SIDS = Morte nella Culla, con i Vaccini

SIDS – 1 (morte nella culla con Vitamina K1 ed i Vaccini)
Sudden Infant Death Syndrome (SIDS / cot death ) and Childhood Vaccines
http://telegra.ph/Prima-di-Vaccinare-i-Vostri-Figli–Raccolta-di-200-Studi-Scientifici-04-22
Questo studio legale ha messo in rete a disposizione tutte le sentenze di cui si è occupato per quanto riguarda i danni da vaccino: sono più di 500: https://www.mctlawyers.com/vaccine-injury/cases/
vedi questa Tesina:
Microbioma, omeostasi, stress ossidativo, mutazioni DNA, danni da farmaci e VACCINI

La SIDS (Morte nella culla / Morte Bianca) assieme agli infarti dei neonati/bambini/ragazzi, rappresentano la PRIMA causa di mortalità nella fascia di età da 1 a 12 mesi di vita.
http://www.webtg24.com/2018/02/08/coi-vaccini-cresce-la-mortalita-infantile-lo-dice-la-sanita-usa/
http://www.stopmandatoryvaccination.com/parent/vaccine-injury/2-month-old-dies-48-hours-after-8-vaccines-owens-mom-speaks-out/
Sentenza US, conferma che i vaccini producono la sindrome SIDS !
https://telegra.ph/La-Corte-di-Giustizia-Federale-USA-ha-sancito-di-recente-17-Agosto-2017-una-relazione-causa-effetto-tra-vaccinazioni-e-morte-in–03-17
– vedi Vaccinati e SIDS

L’Istituto Superiore di Sanità (Italiano) NON tiene NESSUNA registrazione sui casi di SIDS (Morte nella culla), vedi :
https://telegra.ph/lIstituto-Superiore-di-Sanit%C3%A0-non-raccoglie-i-dati-12-09
Neonati-Bambini, Morti in culla – SIDS

Mortalità 5 volte superiore dei bambini Vaccinati rispetto a quelli NON vaccinati ! (vedi QUI lo studio dimostrativo)
DPT (diferite, pertosse, tetano)
L’introduzione della difteriale-tetano-pertussis e del vaccino orale per la polio, tra i giovani neonati in una comunità urbana africana: Un “esperimento naturale”….
Il recente studio del Dr. Aaby, il primo confronto randomizzato naturale della mortalità tra i bambini che ricevono il DTP e quelli che non sono vaccinati, ha trovato che i bambini vaccinati con il DTP avevano 10 volte più probabilità di morire nei primi 6 mesi di vita rispetto a quelli non vaccinati.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5360569/

Morte improvvisa del bambino a seguito di vaccinazione Esavalente: uno studio neuropatologico
Abbiamo esaminato un gran numero di vittime della SIDS, sindrome della morte improvvisa del bambino, al fine di evidenziare una possibile relazione causale tra una precedente vaccinazione esavalente e la morte improvvisa del bambino.
Abbiamo selezionato 110 casi sottoposti a esame istologico approfondito del sistema nervoso autonomo e fornito informazioni cliniche e ambientali dettagliate. In 13 casi (11,8%) il decesso si è verificato in associazione temporale con la somministrazione del vaccino esavalente (da 1 a 7 giorni). In nessuna di queste vittime sono state osservate alterazioni dello sviluppo congenite delle principali strutture nervose che regolano le funzioni vitali. In 5 casi era presente solo l’ipoplasia del nucleo arcuato. In un caso in particolare un’encefalite iperacuta acquisita del nucleo del tractus solitarii è stata diagnosticata nel tronco cerebrale.
Questo studio non dimostra una relazione causale tra la vaccinazione esavalente e la SIDS.
Tuttavia, ipotizziamo che i componenti del vaccino potrebbero avere un ruolo diretto nello scatenare un esito letale nei bambini vulnerabili.
In conclusione, sosteniamo la necessità che le morti che si verificano in un breve lasso di tempo dopo la vaccinazione esavalente siano adeguatamente studiate e sottoposte a un esame post mortem, (autopsia seria)in particolare del sistema nervoso autonomo, da un esperto patologo per valutare obiettivamente il possibile ruolo causale del vaccino in SIDS.
Tratto da: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24083600/

In uno studio scientifico sulla SIDS, gli episodi di apnea (arresto della respirazione) e ipopnea (respirazione anormalmente superficiale) sono stati misurati prima e dopo le vaccinazioni DPT.
È stato utilizzato “Cotwatch” (un preciso monitor respiratorio) e sono state analizzate le stampe al computer da esso generate (in integrali della densità ponderata di apnea-ipopnea – WAHD). I dati mostrano chiaramente che la vaccinazione ha causato un aumento straordinario di episodi in cui la respirazione è quasi cessata o si è interrotta completamente. Questi episodi sono proseguiti per mesi dopo le vaccinazioni.
La dottoressa Viera Scheibner, autrice dello studio, ha concluso che “la vaccinazione è la singola causa di morte infantile più diffusa e più prevenibile”.
https://telegra.ph/SIDS-and-Vaccines-Is-There-a-Connection-11-18

INDIA… 96% dei decessi nei bambini indiani che avevano appena ricevuto vaccini pentavalenti, come sia una coincidenza o inclassificabile – 19/01/2020
La dott.essa Swaminathan ha riconosciuto che la comunità del vaccino (gli enti ministeriali della sanità), dovrebbero essere pronti a fornire “un resoconto molto accurato di che cosa esattamente è successo e quale sia la causa delle morti”; sorprendentemente, tuttavia, ha ammesso che, “in molti casi v’è una certa confusione” – con il risultato che “c’è sempre meno fiducia. . . nel sistema sanitario”; i medici indiani hanno esempi ben documentati di una simile ‘offuscamento’, mostrando, ad esempio, come un comitato nazionale della sanità, ha attribuito il 96% dei decessi in bambini indiani, che avevano appena ricevuto vaccini pentavalente sia come una coincidenza o inclassificabile….
Tratto da:
https://childrenshealthdefense.org/news/look-whos-talking-vaccine-scientists-confirm-major-safety-problems/

TENETE presente che la “morte improvvisa” (oggi si  chiama anche infarto) può arrivare anche molto in là negli anni, nei ragazzi, ma anche da adulti, ed è sempre un DANNO da VACCINO fatto in tenera età !

