttivi.
(Commento NdR:  la Sincitina è una proteina dell’involucro retrovirale dei sieri genici spacciati per vaccini per la Covid19 che null’altro è che una  influenza stagionale alla quale hanno cambiato nome e la popolazione ignorante, medici compresi, salvo quelli seri, ci sono cascati come polli… e cosi con protocolli criminali hanno assassinato migliaia di malati di influenza ricoverati in ospedale, impedendo anche le autopsie ai morti, per impedire di scoprire i loro crimini….)

Nel caso dei vaccini COVID a mRNA non sono stati condotti importanti studi sugli animali che aiutano ad accertare “effetti tossici e sistemici”.
Ora stiamo vedendo i primi segnali di pericolo che non vengono ascoltati.

I risultati preliminari sulla sicurezza dei vaccini mRNA COVID utilizzati nelle donne in gravidanza, pubblicati nell’aprile 2021, hanno rivelato un tasso di “aborto spontaneo” dell’82% quando il vaccino è stato somministrato durante le prime 20 settimane di gravidanza.

I dati del CDC (peraltro ampiamente sottostimati) rivelano che più di 300 bambini/ragazzi di età compresa tra 12 e 18 anni (solo negli Stati Uniti) sono morti per “miocardite”, un effetto collaterale ormai riconosciuto dei vaccini mRNA per la COVID, ma questi sono adesso autorizzati per bambini di 5 anni e, prossimamente, anche dai 6 mesi di età.

Poiché le “terapie” geniche mRNA COVID non prevengono l’infezione, ma riducono solo i sintomi (in realtà sono un trattamento farmacologico) non una prevenzione. E sono disponibili trattamenti molto più sicuri ed efficaci, inclusi “perossido nebulizzato”, “ozonoterapia” e “regimi di idrossiclorochina ed ivermectina”.

Quindi, potenzialmente, una donna vaccinata che rimane incinta di un embrione che può (attraverso i plasmidi degli spermatozoi) sintetizzare la proteina spike secondo le istruzioni nel vaccino, avrebbe una capacità immunitaria di attaccare quell’embrione a causa della proteina “estranea”. viene visualizzato sulle sue cellule. Questo quindi causerebbe un aborto spontaneo.

“Potremmo potenzialmente sterilizzare un’intera generazione”, ha avvertito Lindsay. Il fatto che ci siano stati nati vivi in ​​seguito alla vaccinazione contro il COVID-19 non è una prova che queste iniezioni non abbiano un effetto sulla salute riproduttiva, ha affermato.
https://noqreport.com/2021/12/05/dr-janci-chunn-lindsay-reveals-massive-danger-signal-being-ignored-about-covid-jabs/

vedi anche qui altri particolari sulla proteina Spike e relativi danni: Proteina Spike del vaccino a mRNA, sincitine umane e soppressione della fertilita…

L’EMA,  l’Agenzia Europea dei Medicinali, finalmente ammette che la vaccinazione contro il COVID può avere un effetto negativo sulla fertilità femminile
Centinaia se non migliaia di donne hanno riferito di aver subito sanguinamenti/coaguli irregolari dopo aver ricevuto uno dei vaccini mRNA Covid. Purtroppo ora anche migliaia di altre donne hanno denunciato la perdita del loro bambino non ancora nato/neonato.
Ora esistono anche centinaia di testimonianze di donne che affermano di aver perso il loro bambino o di aver subito cicli irregolari dopo essere state in compagnia di altre che hanno ricevuto uno dei vaccini Covid mRNA.
Anche se questo può sembrare incredibile, è stato confermato da Pfizer nei loro documenti riservati.
https://www.databaseitalia.it/lema-finalmente-ammette-che-la-vaccinazione-contro-il-covid-puo-avere-un-effetto-negativo-sulla-fertilita-femminile/

Qui abbiamo in questo video i pareri di tanti medici, biologi, ricercatori che descrivono i danni dei vaccinia Rna, su gli umani
https://www.3x1t.org/cloud/index.php/s/pZonS4G947dBzqa

Proteina spike del vaccino a mRNA, sincitine umane e soppressione della fertilita…
https://vk.com/@davide_suraci-proteina-spike-del-vaccino-a-mrna-sincitine-umane-e-soppress?anchor=perch-i-vaccini-covid-19-potrebbero-influenzare-la-fertilit-umana

https://t.me/joinchat/T_xa5xM_0jF7b3wS

Corte Suprema USA: I vaccini NON sono sicuri:

NON esiste nessun Contagio dall’aria, perché i virus si ossidano a contatto con l’ossigeno dell’aria si ossidano, essendo proteine, e degradano immediatamente, quindi nessun Contagio !
https://pattoverascienza.com/?s=contagio

https://mednat.news/2020/07/02/corruzione-della-scienza/

————————————————————————————————————–

Ed ORA FACCIAMO CHIAREZZA sul falso “Vaccino” a mRna:
Una piccola delucidazione:

Il cosiddetto falsamente Vaccino, in realtà un meccanismo biochimico per attuare mutazioni genetiche, è composto da un  pezzo di mRNA preparato al Computer (Bill Gates/Microsoft, ne è l’ideatore,  che serve ad iniettare la sincitina la proteina, chiamata impropriamente per nascondere alcune delle finalita  di questo FALSO vaccino, questa punta/spike, si attacca ad una specie di serratura biologica (il recettore ACE di regolazione della pressione arteriosa) che permette al meccanismo OGM di entrare nella cellula.
Quella piccola m davanti all’acido nucleico sta per messaggero, portatore di informazioni genetiche per alterare in primis i mitocondri delle cellule.
Il messaggero non entra nel nucleo della cellula, ma rimane all’esterno del nucleo appunto nel citoplasma, dove vi sono i mitocondri che verranno alterati, perché quello è lo scopo di questo meccanismo artificiale OGM iniettato, dove l’apparato biosintetico (i ribosomi) dovranno riprodurre a proteina: la sincitina (sostanza sterilizzante).
Lo mRna messaggero dopo aver fatto produrre alla cellula quella proteina alle volte, ma non sempre, viene degradato da un apposito sistema enzimatico di cui le nostre cellule sono dotate, perché Rna estraneo ed artificiale, ma questo avviene solo se il sistema immunitario funziona a dovere (perfettamente), altrimenti, quel meccanismo OGM rimane per tutta la vita inducendo anche altre reazioni anomale, ammalamenti, e facilmente la morte prematura.