Vaccini avvelenati in Bosnia – 30/12/2008
Elenco di MORTI – PDF (le vere cause non vengono ricercate nelle autopsie….)
Morti per i Vaccini (US) PDF
Piccolo elenco di morti per vaccino
Bambini morti dopo vaccino: http://vactruth.com/2012/01/19/baby-dies-after-first-shots/

In Italia, in 12 mesi nel 2017, sono stati uccisi con i Vaccini, c.a 300 bambini e giovani, e stanno aumentando enormemente !
Bimbi scossi da Vaccino
https://scholar.google.com/scholar?hl=it&as_sdt=0%2C5&q=baby+shaken+syndrome+vaccine&oq=baby+shaken+syndrome+vacc

Vedi qui altro elenco di giovani, bambini, neonati morti per colta dell’esavalente (bomba a tempo):
https://s.docworkspace.com/d/AJJIMPTo8IEd4IzPlZSdFA
Rapporto che dimostra come occultano le morti per i vaccini
Migliaia di bambini UCCISI con i vaccini per l’influenza

Mortalita’ 5 volte superiore dei bambini Vaccinati rispetto a quelli NON vaccinati ! (vedi QUI lo studio dimostrativo)
DPT (diferite, pertosse, tetano)
L’introduzione della difteriale-tetano-pertussis e del vaccino orale per la polio, tra i giovani neonati in una comunità urbana africana: Un “esperimento naturale”….
Il recente studio del Dr. Aaby, il primo confronto randomizzato naturale della mortalità tra i bambini che ricevono il DTP e quelli che non sono vaccinati, ha trovato che i bambini vaccinati con il DTP avevano 10 volte più probabilità di morire nei primi 6 mesi di vita rispetto a quelli non vaccinati.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5360569/

MENO si vaccina, MENO morti ci sono !
http://journals.sagepub.com/doi/10.1177/0960327112440111
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21543527
https://vactruth.com/vaccines-and-mortality-rates/
http://www.stopmandatoryvaccination.com/parent/vaccine-injury/2-month-old-dies-48-hours-after-8-vaccines-owens-mom-speaks-out/

Sanità Usa: “più sono i vaccini inoculati, più crescono la mortalità infantile”
I bambini muoiono di “Sids” a un tasso quasi 8 volte superiore alla norma entro 3 giorni dall’inoculazione del vaccino per: difterite-pertosse-tetano”  – 29/10/2019
E’ ufficiale: i vaccini aumentano il tasso di mortalità infantile.
Lo afferma l’istituto nazionale di sanità Usa, un’agenzia del dipartimento della salute.
“Il dibattito sui vaccini va riaperto: esistono pericoli mortali e ignorati, con prove terrificanti”, afferma Paolo Barnard, che ha scovato uno studio governativo del 2011 condotto da due ricercatori, Neil Miller e Gary Goldman, del “National Center for Biotechnology Information”, una costola dei “National Institutes of Healths”.
Il Centro Nazionale per le Informazioni Biotecnologiche, è una parte della National Library of Medicine (Biblioteca nazionale americana di medicina), che dipende a sua volta dall’Istituto per la salute americano.
Un allarme clamoroso:
da studi statistici emerge che il rapporto tra vaccinazioni e salute è inversamente proporzionale. In altre parole:
più sono i vaccini inoculati, più crescono la mortalità infantile e la “Sids”, sindrome del decesso improvviso infantile.
Un sasso nello stagno, lo studio – largamente ignorato – di Miller e Goldman, condotto in un paese come gli Usa, che impone la somministrazione di 26 dosi-vaccino (ma lasciando ai genitori libertà di obiezione salvo in due Stati, Mississippi e West Virginia). L’analisi però si estende al resto del mondo. E si scopre che, anche nei paesi più poveri, in Africa e in Asia, la mortalità infantile cresce, anziché diminuire, proprio là dove si iniettano più vaccinazioni.

L’analisi della regressione lineare della mortalità infantile media, scrivono i due ricercatori americani, “ha mostrato un’alta correlazione statistica significativa fra l’aumento del numero delle dosi-vaccino e l’aumento dei tassi di mortalità infantile”.
VaccinoGià in premessa, gli studiosi raccomandano:
“E’ essenziale che si faccia uno “screening” urgente della correlazione fra le dosi-vaccino, la loro tossicità biochimica o sinergistica, e il tasso di mortalità infantile”.
Secondo Barnard, “lo studio fa a pezzi Bill Gates” (e la sua GAVI): se pensiamo ai bambini del terzo mondo, ci informa che di gran lunga la maggior causa di mortalità infantile non ha nulla a che vedere con le classiche malattie dell’infanzia, ma con la malnutrizione: li ammazza la fame”. E qui, aggiunge Barnard, viene una clamorosa smentita al “teorema Bill Gates”, che proclama le vaccinazioni di massa nei paesi poveri come via di salvezza dei bimbi……
Nei paesi poveri le vaccinazioni sono diffusissime, anche con tassi superiori al 90%, “eppure hanno lo stesso una “Imr” tragica”.
Per “Imr” si intende “Infant Mortality Rate”. “Per dare un termine di paragone, la “Imr” degli Usa è 6,2 morti su 1.000 parti; il Gambia obbliga i bambini a 22 dosi di vaccini, ma la “Imr” è di 68,8.
La Mongolia somministra lo stesso numero di dosi vaccini, con “Imr” di 39,9”.

“Questo – scrivono Miller e Goldman – prova che la “Imr” in molto del terzo mondo ha assai più a che fare con la malnutrizione, acqua infetta, e sistemi sanitari carenti. Non l’assenza di vaccini”.
Peggio ancora: “Abbiamo scoperto che anche nei paesi in via di sviluppo esiste una relazione inversamente proporzionale fra il numero dei vaccini somministrati e la “Imr”: le nazioni con la peggiore mortalità infantile sono quelle che somministrano ai bambini il maggior numero di vaccini”.
Lo studio torna all’Occidente ricco: gli hanno visto pochissimi progressi nel tasso di mortalità dall’anno 2000, e le tradizionali cause (complicanze da parto), secondo i due ricercatori «non spiegano questo fenomeno».
Miller e Goldman fanno notare che, nel 2009, cinque delle 34 nazioni con il miglior tasso di “Imr” richiedevano solo 12 dosi-vaccino, il numero minore, mentre gli Il quartier generale del Nih, l’istituto nazionale di sanità Usa Stati Uniti ne richiedevano 26, il maggior numero al mondo. Tutto ciò, concludono, ci fornisce «la prova di una correlazione positiva: “Imr” e dosi-vaccino tendono a crescere assieme.

Bimbi morti e vaccini vanno di pari passo, sottolinea Barnard, riportando un’altra frase-chiave dello studio:
“Fra le 34 nazioni ricche analizzate, quelle che richiedono il più alto numero di vaccini, tendono ad avere la peggior “Imr”.
Stessa tendenza per il “decesso improvviso infantile”, in gergo “Sids”, cioè “Sudden Infant Death Syndrome”. «Prima dei programmi di vaccinazione – afferma lo studio governativo Usa – la “Sids” era così rara che neppure veniva citata nelle statistiche della “Imr”, la mortalità infantile”.
E la tempistica è altrettanto allarmante: “Negli Usa le campagne di immunizzazione nazionali iniziarono nel 1960, e per la prima volta nella storia i nostri bambini furono vaccinati contro difterite, pertosse, tetano, polio, morbillo, orecchioni e rosolia.
Improvvisamente – continuano Miller e Goldman – nel 1967 la medicina clinica coniò una nuova forma di mortalità infantile, la “Sids”. E dal National Institutes of Healths1980, la “Sids” è divenuta la maggior causa di mortalità post-neonatale in America”.
Uno studio citato dai due ricercatori “si scoprì che 2/3 degli infanti morti di “Sids” erano stati vaccinati contro difterite-pertosse-tetano appena prima di morire”.

Secondo altri ricercatori citati, Fine e Chen, “i bambini muoiono di “Sids” a un tasso quasi 8 volte superiore alla norma entro 3 giorni dall’inoculazione contro difterite-pertosse-tetano”.
Un terzo studio documenta il caso di un infante di tre mesi, morto di “Sids” dopo una inoculazione di 6 vaccini contemporaneamente: “Questo caso ci offre un allarme unico nel capire il possibile ruolo di queste vaccinazioni nel causare morti improvvise in bambini vulnerabili”.
Infatti, avvertono gli scienziati, “senza studi anatomopatologici su larga scala di questi decessi infantili, alcuni casi chiaramente correlati alle vaccinazioni verranno ignorati”.
Queste informazioni, sottolinea Barnard, sono “documentazione scientifica ufficiale al più alto livello sanitario tecnologico del mondo, quello degli Usa», il cui governo è anche «il promotore mondiale dei vaccini”.
E lo studio è del 2011: “Loro sapevano che i vaccini possono uccidere”. Iniezioni potenzialmente pericolose: secondo la ricerca, è imprudente somministrare vaccini senza prima aver valutato la capacità del bambino di reggere a quella sollecitazione biochimica.
Tratto da: attivo.tv

Esistono degli studi, pubblicati da riviste scientifiche che hanno esaminato la possibile relazione tra Sindrome della Morte in Culla (SIDS) e il vaccino esavalente
“Per esempio, in uno studio è dichiarato che i bambini avevano 23 volte in più le probabilità di morire nel giro di 2 giorni dopo la loro quarta dose di vaccino esavalente”.
Sudden and unexpected deaths after the administration of hexavalent vaccines (diphtheria, tetanus, pertussis, poliomyelitis, hepatitis B, Haemophilius influenzae type b): is there a signal?” (Decessi improvvisi e imprevisti dopo la somministrazione di vaccini esavalenti (difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilius influenzae di tipo b): c’è un segnale?).

Lo studio tedesco diceva che la mortalità si alzava improvvisamente nel secondo anno di vita, dove la possibilità di morte del bambino aumentava dopo un giorno  o dopo 2 giorni  dalla somministrazione dell’esavalente
Le autopsie di bambini morti dopo aver ricevuto l’iniezione di vaccino esavalente “hanno mostrato tracce anomale nel cervello, comprese neuropatologie anormali”
A modified self-controlled case series method to examine association between multidose vaccinations and death», comparso su Stat Med 2011 30 (6) (pp.666-667)
Lo studio italiano  parla di “solo” tre bimbi morti tra il 2005 e il 2009.
Nel caso la causa fosse il vaccino, ci chiediamo, bisogna ritenere questo sacrificio accettabile ? Secondo quale giurisprudenza ? Secondo quale filosofia ?
Sudden Unexpected Deaths and Vaccinations during the First Two Years of Life in Italy: A Case Series Study” (“Morti e vaccinazioni improvvise improvvise durante i primi due anni di vita in Italia: un caso di studio”) è un paper comparso su PloS One il 26 gennaio 2011.
Per i particolari vedi QUI: http://www.renovatio21.com/morte-in-culla-e-vaccino-esavalente

RICHIESTA di CHIARIMENTO all’EMA (EU) sulle  MORTI in CULLA  (SIDS) sono…. OCCULTATE

Lo PSUR (Periodic Safety Update Report) è una valutazione periodica del rapporto beneficio-rischio di un medicinale e fornisce un’analisi della sua sicurezza ed efficacia durante il suo ciclo di vita. La presentazione di uno PSUR all’autorità competente è normata a livello europeo e deve seguire le relative procedure e tempistiche. Come potete immaginare è un elemento di enorme importanza, il produttore di un medicinale approvato in Europa ha l’obbligo di presentare un rapporto periodico di aggiornamento sulla sicurezza e l’ente di controllo, nel nostro caso l’Agenzia europea per i medicinali EMA, deve verificare la conformità di tali rapporti, a garanzia costante della sicurezza del medicinale.

Nel 2018 avevamo pubblicato una serie di campagne di sensibilizzazione e una di queste campagne, sui casi di Sids occultati, riguardava una pubblicazione del Dott. J. Puliyel e del Dott. Sathyamala, che denunciava che erano stati cancellati dei decessi per SIDS correlati alla vaccinazione esavalente nell’ultima relazione sulla sicurezza del vaccino Infanrix Hexa (PSUR 19) presentata da GlaxoSmithKline nel 2015 ad EMA.

Ciò che per la nostra associazione era meritevole di attenzione, oltre al fatto che era stata la dott.ssa Loretta Bolgan a rilevare quell’omissione e comunicarla ai ricercatori indiani, era che l’EMA non se ne era assolutamente accorta.

Citiamo una frase emblematica della ricerca: “Se queste morti non fossero state cancellate, le morti dopo la vaccinazione sarebbero state significativamente superiori a quanto previsto per caso. Il produttore avrebbe dovuto ammettere all’EMA che il loro vaccino era la causa di tali morti in eccesso”.

A distanza di un anno abbiamo ripreso la questione delle omissioni dei PSUR da parte di GSK e il mancato controllo da parte dell’EMA, protocollando all’Agenzia Europea dei Medicinali una formale richiesta di chiarimenti e di verifiche.

Siamo determinati e convinti che nel breve-medio periodo potremmo avere più dati su questa omissione, sicuramente dopo una prima fase formale, in assenza di chiare e risolutive risposte, ne potranno conseguire tutta una serie di denunce agli enti competenti a livello europeo e internazionale, perché è per noi abbastanza chiaro come anche la verifica documentale sulla sicurezza dei farmaci (vaccini compresi), sia altamente carente e non sufficiente a nostro avviso per garantire uno standard di sicurezza.

Non escludiamo quindi di aprire un nuovo progetto: finanziare un’analisi approfondita di tutti gli PSUR dei vaccini commercializzati in Europa e, con i nostri partner esteri, aprire un lungo ed interessante periodo di denunce per qualsiasi non conformità documentale riscontrata !
Noi non smetteremo fino a che non otterremo totale libertà di scelta terapeutica, su questo non arretriamo !
By: Corvelva Staff
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/le-comunicazioni/richiesta-di-chiarimento-all-ema-sulle-morti-in-culla-cancellate-dai-report-glaxosmithkline.html

FDA: Indagare sui Virus nelle cellule utilizzate per
produrre Vaccini; e valutare la potenziale minaccia posta, dalla trasmissione di virus agli umani.