La proteina “spike” (definizione = punta;  chiave di ingresso, si chiama in realtà “sincitina” (termine tecnico di questa proteina) è una sostanza sterilizzante sia per i maschi che per le femmine) una volta prodotta viene distribuita e presentata alle cellule sulla loro membrana cellulare e se queste sono sotto stress ossidativo (malate), facilmente la incorporano attuando quindi la produzione di altre proteine “sincitina” e cosi via, generando anche in altre parti del corpo, intossicazioni, infiammazioni e reazioni immunitarie anche gravi.

Questa è routine per il nostro organismo, niente di trascendentale, esso lo attua ogni volta che una sostanza estranea entra in contatto con noi, ma in questo caso, del presunto vaccino, le cose sono più complesse perché lo mRna, artificiale introdotto con la punturina…, inganna le cellule e modifica le loro funzioni, ad esempio sterilizzando le persone, oppure generando malattie autoimmuni, infarti, morti bianche, malattie del sangue, leucemie, meningiti, eczemi, narcolessie, ecc.

Questi meccanismi patogeni spacciati per “vaccini” sono il frutto di una tecnologia recente e sono in assoluto i “vaccini” più pericolosi che la medicina di Big Pharma abbia prodotto.

Ciò detto, fate quello che volete, ma ricordate che ogni scelta fatta comporta l’accettazione del piacere o del danno creato dalla propria scelta sconsiderata.
By Jean Paul Vanoli

A riprova:
Food and Chemical Toxicology • 15/04/22 [PRE-PROOF]
“Innate immune suppression by SARS-CoV-2 mRNA vaccinations […]”
“Soppressione dell’immunità innata dalle vaccinazioni ad mRNA SARS-CoV-2:  il ruolo dei quadruplex G, degli esosomi e dei microRNA”
“C’è stato un messaggio incrollabile sulla sicurezza e sull’efficacia delle vaccinazioni ad mRNA contro il SARS-CoV-2 dall’apparato sanitario pubblico degli Stati Uniti e in tutto il mondo.
L’efficacia è sempre più in dubbio […] Inoltre, l’inadeguatezza degli studi di fase I, II e III per valutare gli effetti collaterali a medio e lungo termine dei vaccini genici ad mRNA potrebbe essere stata ingannevole sul loro impatto soppressivo dell’immunità innata dei vaccinati.”
“In questo documento, richiamiamo l’attenzione su tre aspetti molto importanti del profilo di sicurezza di queste vaccinazioni.”
1 – “Il primo è la sovversione ampiamente documentata dell’immunità innata […] Questa soppressione avrà una vasta gamma di conseguenze, non ultima la riattivazione di infezioni virali latenti e la ridotta capacità di combattere efficacemente le future infezioni.”
2 –  “Il secondo è la disregolazione del sistema sia per prevenire che per rilevare la trasformazione maligna […] all’interno delle cellule e il conseguente potenziale della vaccinazione di promuovere tali trasformazioni.”
3 – “In terzo luogo, la vaccinazione ad mRNA può potenzialmente interrompere la comunicazione intracellulare effettuata dagli esosomi […] con conseguenze infiammatorie potenzialmente gravi.”
“Se qualcuno di questi [fattori] potenziali dovesse realizzarsi pienamente, l’impatto su miliardi di persone in tutto il mondo potrebbe essere enorme e potrebbe contribuire ad un carico di malattie sia a breve che a lungo termine che il nostro sistema sanitario dovrebbe affrontare.”
4 –  “Infine, miliardi di vite sono potenzialmente a rischio, dato il gran numero di persone a cui sono stati iniettati i vaccini ad mRNA SARS-CoV-2 e l’ampia gamma di esiti avversi che abbiamo descritto.”

Manifestazioni oculari dopo il vaccino COVID-19:
“palpebra, cornea e superficie oculare, retina, uvea, nervo, trombosi vascolare e altri in base alle diverse parti dell’occhio e dei tessuti adiacenti”
https://www.eventiavversinews.it/manifestazioni-oculari-dopo-il-vaccino-covid-19-palpebra-cornea-e-superficie-oculare-retina-uvea-nervo-trombosi-vascolare-e-altri-in-base-alle-diverse-parti-dellocchio-e-dei-tessuti-ad/

https://www.eventiavversinews.it/le-correlazioni-istologiche-e-molecolari-dei-cambiamenti-nella-pelle-indotti-dal-vaccino-covid-19-attenzione-hanno-a-che-fare-con-il-peg-polietilenglicole%EF%BF%BC/

Is There Snake Venom in SARS-COV-2?
Doctor of Chiropractic Bryan Ardis has asserted that the SARS-COV-2 and some vaccines contain snake venom. In this video, Dr. Been reviews the literature about the molecules Ardis is discussing.
At the link below, you will find Dr. Been’s YouTube page as well as tons of links to the studies & articles Dr. Been referenced in his video.
https://www.youtube.com/watch?v=NjJeT1daDIE&t=2777s

Full Report is 180 pages and Kobe’s is 17 pages.
KOBE BRYANT ACCUSED BIG PHARMA COMPANY OF USING ILLEGAL SUBSTANCES IN BLACK MAMBA LAWSUIT WEEKS BEFORE HIS DEATH
Q & R
https://www.albawaba.com/editors-choice/la-coroner-releases-autopsy-reports-kobe-bryant-group-killed-helicopter-crash
https://t.me/HSRetoucherQ/12084

Cosa c’è nei vaccini Pfizer ?
Recentemente, il dottor David Nixon, un medico di base di Brisbane, ha deciso di scoprirlo, mettendo sotto un microscopio a campo oscuro goccioline di vaccino e sangue di pazienti vaccinati.

Questa è una decisione più radicale di quanto possa sembrare. Secondo Sasha Latypova, scienziata con 25 anni di esperienza in studi clinici per aziende farmaceutiche, il contratto tra Pfizer e il governo degli Stati Uniti vieta a ricercatori indipendenti di studiare i vaccini. Sostengono che “devierebbe” queste preziose risorse lontano dal loro uso previsto, soddisfacendo un bisogno “urgente”.

È vero in Australia? Chi lo sa?
Tutto ciò che il Dipartimento della Salute del Commonwealth ha detto riguardo al suo contratto con Pfizer è che è di natura commerciale riservata.

La Therapeutic Goods Administration esegue test su tutti i vaccini Covid per composizione e forza, purezza e integrità, identità ed endotossine, ma fornisce scarsi dettagli oltre ai numeri di lotto testati e se sono stati superati. (Avviso spoiler: lo hanno fatto.)

Negli Stati Uniti, i Centers for Disease Control affermano specificamente che tutti i vaccini Covid-19 sono privi di “metalli, come ferro, nichel, cobalto, litio e leghe di terre rare” e “prodotti fabbricati come microelettronica, elettrodi, nanotubi di carbonio e semiconduttori a nanofili».

In particolare, questo elenco non include l’ossido di grafene che è stato ampiamente studiato per applicazioni biomediche. Alcuni ricercatori ne cantano le lodi, la sua “altissima efficienza di caricamento del farmaco grazie all’ampia superficie”, la sua eccezionale “costanza chimica e meccanica, sublime conducibilità ed eccellente biocompatibilità”. Ma c’è un problema. “L’effetto tossico dell’ossido di grafene su cellule e organi viventi” è “un fattore limitante” sul suo uso nella medicina.

Quindi c’è ossido di grafene nelle iniezioni della Pfizer? Ciò che Nixon ha trovato e filmato è a dir poco bizzarro. All’interno di una goccia di vaccino ci sono strane strutture meccaniche. All’inizio sembrano immobili, ma quando Nixon ha utilizzato la fotografia time-lapse per condensare 48 ore di filmati in due minuti, ha mostrato quelli che sembrano essere bracci meccanici che assemblano e smontano strutture rettangolari luminose che sembrano circuiti e microchip. Questi non sono “prodotti fabbricati” nelle parole del CDC perché si costruiscono e si decostruiscono da soli, ma la formazione dei cristalli sembra essere stimolata dalla radiazione elettromagnetica e si interrompe quando il vetrino con il vaccino è schermato da una sacca di Faraday. I risultati di Nixon sono simili a quelli delle squadre in Nuova Zelanda, Germania, Spagna e Corea del Sud.

Un gruppo italiano guidato da Riccardo Benzi Cipelli ha analizzato il sangue di oltre 1.000 persone, un mese dopo la vaccinazione, che erano state sottoposte a test perché avevano manifestato effetti collaterali. Avevano un’età compresa tra i 15 e gli 85 anni e avevano ricevuto da una a tre dosi. Più del 94 per cento aveva letture anomale, globuli rossi deformati, conte ridotte e raggruppati attorno a oggetti estranei luminescenti che attiravano anche grappoli di fibrina. Alcuni degli oggetti estranei punteggiavano il sangue come una notte stellata, alcuni si autoassemblavano in strutture cristalline e altri in rami sottili e tubi.

Gli italiani pensano che gli oggetti siano particelle metalliche e dicono che assomigliano a “ossido di grafene e forse altri composti metallici”. Ritengono che il sangue danneggiato stia contribuendo ai disturbi della coagulazione post-vaccino, che a loro volta contribuiscono all’aumento dei tumori maligni, mentre i materiali della famiglia del grafene sono associati a stress ossidativo, danni al DNA, infiammazione e danni a quelle parti del sistema immunitario che sopprimono i tumori.

È probabile che anche la miscela di mRNA artificiale che è “occulta” dal sistema immunitario del ricevente riduca la funzione immunitaria del ricevente, aumentando la probabilità di tumori nuovi o ricorrenti.

Nixon ha condiviso le sue scoperte con Wendy Hoy, professore di medicina presso l’Università del Queensland, che ha invitato il governo australiano e le sue autorità sanitarie a spiegare l’apparente formazione spontanea di chip e circuiti nei vaccini a mRNA quando lasciati a temperatura ambiente, e l’anormale oggetti che possono essere visti nel sangue delle persone vaccinate. Hoy pensa che questi stiano “indubbiamente contribuendo alla scarsa erogazione di ossigeno ai tessuti e agli eventi di coagulazione, inclusi infarti e ictus” e chiede perché non ci sia un’indagine autoptica sistematica sui decessi per indagare sul ruolo del vaccino nel drammatico aumento della mortalità in Australia.

Secondo gli ultimi dati dell’Australian Bureau of Statistics, a luglio la mortalità in eccesso è stata di oltre il 17%. È parimenti elevato in altre popolazioni altamente vaccinate.

In Germania, la mortalità in eccesso nelle persone di età superiore ai 60 anni è aumentata del 174% tra il 20 settembre 2021, quando l’85% delle persone di età superiore ai 60 anni era completamente vaccinata, e ottobre 2022.

Nel Regno Unito, negli ultimi tre mesi ci sono stati più decessi in eccesso che in qualsiasi momento durante la pandemia o addirittura dal 2010. Nell’ultima settimana, l’eccesso di mortalità in Inghilterra è stato del 16%.

Negli Stati Uniti, l’eccesso di mortalità nelle persone di età compresa tra 25 e 44 anni e in quelle di età compresa tra 75 e 84 anni è del 18%, ed è del 15% in quelle di età compresa tra 65 e 74 anni.
La situazione è tanto più allarmante perché ora dovrebbero esserci meno morti, dal momento che così tante persone sono morte prima durante la pandemia. C’è stato anche un drammatico aumento delle persone con disabilità.

Quanto al Covid, in Australia l’efficacia del vaccino sembra essere negativa, a giudicare dalle statistiche del NSW tutt’altro che perfette ma le migliori in Australia. Mostrano che l’88% delle persone decedute sono state vaccinate anche se costituivano solo l’85,5% della popolazione. Hanno anche mostrato che i non vaccinati costituivano solo lo 0,15% delle persone in ospedale con Covid e solo l’1,1% delle persone in terapia intensiva.

Perchè è questo?
Quasi certamente, perché i non vaccinati che muoiono di Covid nel NSW sono fragili e anziani con molteplici comorbilità, vivono in case di riposo o cure palliative o a casa, e non vanno in ospedale. Perché non sono stati vaccinati? Probabilmente perché loro oi loro dottori temevano che li avrebbe uccisi.
La domanda è:
quanti altri sta uccidendo? Fino a quando le autorità sanitarie non ci diranno cosa c’è negli scatti, non lo sapremo.

By Rebecca Weisser che è una giornalista indipendente.
https://spectator.com.au/2022/11/wots-in-the-shots/

—————————————————————————————————–

Il Dr. Peter McCullough commenta lo studio svedese della Lund University, che ha dimostrato per la prima volta come il vaccino Pfizer possa innescare il fenomeno della trascrittasi inversa.
Il CDC ha sempre dichiarato che questo vaccino non altera il DNA umano. Se i risultati di questo studio sono corretti, le persone che hanno ricevuto il vaccino si trovano ad avere un’alterazione permanente nei loro geni che induce la produzione di proteina spike, la quale causa malattia.
Questo è lo studio più preoccupante pubblicato fino ad ora: l’alterazione genetica può essere passata ai figli e potremmo non essere più in grado di eliminare la proteina spike dalla specie umana.