Principal Investigator: Arifa S. Khan, PhD – Office / Division / Lab: OVRR / DVP / LR – 2018
Politico della Lega, afferma, i danneggiati da vaccino ci sono !
vedi le recenti Conclusioni della Commissione Italiana Uranio Impoverito, indagine sui vaccini per militari:
Relazione Finale della Commissione Uranio Impoverito 2013
Relazione finale di ulteriore indagine sui Vaccini di detta Commissione 2018
vedi anche:
2.500 studi medico clinico scientifici che dimostrano i GRAVI DANNI dei VACCINI
La letteratura medica ha un numero sorprendente di studi che documentano il fallimento e tossicita’ dei vaccini.
vedi: Effetto Gregge + 200 anni di fallimenti e inazione dei vaccini !

Ecco cosa avviene con farmaci e Vaccini nei corpi sani, specie quelli dei Bambini !
ANAFILASSI con i VACCINI e farmaci (Vitamina K1 = Konakion e Tachipirina = Paracetamolo)
Il termine inglese “aphylaxis” fu coniato nel 1902 da Charles Richet e successivamente modificato in anaphylaxis, che deriva dalle parole greche ἀνά (“contro”), e φύλαξις (“protezione”). Richet fu insignito nel 1913 del premio Nobel per la medicina per i suoi studi al riguardo.
L’anafilassi è definita come «una grave reazione allergica a rapida comparsa e che può causare anche la morte. Nelle forme più gravi si parla di “shock anafilattico”. È causata da una particolare forma di ipersensibilità, comunemente detta “allergia”, verso una sostanza antigenica (detta allergene, come quelli contenuti nei vaccini=antigeni e contaminanti od adiuvanti).

L’anafilassi è una reazione acuta e violenta dell’organismo verso un particolare antigene o allergene (sostanza normalmente innocua che in taluni individui scatena manifestazioni allergiche; ne sono esempio i Vaccini, i veleni iniettati con essi ed alcuni farmaci, in particolare la penicillina od ad esempio anche dall’ape al momento della puntura).
Affinché questa reazione, mediata da una brusca, generale ed anomala attivazione del sistema immunitario, in genere attivata dai Vaccini e le loro sostanze tossiche. – vedi: Danni dei Vaccini

USA – I tassi di vaccinazione infantile per primi in Mississippi = Mortalità infantile più alta – 06/03/2019
l Mississippi è il più alto negli Stati Uniti con il più alto tasso di mortalità infantile a 10 decessi ogni 1000 nati vivi.
Fonti: American’s Health Rankings , Kaiser Family Foundation .
Health Impact News Editor
Lindey Magee dei genitori del Mississippi per i diritti dei vaccini ha ha recentemente commentato un articolo pubblicato su Clarion Ledger del Mississippi in prima pagina: 99,7 della cosiddetta “copertura vacccinale“, = mortalita’ infantile piu’ alta negli US

Il Mississippi ha il più alto tasso di vaccinazione infantile perché è uno dei due soli Stati negli Stati Uniti che non consente ai genitori una scelta riguardo ai vaccini, come requisito per frequentare la scuola. Solo un medico può fornire una deroga, in quanto non sono consentite esenzioni religiose e filosofiche.
Il Clarion Ledger era ovviamente orgoglioso dei suoi tassi di vaccinazione e molti in tutto il paese vogliono seguire il loro modello e rimuovere la scelta del vaccino da genitori e famiglie.
Lindey Magee , tuttavia, non crede che il Mississippi dovrebbe essere così orgoglioso dei suoi tassi di vaccinazione, dato il fatto che il Mississippi è primo negli Stati Uniti con il più alto tasso di mortalità infantile e punteggi molto bassi in altre figure chiave per la salute dei bambini:
Per essere chiari, classificarsi come lo stato più altamente vaccinato, NON è qualcosa di cui essere orgogliosi.
Stati più istruiti stanno vedendo sempre più genitori rinunciare ad alcune delle 49 dosi di vaccini somministrate ai nostri figli prima dell’asilo.
La prima posizione nella conformità alle vaccinazioni indica solo che le famiglie del Mississippi vengono sfruttate per la loro reputazione di ignoranza e mancanza di istruzione. È un imbarazzo, non un distintivo d’onore.
Come cittadini di questo stato, è tempo di prendere atto della legge sul vaccino arcaico del nostro stato. Come è ora, lo stato del Mississippi richiede che i bambini vengano prima vaccinati prima che un genitore possa iniziare la lunga e lunga battaglia per assicurare il bambino ferito da ulteriori danni. Questo è barbaro!
Nel frattempo, quarantotto altri stati più sani forniscono deroghe al vaccino religioso e / o filosofico.
Mentre abbiamo i più alti tassi di vaccinazione, il Mississippi ha anche il più alto tasso di mortalità infantile negli Stati Uniti. Tenete presente che gli Stati Uniti sono il paese più altamente vaccinato al mondo; Consideriamo ora che, come nazione, il nostro tasso di mortalità infantile scende al di sotto di 27 altri paesi ricchi, alcuni dei quali non impongono nemmeno i vaccini !
Il Mississippi ha la popolazione pediatrica più altamente vaccinata al mondo .
Perché allora siamo MENO sani ?
Sì, la povertà e il cibo spazzatura, ecc. Giocano un ruolo, ma troppi vaccini troppo presto non possono essere ignorati.
Imploro coloro che acquistano questo concetto di “vaccini obbligatori” che usare malattie gravemente pericolose come la poliomielite e il vaiolo per vendere più di 30 mesi di vaccini a tutti i bambini entro sei mesi.
Sono nato nel 1979 e ho ricevuto 10 dosi di vaccini dalla scuola superiore. Dove finirà ?
La medicina obbligatoria è una pista scivolosa e sta colpendo una generazione di bambini vaccinati !
Tratto da:
http://healthimpactnews.com/2014/mississippi-first-in-infant-vaccination-rates-last-in-infant-mortalities/

Nesso di causalità fra la somministrazione dei vaccini DPT ed OPV; i dati originari presenti nello studio scientifico di Griffin et al. (1988) portano in rilevo tre importanti fenomeni:
– 1. per i bambini più piccoli, la morte avviene prima rispetto a neonati di età superiore, mentre i bambini più grandi impiegano più tempo prima di arrivare al decesso;
– 2. vi è sensibilizzazione, cioè aumento delle reazione immunologiche (anafilassi) dopo le successive dosi di richiamo;
– 3. si verifica un aumento del numero di decessi con il crescente intervallo dalla vaccinazione, con possibili reazioni avverse slatentizzate, che rappresentano una regola piuttosto che l’eccezione

È interessante notare come negli studi scientifici del ricercatore Dr. Torch (1982 e 1986) si giunga in modo indipendente alla medesima osservazione dell’ingegnere Leif Karlson e della ricercatrice Dr.ssa Viera Scheibner:
“…vi è un aumentato numero di decessi, col crescente intervallo fra la somministrazione dei vaccini, l’aumento del numero di iniezioni e l’aumentare dell’età” (vedi qui sotto)

L’incidenza della sindrome della morte improvvisa infantile SIDS è cresciuta da:
0,55 per 1000 nati vivi nel 1953 a 12,8 per 1000 nel 1992 nella contea di Olmstead, nel Minnesota.
L’incidenza di picco per la SIDS è da 2 a 4 mesi l’intervallo di tempo esatto durante il quale vengono somministrati i primi vaccini ai bambini. L’85% dei casi di SIDS si verifica nei primi 6 mesi dell’infanzia.
L’aumento della SIDS come percentuale del numero totale di decessi infantili è passato da 2,5 per 1000 nel 1953 a 17,9 per 1000 nel 1992.
Questo aumento delle morti da SIDS si è verificato in un periodo in cui quasi tutte le malattie infantili stavano diminuendo a causa delle migliori condizioni igienico-sanitarie e del progresso in materia medica. Queste morti da SIDS sono aumentate durante un periodo in cui il numero di vaccini somministrati a un bambino era in costante aumento fino a 36 per bambino .

Il Dr. W. Torch è stato in grado di documentare 12 decessi in neonati che sono comparsi fra le 3 ore e ½ e le 19 ore dall’immunizzazione DPT (Trivalente). In seguito ha riportato 11 nuovi casi di morte di SIDS e un quasi-incidente che si erano verificati entro 24 ore dall’iniezione di DPT.
Quando ha studiato 70 casi di SIDS, due terzi di queste vittime erano stati vaccinati da mezza giornata fino a 3 settimane prima della loro morte. Nessuno di questi decessi è stato attribuito ai vaccini.
I vaccini sono una vacca sacra e nulla contro di loro appare nei mass media perché sono così redditizi per le aziende farmaceutiche.

C’è una ragione valida per pensare che i vaccini non hanno alcun valore nella prevenzione della malattia; sono controproducenti perché alterano (e danneggiano) il sistema immunitario e/o l’espressività di una o più frazioni del genoma facilitando la manifestazione di cancro, malattie autoimmuni e SIDS con disabilità e morte.

Torch WS – Diptheria-pertussis-tetanus (DPT) immunizations: a potential cause of the sudden infant death syndrome (SIDS) Neurology 1982; 32-4 A169 abstract.

Nello studio che segue vengono tratte delle conclusioni che escludono il nesso causale ma confermano quello temporale.
Credo che i tempi del “vincere facile” siano ormai agli sgoccioli per certa pseudo-scienza legata alle case farmaceutiche.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK234368/  –  qui la traduzione italiana: https://tinyurl.com/y7qodhgk

Il Rapporto GSK (Glaxo) che evidenzia l’occultamento delle morti infantili post-vaccinali
vedi anche QUI:
https://autismovaccini.org/2018/10/08/vaccino-esavalente-e-sids-prova-documentata-di-un-altro-insabbiamento/

Oltre alla Sindrome della morte improvvisa (SIDS), possiamo aggiungere ora anche la sindrome della morte fetale improvvisa:
– la morte fetale inaspettata e inspiegabile, dopo la 25a settimana di gestazione, è la singola causa di decesso più frequente nel periodo perinatale; la sua incidenza è circa 10 volte superiore a quella della SIDS;
– l’incidenza della morte fetale inaspettata nei Paesi occidentali è di circa una su 150 gravidanze secondo i dati del rapporto 2006, Neonatal and perinatal mortality: country, regional and global estimates, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Con tutta probabilità vi è un nesso fra le vaccinazioni subite dalla madre prima o durante la gestazione e la morte fetale.

Già nel 1965, un famoso patologo di Lipsia, il Dr. P. F. Mahnke, pubblicò una ricerca intitolata “Morte improvvisa nell’infanzia e vaccinazioni avvenute in precedenza” (1). Da quel momento in poi, molti altri lavori hanno sottolineato questa relazione tra vaccini e SIDS (2, 3).
Negli USA, su 70 casi di morte in culla selezionati a caso, si è evidenziato che ben il 66% dei bambini deceduti aveva ricevuto il vaccino DTP (antidifterico-antitetanico-antipertossico) poco tempo prima della morte.

Interessante è anche l’esperienza giapponese:
– Nel 1975 il governo giapponese ferma la vaccinazione DTP per due mesi e successivamente porta l’età vaccinale a 2 anni:
le segnalazioni dei casi di SIDS arrivano quasi ad azzerarsi.
– Nel 1988 numerosi genitori vengono convinti (da una campagna pubblicitaria condotta dai media) a vaccinare i loro figli a partire dal 3° mese di vita e in 4 anni (fino al 1992) la mortalità per SIDS sale dallo 0,07% (dati del 1980) allo 0,33%, con un aumento di ben 4,7 volte.
– Nel 1993, a causa delle numerose domande di indennizzo ricevute, il Giappone interrompe la vaccinazione DTP e rende facoltative tutte le vaccinazioni.

1 – Mahnke P. F. Plötzlicher Tod im Kindesalter und vorausgegangene Schutzimpfungen. In: Buchwald G. Vaccinazioni: il business della paura. Quello che ogni genitore dovrebbe sapere. CIVIS, Massagno (Lugano), 2000, pag. 169.
2 – Silvers,L.E. Ellenberg,S.S. Wise,R.P. Varricchio,F.E. Mootrey,G.T. & Salive,M.E. The epidemiology of fatalities reported to the vaccine adverse event reporting system 1990-1997. Pharmacoepidemiol.Drug Safety 10 (4); 279; 2001.
3 – Silvers LE, Varriccho FE, Ellenberg SS, Krueger CL, Wise RP, Salive ME. Pediatric deaths reported after vaccination: The utility of information obtained from parents. American Journal of Preventive Medicine 22: 170; 2002.
4 – Scheibner V. Vaccination: 100 years of orthodox research shows that vaccines represent a medical assault on the immuno system. Australian Print Group, 1993.
5 – Ridgway et al. Disputed claims for pertussis vaccine injuries under the National Vaccine Injiury Compensation Program. J Investig Med 1998; 46: 168-174.
6 – Matturri L., Ottaviani G., Lavezzi A.M. Techniques and criteria in pathologic and forensic-medical diagnostics of sudden unexpected infant and perinatal death. Am J Clin Pathol 2005: 124:259-268.
7 – Cfr http://www.unimi.it/cataloghi/risultati_ricerca/Relazioni2006/168.1.pdf
8 – Ottaviani G., Matturri L., Bruni B., Lavezzi A.M. Sudden infant death syndrome “gray zone” disclosed only by a study of the brain stem on serial sections. J Perinat Med 2005; 33: 165-169.
9 – Matturri L., Ottaviani G., Lavezzi A.M. Unexpected sudden death related to medullary brain lesions. Acta Neuropathol (Berl) 2005; 109: 554-555.