Vaccinati e consapevoli.
Uno studio svedese pubblicato venerdì ha dimostrato e confermato che l’mRNA nei vaccini di Covid Pfizer / BioNTech si infiltra nelle cellule e trascrive il suo messaggio sul DNA umano entro 6 ore, alterando il nostro DNA. Lo studio è stato condotto in vitro, cioè al di fuori del corpo vivente e in un ambiente artificiale.

Un precedente studio pubblicato nell’ottobre 2021 dalla Svezia ha scoperto che la proteina spike entra nei nuclei delle nostre cellule e compromette il meccanismo che le nostre cellule hanno per riparare il DNA danneggiato.

Studi precedenti
Gli studi preclinici sugli animali dell’iniezione di mRNA Covid Di Pfizer/BioNTech (BNT162b2) hanno mostrato effetti sul fegato dei ratti, tra cui: ingrossamento del fegato, vacuolazione e aumento dei livelli enzimatici (γGT, AST, ALP). Nel rapporto di valutazione su BNT162b2 fornito all’EMA da Pfizer, studi sui ratti hanno dimostrato che il contenuto non rimane nel sito di iniezione e una percentuale relativamente grande (fino al 18%) della dose totale di “vaccino” finisce nel fegato.

Un altro studio del maggio 2021 condotto da scienziati del MIT ha dimostrato che l’RNA SARS-CoV-2 può essere trascritto inversamente e integrato nel genoma delle cellule umane ed espresso come trascrizioni chimeriche. I risultati di questo studio danno origine alla domanda se questa stessa trascrizione inversa possa verificarsi anche con l’RNA nei vaccini Covid.

ABC 10 News ha riferito dello studio del MIT poco dopo la sua pubblicazione.

Il primo studio sulla trascrizione inversa delle proteine Spike di iniezione
A causa dei risultati degli studi sugli animali e dello studio del MIT, un gruppo di scienziati svedesi dell’Università di Lund ha condotto uno studio per indagare l’effetto che l’iniezione pfizer / BioNTech (BNT162b2) ha avuto sulle cellule epatiche umane e se l’RNA della proteina spike codificata di Pfizer può essere trascritta inversamente nel DNA.
Lo studio, “Intracellular Reverse Transcription of Pfizer BioNTech COVID-19 mRNA Vaccine BNT162b2 In Vitro in Human Liver Cell Line“, è stato pubblicato il 25 febbraio 2022.

“In questo studio, abbiamo studiato l’effetto di BNT162b2 sulla linea cellulare del fegato umano Huh7 in vitro“, hanno scritto gli autori dello studio.

Lo studio ha scoperto che l’iniezione di mRNA è in grado di entrare nella linea cellulare del fegato umano Huh7 e che l’mRNA delle iniezioni viene trascritto inversamente nel DNA alla velocità di sei ore dopo che le cellule sono state esposte ad esso.
“Un possibile meccanismo per la trascrizione inversa è attraverso la trascrittasi inversa endogena [intracellulare] LINE-1, e la distribuzione della proteina del nucleo di LINE-1 è elevata da BNT162b2“, hanno scritto gli autori dello studio.
“Le cellule Huh sono cellule tumorali del fegato ‘immortali’ e crescono all’infinito“, ha spiegato Jessica Rose, “LINE-1 è una trascrittasi inversa che portiamo e comprende circa il 17% del nostro genoma!“
“Il nostro studio mostra che [l’iniezione di mRNA di Pfizer] … può essere trascritto inversamente al DNA … e questo può dare origine alla preoccupazione se il DNA derivato dall’iniezione possa essere integrato nel genoma dell’ospite e influenzare l’integrità del DNA genomico, che può potenzialmente mediare effetti collaterali genotossici“.

Trascrizione inversa intracellulare del vaccino mRNA Pfizer BioNTech COVID-19 BNT162b2 in vitro nella linea cellulare del fegato umano, sezione di discussione, Alden et al, Università di Lund, Svezia, 25 febbraio 2022

Il documento conclude:
“Il nostro studio è il primo studio in vitro sull’effetto del vaccino mRNA Covid-19 BNT162b2 sulla linea cellulare del fegato umano. Presentiamo prove sul rapido ingresso di BNT162b2 nelle cellule e sulla successiva trascrizione inversa intracellulare dell’mRNA BNT162b2 nel DNA”.

Riferendosi allo studio, il Dr. Peter McCullough ha twittato: “Alden et al, Lund University, Svezia, confermano una delle nostre peggiori paure. Il materiale genetico esogeno [extracellulare] che codifica per la pericolosa proteina Spike viene trascritto inversamente nel genoma umano; possibile espressione costitutiva a lungo termine / sintesi di malattia che promuove / Spike letale.“

Era questo il piano da sempre?
Per rispondere alla domanda se questo fosse stato pianificato, di seguito è riportata una selezione di estratti degli interventi di alcuni noti personaggi riguardanti l’editing genetico, con le loro stesse parole. Non sono richiesti ulteriori commenti, questi estratti parlano da soli.

In un’intervista con Charlie Rose, Klaus Schwab ha dichiarato: “Vedi la differenza di questa quarta rivoluzione industriale è che non cambia quello che stai facendo, ti cambia. Se prendi l’editing genetico, solo come esempio, sei tu che stai cambiando. E, naturalmente, questo ha un grande impatto sulla tua identità”

Vedi di più: The Charlie Rose Show, Klaus Schwab

Tal Zaks, chief medical officer di Moderna, ha dichiarato: “In ogni cellula c’è questa cosa chiamata RNA messaggero o mRNA in breve, che trasmette le informazioni critiche dal DNA nei nostri geni alla proteina, che è davvero la roba di cui siamo tutti fatti. Questa è l’informazione critica che determina cosa farà la cellula. Quindi, lo pensiamo come un sistema operativo. …. Quindi, se potessi effettivamente cambiarlo, … se si potesse introdurre una riga di codice, o cambiare una riga di codice, si scopre che ha profonde implicazioni per tutto, dall’influenza al cancro“.

Leggi tutto: Bombshell: moderna Chief Medical Officer ammette che MRNA altera il DNA, 12 marzo 2021

Durante un’intervista con Anthony Fauci il 30 aprile 2020, Bill Gates ha dichiarato di essere particolarmente entusiasta di perseguire un nuovo approccio chiamato “vaccino a RNA“. Gates ha spiegato: “A differenza di un vaccino antinfluenzale, che contiene frammenti del virus dell’influenza in modo che il sistema immunitario possa imparare ad attaccarli, un vaccino a RNA dà al tuo corpo il codice genetico necessario per produrre frammenti virali da solo“.