PUBMED, è la banca dati bibliografica biomedica internazionale, prodotta dalla National Library of Medicine (USA), adesso è chiaro che c’è nesso tra Sids e VACCINI ! – 21/03/2014

Estratto:
Abbiamo esaminato un gran numero di vittime della sindrome della morte improvvisa del lattante al fine di evidenziare una possibile relazione causale tra una precedente vaccinazione esavalente e la morte improvvisa del bambino.
Abbiamo selezionato 110 casi sottoposti ad esame istologico approfondito del sistema nervoso autonomo e forniti di informazioni cliniche e ambientali dettagliate. In 13 casi (11,8%) il decesso si è verificato in associazione temporale con la somministrazione del vaccino esavalente (da 1 a 7 giorni).
In nessuna di queste vittime sono state osservate alterazioni dello sviluppo congenito delle principali strutture nervose che regolano le funzioni vitali. Solo l’ipoplasia del nucleo arcuato era presente in 5 casi.
In un caso, in particolare, nel tronco cerebrale è stata diagnosticata un’encefalite iperacuta acquisita del nucleo solitario del tractus.
Questo studio non dimostra una relazione causale tra la vaccinazione esavalente e la SIDS. Tuttavia, ipotizziamo che i componenti del vaccino potrebbero avere un ruolo diretto nel provocare un esito letale nei bambini vulnerabili. In conclusione, sosteniamo la necessità che le morti che si verificano in un breve lasso di tempo dopo la vaccinazione esavalente siano adeguatamente studiate e sottoposte ad un esame post-mortem in particolare del sistema nervoso autonomo da un patologo esperto per valutare obiettivamente il possibile ruolo causale del vaccino in SIDS.
Tratto da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24083600

Commento NdR: anche se lo dicono in modo “soft”…..altrimenti non l’avrebbero pubblicato….ma danno indicazioni certe almeno sulle conseguenze degli adiuvanti/contaminanti dei Vaccini !  le autopsie fatte fino ad ora sono servite solo a coprire i DANNI dei VACCINI, in quanto non hanno cercato dove dovevano farlo, né hanno cercato le sostanze vaccinali ed i virus ingegnerizzati dei vaccini !

Sindrome da morte improvvisa infantile (SIDS) poco dopo la vaccinazione esavalente: un’altra patologia in sospetta SIDS ?
“Qui riportiamo il caso di una bambina di 3 mesi che muoia improvvisamente e inaspettatamente poco dopo aver ricevuto una vaccinazione esavalente. L’esame del tronco cerebrale su sezioni seriali rivelava l’ipoplasia bilaterale del nucleo arcuato. Il sistema di conduzione cardiaca presentava una dispersione fetale persistente e una degenerazione di riassorbimento. Questo caso offre una visione unica del possibile ruolo del vaccino esavalente nell’innescare un esito letale in un bambino vulnerabile. Qualsiasi caso di morte improvvisa e inaspettata che si verifichi perinatalmente e durante l’infanzia, specialmente subito dopo una vaccinazione, dovrebbe sempre essere sottoposto a uno studio completo di necroscopia secondo le nostre linee guida “.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/16231176/

Ecco cosa trovate nei VACCINI:
Senza commento… “Potassium chloride”: Cloruro di potassio, per arrestare il cuore…infatti lo usano nella camera della morte, nei penitenziari US….ecco perche’ muoiono tanti bambini di morte in culla (SIDS)
CDC: lista degli ingredienti dei vaccini
https://www.cdc.gov/vaccines/pubs/pinkbook/downloads/appendices/B/excipient-table-2.pdf

Ecco cosa è divenuto scientificamente provato,  sulla vaccinazione esavalente (tratto da Facebook dalla pagina del medico)


Sempre Roberto Petrella ribadisce che:
Dal libro di KENNEDY, NIPOTE del PRESIDENTE della REPUBBLICA AMERICANA UCCISO, gli scienziati hanno identificato i vaccini HPV come i più pericolosi SOMMINISTRATI a questa fascia di età (12 anni), causando il 65,9 % di tutte le segnalazioni di gravi eventi avversi, tra cui il 62% dei decessi, il 66% delle reazioni potenzialmente letali e l’80% di tutte le disabilita’ permanenti.
COME SI FA A CONSIGLIARE QUESTO VACCINO, CHE NON SERVE A NULLA ED È PERICOLOSISSIMO ? RITIRATE QUESTO VACCINO. GENITORI NON VACCINATE I VOSTRI FIGLI E FIGLIE DAL VACCINO HPV. DOPO, NON SERVE PIANGERE….

Net Protect:
La classificazione perversa dell’OMS deve essere duramente contestata, altrimenti molti decessi infantili post-vaccinazione rimarranno nascosti per sempre…
In questo intervento di Jacob Puliyel (Pediatra indiano esperto in danni da vaccinazioni) viene mostrato come vengono artefatti i dati dai sistemi di rilevazione delle reazioni avverse da vaccini. “Guidelines for reporting adverse reactions”.
Convegno dell’ONB “Vaccinare in sicurezza” – Roma, 25 gennaio 2019
In Italia (e non solo) i decessi infantili dovuti ai vaccini, non sono solo quelli che avvengono nell’immediato, ma anche quelli che si verificano a distanza di anni..
Genitori responsabili informatevi.
–  http://www.territorioscuola.com/videores/watch/YDvKZIQmD_0

E’ UFFICIALE:
Coi vaccini aumenta la mortalità infantile, lo dice la sanità US – 06/10/2017
I vaccini aumentano il tasso di mortalità infantile. Lo afferma l’istituto nazionale di sanità Usa, un’agenzia del dipartimento della salute. “Il dibattito sui vaccini va riaperto: esistono pericoli mortali e ignorati, con prove terrificanti”, afferma Paolo Barnard, che ha scovato uno studio governativo del 2011 condotto da due ricercatori, Neil Miller e Gary Goldman, del “National Center for Biotechnology Information”, una costola dei “National Institutes of Healths”.
Un allarme clamoroso: da studi statistici emerge che il rapporto tra vaccinazioni e salute è inversamente proporzionale. In altre parole: più sono i vaccini inoculati, più crescono la mortalità infantile e la “Sids”, sindrome del decesso improvviso infantile. Un sasso nello stagno, lo studio – largamente ignorato – di Miller e Goldman, condotto in un paese come gli Usa, che impone la somministrazione di 26 dosi-vaccino (ma lasciando ai genitori libertà di obiezione salvo in due Stati, Mississippi e West Virginia). L’analisi però si estende al resto del mondo. E si scopre che, anche nei paesi più poveri, in Africa e in Asia, la mortalità infantile cresce, anziché diminuire, proprio là dove si iniettano più vaccinazioni.

L’analisi della regressione lineare della mortalità infantile media, scrivono i due ricercatori americani, “ha mostrato un’alta correlazione statistica significativa fra l’aumento del numero delle dosi-vaccino e l’aumento dei tassi di mortalità infantile”.
Già in premessa, gli studiosi raccomandano: “E’ essenziale che si faccia uno “screening” urgente della correlazione fra le dosi-vaccino, la loro tossicità biochimica o sinergistica, e il tasso di mortalità infantile”. Secondo Barnard, “lo studio fa a pezzi Bill Gates: se pensiamo ai bambini del terzo mondo, ci informa che di gran lunga la maggior causa di mortalità infantile non ha nulla a che vedere con le classiche malattie dell’infanzia, ma con la malnutrizione: li ammazza la fame”. E qui, aggiunge Barnard, viene una clamorosa smentita al “teorema Bill Gates”, che proclama le vaccinazioni di massa nei paesi poveri come via di salvezza dei bimbi.
Nei paesi poveri le vaccinazioni sono diffusissime, anche con tassi superiori al 90%, «eppure hanno lo stesso una “Imr” tragica».
Per “Imr” si intende “Infant Mortality Rate”. «Per dare un termine di paragone, la “Imr” degli Usa è 6,2 morti su 1.000 parti; il Gambia obbliga i bambini a 22 dosi di vaccini, ma la “Imr” è di 68,8. La Mongolia somministra lo stesso numero di dosi vaccini, con “Imr” di 39,9».
“Questo – scrivono Miller e Goldman – prova che la “Imr” in molto del terzo mondo ha assai più a che fare con la malnutrizione, acqua infetta, e sistemi sanitari carenti. Non l’assenza di vaccini». Peggio ancora: «Abbiamo scoperto che anche nei paesi in via di sviluppo esiste una relazione inversamente proprorzionale fra il numero dei vaccini somministrati e la “Imr”: le nazioni con la peggiore mortalità infantile sono quelle che somministrano ai bambini il maggior numero di vaccini.
Lo studio torna all’Occidente ricco: gli hanno visto pochissimi progressi nel tasso di mortalità dall’anno 2000, e le tradizionali cause (complicanze da parto), secondo i due ricercatori «non spiegano questo fenomeno, Miller e Goldman fanno notare che, nel 2009, cinque delle 34 nazioni con il miglior tasso di “Imr” richiedevano solo 12 dosi-vaccino, il numero minore, mentre gli Stati Uniti ne richiedevano 26, il maggior numero al mondo. Tutto ciò, concludono, ci fornisce “la prova di una correlazione positiva: “Imr” e dosi-vaccino tendono a crescere assieme”.

Bimbi morti e vaccini vanno di pari passo, sottolinea Barnard, riportando un’altra frase-chiave dello studio: «Fra le 34 nazioni ricche analizzate, quelle che richiedono il più alto numero di vaccini, tendono ad avere la peggior “Imr”.
Stessa tendenza per il “decesso improvviso infantile”, in gergo “Sids”, cioè “Sudden Infant Death Syndrome”.
“Prima dei programmi di vaccinazione – afferma lo studio governativo Usa – la “Sids” era così rara che neppure veniva citata nelle statistiche della “Imr””, la mortalità infantile.
E la tempistica è altrettanto allarmante: “Negli Usa le campagne di immunizzazione nazionali iniziarono nel 1960, e per la prima volta nella storia i nostri bambini furono vaccinati contro difterite, pertosse, tetano, polio, morbillo, orecchioni e rosolia. Improvvisamente – continuano Miller e Goldman – nel 1967 la medicina clinica coniò una nuova forma di mortalità infantile, la “Sids”.
E dal 1980, la “Sids” è divenuta la maggior causa di mortalità post-neonatale in America. Uno studio citato dai due ricercatori «scoprì che 2/3 degli infanti morti di “Sids” erano stati vaccinati contro difterite-pertosse-tetano appena prima di morire”.

Secondo altri ricercatori citati, Fine e Chen, “i bambini muoiono di “Sids” a un tasso quasi 8 volte superiore alla norma entro 3 giorni dall’inoculazione del vaccino per la difterite-pertosse-tetano“.
Un terzo studio documenta il caso di un infante di tre mesi, morto di “Sids” dopo una inoculazione di 6 vaccini contemporaneamente: «Questo caso ci offre un allarme unico nel capire il possibile ruolo di queste vaccinazioni nel causare morti improvvise in bambini vulnerabili». Infatti, avvertono gli scienziati, «senza studi anatomopatologici su larga scala di questi decessi infantili, alcuni casi chiaramente correlati alle vaccinazioni verranno ignorati».
Queste informazioni, sottolinea Barnard, sono “documentazione scientifica ufficiale al più alto livello sanitario tecnologico del mondo, quello degli Usa”, il cui governo è anche «il promotore mondiale dei vaccini”. E lo studio è del 2011: “Loro sapevano che i vaccini possono uccidere”. Iniezioni potenzialmente pericolose: secondo la ricerca, è imprudente somministrare vaccini senza prima aver valutato la capacità del bambino di reggere a quella sollecitazione biochimica.
Tratto da: complottisti.com

DOCUMENTAZIONE scientifica dei DANNI cerebrali dei Vaccini = anche Morte:
https://www.notizieora.it/salute-benessere/vaccini-causano-morte-bambino-21-mesi-per-encefalite-caso-documentato-con-risultati-biopsia/
La biopsia ha rivelato che l’encefalite del bambino, che lo ha ucciso, e’ stata provocata dal virus vaccinale del morbillo
Caso pubblicato si PubMed:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10589903

Elenco di bambini e giovani Morti (per cause dicono falsamente “naturali”, in realta’ le autopsie sono pilotate, per MAI cercare le cause vaccinali, cioe’ le sostanze tossiche dei vaccini che si depositano specie nel cervello ed altri organi, impedendo le loro normali Funzioni Vitali ! – vedi qui un elenco aggiornato ai primi del 2019
https://drive.google.com/open?id=1DawrdQjl-3FDj1u8ehGBU89vNz3rXrYr

ESAVALENTE UCCIDE: Bambino ucciso dopo e con il vaccino !

STRAGE di BAMBINI da VACCINAZIONE ESAVALENTE – 2017
COMUNICATO STAMPA della SOCIETA’ITALIANA di ADOLESCENTOLOGIA e MEDICINA dell’ADOLESCENZA

DENUNCIA PER STRAGE da VACCINAZIONE ESAVALENTE CONTRO IGNOTI ed ESPOSTO CONTRO il MINISTRO LORENZIN  ed i  VERTICI della  SANITA’ ITALIANA, della SOCIETA’ ITALIANA di ADOLESCENTOLOGIA e MEDICINA dell’ADOLESCENZA (SIAd) e RICHIESTA al GOVERNO di DIMISSIONI IMMEDIATE del PRESIDENTE del CONSIGLIO SUPERIORE della SANITA’ e dei VERTICI della SANITA’ ITALIANA