In questo periodo Gates realizzò un video promozionale per i suoi “vaccini a RNA”

Bill Gates spiega il Covid-19 e la corsa al vaccino, 4 maggio 2020 (2 min)

Forbes ha pubblicato un articolo il 29 novembre 2021 di Steven Salzberg intitolato “Sì, il vaccino cambia il tuo DNA. Un pò. E questa è una buona cosa”. Ed in seguito ha rinominato l’articolo in “I vaccini Covid non alterano il tuo DNA – Aiutano a scegliere le cellule per rafforzare la tua risposta immunitaria”.

L’autore ha cambiato il titolo per sottolineare che i vaccini “non alterano il tuo DNA” senza modificare il contenuto dell’articolo.

Per saperne di più: Forbes Admits mRNA Vaccines Alter DNA Then Changes the Headline (thegatewaypundit.com) (dicembre 2021)

—————————————————————————————————————

I vaccini COVID-19 progettati per suscitare anticorpi neutralizzanti possono sensibilizzare i destinatari del vaccino a malattie più gravi che se non fossero stati vaccinati.
I vaccini per SARS, MERS e RSV non sono mai stati approvati e i dati generati nello sviluppo e nella sperimentazione di questi vaccini suggeriscono una seria preoccupazione meccanicistica: che i vaccini progettati empiricamente utilizzando l’approccio tradizionale (costituito dal picco virale del coronavirus non modificato o minimamente modificato per suscitare anticorpi neutralizzanti), siano essi composti da proteine, vettore virale, DNA o RNA e indipendentemente dal metodo di somministrazione, possano peggiorare la malattia COVID-19 tramite il potenziamento dipendente da anticorpi (ADE).
Questo rischio è sufficientemente celato nei protocolli di sperimentazione clinica e nei moduli di consenso per gli studi sul vaccino COVID‐19 in corso, al punto che risulta improbabile che si verifichi un’adeguata consapevolezza, da parte del paziente, di questo rischio, ovviando così al consenso veramente informato da parte dei soggetti”.
T. Cardozo (Department of Biochemistry and Molecular Pharmacology, NYU Langone Health, New York, NY, USA) e R. Veazey (Division of Comparative Pathology, Department of Pathology and Laboratory Medicine, Tulane University School of Medicine, Tulane National Primate Research Center, Covington, LA, USA): “Informed consent disclosure to vaccine trial subjects of risk of COVID‐19 vaccines worsening clinical disease”, in “The International Journal of Critical Practice”, ottobre 2020
Assisteremo quindi a una prossima fase in cui, in quarantena, finiranno i vaccinati ?

By Pietro Ratto – BoscoCeduo.it

——————————————————————————————————

Basta chiamarla Spike!
Non è il nome vero della proteina in questione! SPIKE (PUNTA) indica la posizione occupata dalla proteina, ma in realtà si chiama SINCITINA !
Non dicono il vero nome per un semplice motivo:
la SINCITINA è la proteina che “incolla” l’ ovulo fecondato alla parete dell’ utero materno. In carenza di essa si hanno: aborti spontanei, distaccamenti di placenta ecc. Quindi vi faccio una domanda: se questa proteina  viene fatta produrre dal vaccino, ed il nostro corpo dovrebbe produrre anticorpi contro, come fa ad un certo punto a distinguere tra quella prodotta sempre all interno delle nostre cellule (causa vaccino) e quella che placentare? Attaccherà tutt’e due non riuscendo più a regolarsi? Quindi aborti, dopo i vaccini, sterilità, ecc.
Non esiste una proteina chiamata Spike, perché nella nomenclatura mondiale le proteine vengono chiamate con il suffisso finale INA…da proteina appunto.
Non dicono il nome altrimenti la gente capisce dove vogliono andare a parare con i “vaccini” !
By Laura Malerba – Ecco un link  che potete leggere a riguardo:
https://cityperugia.com/proteina-spike-del-vaccino-a-mrna-sincitine-umane-e-soppressione-della-fertilita/

—————————————————————————————————–

La sincitina è una proteina in cattività dell’involucro retrovirale coinvolta nella morfogenesi placentare umana
https://www.nature.com/articles/35001608
Abstract

Molti virus dei mammiferi hanno acquisito geni dai loro ospiti durante la loro evoluzione.
La logica di queste acquisizioni è di solito abbastanza chiara: i geni catturati vengono sovvertiti per fornire un vantaggio selettivo al virus. Qui descriviamo la situazione opposta, dove un gene virale è stato sequestrato per svolgere una funzione importante nella fisiologia di un ospite mammifero. Questo gene, che codifica una proteina che abbiamo chiamato sincitina, è il gene dell’involucro di un retrovirus endogeno umano difettoso recentemente identificato, HERV-W2.
Troviamo che i principali siti di espressione della sincitina sono i sinciziotrofoblasti placentali, cellule multinucleate che hanno origine da trofoblasti fetali.
Mostriamo che l’espressione della sincizina ricombinante in una grande varietà di tipi di cellule induce la formazione di sincizie giganti, e che la fusione di una linea cellulare trofoblastica umana che esprime la sincizina endogena può essere inibita da un antisiero anti sincizina.
I nostri dati indicano che la sincicina può mediare la fusione dei citotrofoblasti placentari in vivo, e quindi può essere importante nella morfogenesi placentare umana.

Inoltre:
Una parte significativa dei “mattoni” (le basi adenina, timina, citosina e guanina) che formano il DNA dei mammiferi è costituito da quanto resta di antichissime infezioni retrovirali: nell’essere umano sono circa l’8 per cento  dei 3 miliardi di basi del genoma. La sincitina è prodotta in due forme leggermente diverse (sincitina A e B) da due geni che hanno proprio questa origine.

Da alcuni anni è noto che la sincitina ha un ruolo cruciale nella formazione della placenta: è grazie a essa che alcune cellule placentari si fondono con le cellule dell’utero della madre, formando i cosiddetti sincizi (da cui il nome della proteina) che costituiscono lo strato esterno della placenta.

Microfotografia di miofibrilla polinucleata (freccia e asterischi) di topo. (Cortesia F. Redelsperger et al./PLoS Genetics)

In uno studio sui topi François Redelsperger e colleghi hanno ora dimostrato che la sincitina ha anche un altro ruolo. Quando hanno silenziato nei topi entrambi i geni l’esito è stato letale, dato che non si è formata l’interfaccia fra placenta e utero. Ma quando è stata silenziata solo la sincitina B, lasciando intatta la produzione di sincitina A, i ricercatori hanno osservato un fenomeno inaspettato: la prole femminile è nata normalmente, ma i topi di sesso maschile avevano in media un peso alla nascita del 18 per cento inferiore a quello dei topi di controllo normali.

Una volta  cresciuti, inoltre, i muscoli di topi senza sincitina B avevano un numero di fibre muscolari (fibrocellule) inferiore del 20 per cento rispetto ai topi normali. La fibrocellule sono normalmente polinucleate ed evidentemente durante la formazione del tessuto muscolare la presenza della sincitina ne favorisce il processo di formazione.
Successive sperimentazioni su colture cellulari in vitro di pecora, cane ed essere umano hanno confermato che anche in essi si osserva una riduzione nella formazione di fibrocellule che va dal 20 al 40 per cento.
Questi risultati spiegano, almeno in parte, perché i maschi di molte specie di mammiferi hanno una struttura muscolare più possente delle femmine, ma pongono una domanda a cui dovranno rispondere future ricerche:  perché la sincitina partecipa attivamente alla crescita muscolare nei maschi, ma non le femmine ?
Tratto da:  lescienze.it

—————————————————————————————————————–

I vaccini mRNA sono un sistema operativo bio-nano installato nel vostro corpo

mRNA vaccines are a bio-nano operating system installed in your body
Nella situazione aggiornata di oggi, ci chiediamo se il teatro elettorale sia solo una distrazione dalla ben più grande bomba del genocidio globale contro l’umanità che si sta perpetrando attraverso i vaccini mRNA.
Secondo Moderna, i vaccini mRNA sono un “sistema operativo” che fa girare “software” nel vostro corpo per produrre “applicazioni” che sono proteine aliene (non umane).
Una volta che le cellule del vostro corpo iniziano a replicare le sequenze di mRNA, la vostra fisiologia è di proprietà delle corporazioni attraverso le leggi sulla proprietà intellettuale, e la marcatura a punti quantici degli individui vaccinati è come la marchiatura del bestiame nell’azienda agricola globale gestita da multinazionali.
Le iniezioni di mRNA di Moderna sono un “sistema operativo” nano tecnologico, progettato per programmare gli esseri umani e hackerare le loro funzioni biologiche.

I vaccini a vettore virale cercano anche di istruire le cellule umane per cercare di far produrre gli antigeni virali per indurre una ipotetica risposta immunitaria gestibile, cosa praticamente impossibile per immense variabili che il sistema immunitario è abilitato a reagire, utilizzando un virus/esozoma innocuo (in genere l’Adenovirus, che dicono causi il raffreddore comune – falso perchè è solo una conseguenza dell’infiammazione dei tessuti/cellule in apoptosi, quindi mai causa), diverso dal virus che lo veicola e che funge da vettore dell’ informazione.
Dal momento che i vaccini a vettore virale mimerebbero un’ infezione naturale, la rispettiva risposta immunitaria dovrebbe, si pensa dovrebbe essere più forte, con il rischio quindi che il vaccino generi più danni.
Al di là di possibili reazioni allergiche comuni a tutti i vaccini, la principale preoccupazione con i vaccini e terapie anticorpali anti-COVID-19 è il possible antibody-dependent enhancement (ADE), è una sorta di potenziamento della malattia indotto dal vaccino stesso, per le reazioni infiammatorie scatenate dal tentativo di eliminazione dal corpo delle sostanze vaccinali introdotte !
Gli Anticorpi che si legano ad un virus scatenano  l’ ADE attraverso un recettore cellulare (l’Fc) specifico per gli anticorpi, favorendo la replicazione endocellulare e l’ immunopatologia dell’infezione.
L’ ADE è un fenomeno che si osserva tipicamente con i flavivirus come la Dengue e lo Zika, ma è stato anche osservato in vitro ed in modelli animali anche con il SARS-CoV-1 e il MERS-CoV. Tuttavia si parla di rischio (e quindi di possibilità), l’ADE indotto dal vaccino COVID-19 situazione che è impossibile da prevedere.

Riassunto: stiamo giocando alla roulette russa, che sicuramente trasformerà od ucciderà la specie umana a poco a poco….
Promemoria ed attenzione: alcuni dei ricercatori che lavorano per i Vaccini per Covid19-20-21 ecc. sono legati ai movimenti dell’eugenetica
https://www.detoxed.info/sviluppatori-del-vaccino-oxford-astrazeneca-legati-al-movimento-eugenetico-del-regno-unito/

——————————————————————————————————————

Le iniezioni sperimentali che Moderna e Pfizer stanno lanciando, non sono niente di simile ai vaccini tradizionali precedenti. (By Naturalnews)
Queste piattaforme mRNA sono un “sistema operativo” nano tecnologico, progettato per programmare gli esseri umani e trasformare le loro cellule in efficienti sistemi di somministrazione di farmaci o di qualsiasi altro ordine programmabile o successivamente indotto con la bioelettronica di risonanza (es. le frequenze dei vari: 5-6-7G).

Moderna sta ora rendendo pubbliche le reali intenzioni che stanno dietro alla piattaforma mRNA.
La piattaforma nanotecnologica  mRNA, è simile a un sistema operativo per computer, ammette l’azienda. Gli scienziati preparano una sequenza mRNA unica che codifica una specifica proteina.
Una volta iniettato nell’uomo, questo programma viene eseguito nel corpo dell’individuo, a livello cellulare. La piattaforma mRNA è il luogo in cui la Big Pharma si fonde con la Big Tech, rendendo gli esseri umani schiavi di un sistema di controllo progettato per trarre profitto dalle loro funzioni cellulari e biologiche in un futuro imprevedibile.
Moderna ammette che i sistemi immunitari sani sono una minaccia per la loro piattaforma mRNA
Mentre le piattaforme mRNA vanno in diretta sulle popolazioni umane, Moderna ammette che le risposte immunitarie umane sane possono effettivamente distruggere le sequenze di mRNA prima che entrino nelle cellule della persona.

Il sistema immunitario può attaccare il programma e i suoi frammenti di RNA, portando a risultati negativi che potrebbero includere carenze molecolari, difetti ormonali, ecc. Se il ripiegamento delle proteine viene interrotto, le proteine potrebbero non raggiungere mai la funzionalità desiderata, portando allo sviluppo parziale di antigeni che non conferiscono mai un’immunità mirata alle proteine di picco del coronavirus. Il corpo può accendere le proprie cellule nel processo, causando risposte iper-infiammatorie e problemi autoimmuni che sono il precursore del fallimento degli organi e di vari processi di malattia.

Durante la cosiddetta pandemia, i funzionari della sanità pubblica erano sponsor sulle azioni che la gente dovrebbe intraprendere per ottenere una risposta immunitaria sana all’infezione. Ora sappiamo perché questi funzionari della sanità pubblica dicevano alla gente di aspettare un vaccino per tornare alla normalità. Le persone dietro la sperimentazione dell’mRNA sugli esseri umani stanno costruendo una giustificazione psicologica e un precedente scientifico per dichiarare il sistema immunitario umano incapace. In questo modo, le persone sottoporranno il loro corpo ai più recenti programmi mRNA quando diventeranno dipendenti dal software biologico che è stato creato per loro. Questa è una porta aperta verso il transumanesimo, e milioni di persone ci stanno cadendo dentro.

Gettando confusione  sul sistema immunitario umano che ha imparato in milioni di anni a reagire a qualsiasi situazione, le compagnie farmaceutiche hanno anche trovato l’alibi perfetto per i loro esperimenti che causano danni permanenti agli esseri umani.
Non è solo la tecnologia iniettata che sta causando reazioni allergiche, crisi epilettiche, infertilità e morte, sostengono le compagnie farmaceutiche… È il sistema immunitario dell’individuo umano che sta causando tutto il dolore e la miseria. Le compagnie farmaceutiche chiederanno che siano necessari programmi e interventi di mRNA più accurati per “perfezionare” gli esseri umani.
I nuovi vaccini mRNA sono programmi di dipendenza, progettati per manipolare e asservire le funzioni biologiche umane.
Moderna si vanta del fatto che “diverse centinaia di scienziati e ingegneri sono concentrati esclusivamente sull’avanzamento della tecnologia della piattaforma Moderna”.
Questi scienziati stanno cercando di “hackerare” gli esseri umani con le bio-informazioni e di rendere le popolazioni dipendenti dalla tecnologia.
Moderna ha persino soprannominato la loro piattaforma mRNA “Software of Life”.

Questi scienziati stanno cercando modi per aiutare l’mRNA straniero (alieno) ad evitare il rilevamento immunitario. Stanno anche sperimentando modi per ingannare i ribosomi delle cellule per far sì che elaborino l’mRNA come se fosse naturale.
Stanno anche tramando modi per istruire le cellule umane a produrre le proteine artificiali a lungo termine. Moderna è stata fondata sul successo dell’utilizzo di RNA modificato per riprogrammare la funzione di una cellula staminale umana, modificandola geneticamente.

Poiché questi “sistemi operativi” di RNA nano tecnologici, sono installati nei corpi umani, diventa ancora più chiaro che le aziende farmaceutiche stanno cercando di modificare geneticamente e possedere proteine umane, controllando i processi biologici per le generazioni a venire. Sia a livello psicologico che fisiologico, gli esseri umani vengono marchiati come bestiame mentre si sottopongono a questi programmi di software mRNA.

Questo sistema non è una medicina, né una vaccinazione. Questo sistema è una manipolazione cellulare completa, che utilizza molecole biologiche estranee per codificare, decodificare, regolare, modificare l’espressione e alterare le istruzioni fisiologiche all’interno degli esseri umani …..
….e trasformarli come desiderano i padroni del mondo e contemporaneamente sfruttare le loro malattie generate una dietro l’altra….

Guardate il video della dott.essa Dr. Carrie Madej, la quale spiega bene come questa nuovo programma di vaccini, può cambiare il nostro modo di vivere, chi siamo, cosa siamo.

VIDEO:
https://www.brighteon.com/f9040036-5a8f-4168-bd95-1f033b4eee78

Le fonti includono: TapNewsWire.com  +  ModernaTX.com  +  NaturalNews.com  +  Brighteon.com

————————————————————————————————————–

Trascrizione inversa da RNA vaccinale nel DNA mitocondriale, descrizione del meccanismo.

La diffusione prolungata dell’RNA di SARS-CoV-2 e la ricorrenza dei test PCR-positivi sono state ampiamente riportate nei pazienti dopo il recupero, tuttavia questi pazienti più comunemente non sono infettivi1-14. Qui abbiamo studiato la possibilità che gli RNA di SARS-CoV-2 possano essere trascritti inversamente e integrati nel genoma umano e che la trascrizione delle sequenze integrate potrebbe spiegare i test PCR-positivi. A sostegno di questa ipotesi, abbiamo trovato trascrizioni chimeriche costituite da sequenze virali fuse a cellule cellulari in set di dati pubblicati di cellule coltivate infettate da SARS-CoV-2 e cellule primarie di pazienti, coerenti con la trascrizione di sequenze virali integrate nel genoma.
Per corroborare sperimentalmente la possibilità di retrointegrazione virale, descriviamo le prove che gli RNA di SARS-CoV-2 possono essere trascritti inversamente in cellule umane mediante trascrittasi inversa (RT) da elementi LINE-1 o RT di HIV-1, e che questi DNA le sequenze possono essere integrate nel genoma cellulare e successivamente trascritte.
L’espressione endogena umana di LINE-1 è stata indotta dall’infezione da SARS-CoV-2 o dall’esposizione a citochine in cellule in coltura, suggerendo un meccanismo molecolare per la retrointegrazione di SARS-CoV-2 nei pazienti.
Questa nuova caratteristica dell’infezione da SARS-CoV-2 può spiegare perché i pazienti possono continuare a produrre RNA virale dopo il recupero e suggerisce un nuovo aspetto della replicazione del virus dell’RNA.
Tratto da:
https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.12.12.422516v1

Informativa scientifica dalla Francia… programmi di sterilizzazione (e non solo) di massa ?
Qui abbiamo in questo video i pareri di tanti medici, biologi, ricercatori che descrivono i danni dei vaccinia Rna, sugli umani….
https://www.3x1t.org/cloud/index.php/s/pZonS4G947dBzqa

UN DISPOSITIVO CHIMICO PATOGENO
che ha lo scopo di scatenare un’azione di produzione di un agente patogeno chimico all’interno della cellula. È un dispositivo medico, non un farmaco, perché risponde alla definizione CDRH di dispositivo. Non è un sistema vivente, non è un sistema biologico, è una tecnologia fisica – si dà il caso che abbia le dimensioni di un pacchetto molecolare. Quindi dobbiamo stare molto attenti a non cadere nel loro gioco, perché il loro gioco è che se ne parliamo come di un vaccino, allora entreremo in una conversazione sul vaccino, ma questo, per loro stessa ammissione, NON È un vaccino.
Ecco cosa afferma il produttore del vaccino ModeRna:
il nostro farmaco mRna è progettato in modo che possa essere collegato e riprodotto in modo intercambiabile con diversi programmi.”
https://traterraecielo.live/2021/01/20/non-chiamatelo-vaccino-e-un-software-lo-dice-il-produttore/

https://pattoverascienza.com/vaccino-covid-non-e-un-vaccino-ma-e/

Astrazeneca, sospeso Vaccino per danni provocati….

Crimini contro l’umanità: avvocati israeliani fanno causa al governo per aver costretto i cittadini alla somministrazione del vaccino Pfizer a mRNA

Articolo di Sara Middleton, pubblicato il 6 maggio 2021 su Nature Health 365
Insieme ai funzionari della sanità pubblica degli Stati Uniti, i media mainstream sono stati pronti a lodare Israele per il riuscito lancio del programma di iniezione covid. Secondo la rivista sanitaria Health Affairs, metà della popolazione del paese è stata completamente vaccinata a partire dal 15 marzo, e almeno il 60% dei 9 milioni di cittadini israeliani aveva ricevuto almeno una dose.
Ma la decisione di Israele di costringere efficacemente tutti i cittadini a ricevere i vaccini sperimentali contro il COVID è stata messa seriamente in discussione dagli attivisti per i diritti umani, e una recente petizione presentata contro il governo sostiene che il Primo Ministro e Ministro della Sanità – in combutta con l’importante multinazionale farmaceutica Pfizer – stanno violando sfacciatamente il famigerato codice di Norimberga.
Avvocati e attivisti per i diritti umani, Arie Suchovolsky e Ruth Machnes, hanno recentemente presentato una petizione al Tribunale penale internazionale contro il governo israeliano. La loro accusa? Il primo ministro Benjamin Netanyahu e il ministro della Sanità israeliano Yuli Edelstein avrebbero violato il codice di Norimberga facendo un accordo con il gigante farmaceutico Pfizer al fine di imporre richieste eclatanti ai loro elettori, in particolare ricevere il vaccino o essere esclusi dalla partecipazione alle attività commerciali e sociali.
Come riportato dal New York Post nel gennaio di quest’anno, Israele “ha raggiunto un accordo” con Pfizer promettendo di condividere “dati medici” in cambio di un “flusso continuo” del vaccino sperimentale. Più o meno nello stesso periodo, Israele ha lanciato anche un “Pass verde” per i suoi cittadini. Questa legislazione incredibilmente inquietante costringe le persone a portare documenti (digitali o meno) che dimostrino di aver ricevuto il vaccino sperimentale a mRNA della Pfizer per potersi muovere liberamente nella propria comunità. Mentre negozi, centri commerciali e musei erano aperti a tutti, solo le persone che accettavano l’iniezione (e lo potevano dimostrare) sarebbero state in grado di andare in teatri, locali musicali, hotel, ristoranti e bar.
NON ammissibili al cosiddetto “Pass verde” sono le persone che si sono riprese dal COVID-19 e quindi si presume abbiano acquisito naturalmente l’immunità. (Le autorità non sanno ancora con certezza quanto dura la cosiddetta “immunità” dopo un vaccino contro il COVID e se è significativamente più lunga dell’immunità dall’infezione naturale; le migliori stime di Pfizer suggeriscono che il loro farmaco funzionerebbe per almeno 6 mesi).
Il problema, dicono gli attivisti per i diritti umani, è che questo viola chiaramente il consenso informato dei cittadini israeliani e costringe essenzialmente le persone a partecipare a un esperimento medico a livello nazionale, se non vogliono essere trattate come “cittadini di serie B” impossibilitati a svolgere molte delle normali attività quotidiane. Il farmaco imposto deve ancora essere approvato per l’uso da parte di qualsiasi organo di governo.
Puoi ascoltare un’intervista A Suchovolsky e Machnes, l’intervista si intitola “The Whistleblower Newsroom – 04.23.21.
Uno sguardo alla storia: 3 cose veloci da sapere sul famoso Codice di Norimberga
Chiamato “il documento più importante nella storia dell’etica della ricerca medica” dal New England Journal of Medicine,il Codice di Norimberga sta vivendo una rinascita mentre l’implementazione del vaccino COVID continua in tutto il mondo. Ecco tre cose da sapere su questo importante codice:
  1. Il Codice di Norimberga fu scritto nel 1947 dopo che i medici nazisti furono processati per aver eseguito esperimenti medici omicidi che comportavano la tortura e l’uccisione dei prigionieri dei campi di concentramento. Il codice si basa sulla filosofia di base secondo cui “il consenso volontario del soggetto umano è assolutamente essenziale”.
  2. Il codice, che puoi leggere qui nella sua interezza, include 10 principi fondamentali, il primo dei quali afferma che le persone che ricevono un farmaco sperimentale “dovrebbero avere la capacità legale di fornire il proprio consenso;  dovrebbero essere messe in condizione di esercitare la propria libertà di scelta, senza che intervenga alcun elemento di forzatura, frode, inganno, imposizione, o altre forme di costrizione o coercizione;  e dovrebbero avere abbastanza conoscenza e comprensione delle questioni implicate in modo tale di comprenderle e compiere una decisione assennata.”
  3. Il primo principio afferma anche che “il dovere e la responsabilità di accertare la qualità del consenso spettano a chiunque avvii, diriga o si impegni nell’esperimento”.
Ora, pensate a come è stato portato il programma di vaccinazione contro il covid. Infermieri e medici stanno adottando le misure appropriate per garantire la “qualità del consenso” di tutti i destinatari dell’iniezione? Le persone – compresi i cittadini israeliani – sono in grado di esercitare “libero potere di scelta” quando decidono se ricevere l’iniezione del vaccino contro il COVID, oppure i destinatari di tale iniezione la stanno affrontando con coercizione, forza, coercizione e costrizione? L’idea stessa di un “Pass Verde” non è un chiaro esempio di costrizione e coercizione?
Ma la domanda più importante è la seguente:
un maggior numero di persone si opporrà a questi esempi di pericolosa imposizione governativa ?

Recommended For You

About the Author: Administrator

dr. Jean Paul Vanoli, esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. - Consulente di: https://mednat.news - curriculum.htm -  info@mednat.news + https://pattoverascienza.com   - Curatore, Tutore, Notaio, Trustee del Trust°/Stato Persona, estero: VANOLI GIOVANNI PAOLO (VANOLI G.P.) - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Difensore dei Diritti dei batteri e virus/esosomi, cioè della Vita/Natura in genere

Lascia un commento