Alla luce dei dati riportati nello “Expertize sui rischi per la vita e la salute dei bambini e degli adulti dalla vaccinazione esavalente”, a cura del prof. Giuseppe R. Brera, ed in pubblicazione sul Giornale Italiano di Adolescentologia e Medicina dell’adolescenza e presso l’editoria dell’Università Ambrosiana, la SIAd ha presentato alla magistratura una DENUNCIA per strage in quanto, da un importante lavoro epidemiologico del 2011, Giuseppe Traversa Stefania Spila-Alegiani,  Stefania   Salmaso, Marta Ciofi degli Atti er  al.   with the HERA  Study  Group  Sudden Unexpected Deaths and Vaccinations during the First Two Years of Life in Italy: A Case Serie Study PloS One. 2011; 6(1): e16363 – Published online 2011 Jan26. doi:  10.1371/journal.pone.001636
…appare la verità che  tra il 1999 e il 2004 è avvenuta una strage di bambini a seguito della vaccinazione esavalente e che questa sia continuata sotto silenzio e senza dati epidemiologici a causa delle omissioni dei vertici della sanita’ italiana.
A seguito di una dose di vaccinazione esavalente sono deceduti  52  bambini da 0 a a 14 gg dalla vaccinazione esavalente di cui:
– 8 entro 1 giorno
– 34 tra    0-7 gg
– 10  tra  7-14 gg

degli 8 entro 1 giorno:
1 da vaccino esavalente Exavac, (Sanofi Pasteur SA. Campus Merieux. 1541 Avenue Marcel Merieux) F-69280 Marcy L’Etoile.  3 da vaccino Infanrix Hexa (Glaxo-SmithKline – GSK), 4 da altri vaccini esavalenti.
Oltre ai gravi rischi di auto-immunità (per gli adiuvanti e l’uso di cellule di feti umani abortiti per la fabbrica dei vaccini MMRV (MorbilloParotite, Pertosse, Varicella)  e la certezza della depressione immunitaria i cui effetti mortali non sono registrati ma che ha provocato il decesso di un bambino nel Gennaio del 2018.
Secondo le stime del rischio dal 2004 al 2017 vi sarebbero stati c.a.  166 decessi di bambini, a causa della vaccinazione esavalente,  senza tenere in conto i decessi ignoti per depressione immunitaria e l’avvio di malattie immunitarie…

La SIAd ha depositato il 7 Settembre 2018, l’allegata denuncia per strage ed un esposto  contro il ministro Lorenzin e i vertici della Sanità Italiana per  gravi omissioni e per avere diffuso nel 2017  una guida sulle controindicazioni ai vaccini datata del 2009, non aggiornata e con gravi omissioni e errori,  diffusa con  lettera circolare e per non avere considerato la letteratura scientifica, mettendo a grave rischio la popolazione infantile e adulta e permettendo il perpetrarsi della “strage”, passata sotto silenzio e secondo le stime del rischio, continuata e in atto.
“Circolare recante prime indicazioni operative per l’attuazione del decreto legge 7 giugno 2017, n. 73, recante “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale” (Gazzetta ufficiale n. 130 del 7-6-2017), disponibile su Internet:
http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=2017&codLeg=59569&parte=1%20&serie=null
I dati documentati dalla SIAd sono gravissimi e la Società ha chiesto ai parlamentari a e al governo una commissione parlamentare d’inchiesta.
La SIAd ha denunciato il fatto che le case produttrici,  non abbiano citato né citano la morte improvvisa (NdR – vedi: SIDS) come effetto avverso, e che l’AIFA abbia comunque commercializzato i vaccini senza considerare la letteratura scientifica sulla materia.

Alla luce dei dati la SIAd  ha richiesto al Ministro degli Interni la dovuta immediata sospensione dell’applicazione della Legge citata in quanto risulta assolutamente pericolosa per la vita dei bambini (“roulette russa”), come documentato nella denuncia e dell’expertize, per la loro salute e quella degli adulti, per bloccare la strage, che sta passando e è passata sotto silenzio anche mediatico.

La SIAd ha chiesto inoltre le immediate dimissioni dei responsabili dei vertici della sanità italiana per le gravi omissioni scientifiche e l’avvio di una commissione parlamentare d’inchiesta da parte della Camera dei deputati, per indagare sulle responsabilità della strage e sul non aggiornamento della guida alle controindicazioni della vaccinazione. .
E’ impensabile che il Ministero Lorenzin abbia diffuso  diffuso nel 2017 una guida del 2009 senza pensare ad aggiornarla e che vi sia stato un DL su una materia così delicata per la salute della popolazione, con gravi responsabilità dello ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi per avere fatto un DL su una legge cosi’ delicata, bypassando le commissioni.
Dai dati sull’aumento della mortalità infantile nel periodo 0-14 gg (rischio 2,6 vaccino Infanrix-Glaxo) tra 0-7 GG dopo la vaccinazione esavalente.
Dai dati emerge che sono  attese morti improvvise nella misura di ca 8-9 l’anno  (“roulette russa ” da prevenirsi immediatamente solo per conseguenze dirette) senza tenere in conto eventuali morti da infezioni per immunodepressione, e l’induzione delle malattie autoimmuni.

Dopo l’expertize  e la richiesta di sospensione immediata dell’applicazione della legge fatta al governo, i vertici della sanità italiana e delle regioni sono responsabili moralmente, istituzionalmente, legalmente (penalmente) dei decessi.
La SIAd ha inviato al Ministero della salute una richiesta formale di blocco dell’applicazione della legge in quanto  ritiene impensabile e criminale  che un genitore sia obbligato a sottoporre il proprio figlio/a a un rischio di morte per malattie prevenibili  e curabili, per GRAVI OMISSIONI del Ministero della salute precedente e la richiesta di un cambiamento della struttura e del  calendario vaccinale da rivedersi alla luce del progresso immunologico,  senza considerare neppure  l’immunità da allattamento materno, che oggi appare avere anche un ruolo vaccinale.
By Ufficio editoriale-rapporti con la stampa – per richiedere l’Expertize
segreteria@adolescentologia.it  (richiede l’abbonamento al giornale)
L’expertize è pubblicato anche come e-book in Italiano e in edizione internazionale in Inglese  dall’editoria dell’Università Ambrosiana    dipedit@unambro.it

SIDS autopsia dopo morte da MPR
http://telegra.ph/SINDROME-DELLA-MORTE-IN-CULLA-SIDS-OPPURE-ENCEFALITE-CAUSATA-DA-VACCINO—MPR-caso-clinico-e-biopsia-cervello-03-21

Continua QUI:  https://mednat.news/vaccini/sids.htm

Vedi questi vari Esposti, archiviati dai Tribunali italiani,….per mezzo di giudici indottrinati o collusi con Big Pharma
ESPOSTO – Tribunale: Danni dei Vaccini – 1 (01/12/2014)
ESPOSTO – Tribunale: Danni dei Vaccini – 2 (23/11/2015)
ESPOSTO – Tribunale: Danni dei Vaccini – 3 (Nov. 2016)
ESPOSTO – Tribunale: Danni dei vaccini – 4 (Sett.2017)
Inoltre:
vedi: Suprema Corte US, sui DANNI dei Vaccini
Esposto ai NAS sui Vaccini, di Luca Scamburlo (03/10/17)
ESPOSTO – Tribunale: Contenuto Vaccini, Corvelva 2018

Recommended For You

Administrator

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm - Curatore, Tutore, Notaio, del TRUST estero VANOLI G.P. e difensore dei: - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *