Medicina Naturale – Fondamenti

L’Arte della Vita per la Cura Naturale della Salute = Naturopatia per mantenere il Benessere.
Ippocrate, padre della medicina moderna, ha detto 2500 anni fa:
Tutte le malattie hanno origine nell’intestino

Già Ippocrate, uno dei padri della Medicina, nel IV sec, prima dell’era volgare, affermava che la Natura guarisce mentre il medico semplicemente cura e nel farlo deve aiutare la Natura stessa, non contrastarla; Cicerone nella Roma del I sec. prima dell’era volgare, ammoniva che nessuna arte può imitare l’ingegnosità della Natura e Galeno, nel II sec. dell’era volgare, sottolineava in particolare la grande importanza dell’esercizio fisico in Medicina.
Dagli stessi principi, sia pure con presupposti filosofici diversi, sono ispirate le tecniche degli yogi indiani (Colui che segue e pratica il cammino dello Yoga è chiamato yogi o yogin (le donne sono dette yogini), dei buddisti zen giapponesi e dei sufi musulmani.
Ben note sono infatti da sempre le possibilità di migliorare le capacità di riordino naturale con particolari tecniche non invasive, per mezzo dell’opportuna conoscenza di esse.

Come ha scritto e ci ricorda il filosofo Umberto Galimberti, prima di Ippocrate chi erano i medici se non i sacerdoti ?
Ma se è vero che la scienza poi si è distaccata dalla religione, non è detto che questo avvenga nella mente dei pazienti. Il malato investe il terapeuta ed il medico di una dimensione sacrale. Quando è sul letto soffrente o morente gli chiede ancora di salvarlo. Eppure è indispensabile un cambiamento nella cultura dei medici e della sanità mondiale, per recuperare paradossalmente, il suo spirito originario. Duemila anni fa il medico si occupava dell´insieme della persona. Oggi, e negli anni a venire, non potrà che ritornare ad essere così.

La storia della scienza e’ costellata di errori, illusioni, imbrogli, verità in anticipo ed anticipi di verità; gli scienziati sono esseri umani che hanno sbagliato, barato e si sono illusi, hanno sacrificato la verità a ideologie ed a interessi personali, ma a volte hanno anche pagato di persona, si sono sacrificati per testimoniare le loro idee contro la violenza della società “normale” e contro la prepotenza dei “signori della verità”; alcuni hanno perso la vita, altri sono finiti in manicomio, molti più semplicemente sono stati estromessi dalle “accademie”, oppure sono stati immersi nella “congiura del silenzio”; la maggioranza comunque si e’ asservita ai potenti.
Altri, pochi, sono riusciti a scoprire e carpire i segreti della natura e quindi a fornire informazioni e dati per il beneficio dell’Umanità intera.

Il cammino della ConoScienza può aver avuto quindi, momenti progressivi e momenti regressivi, flussi, riflussi, ristagni, luci ed ombre, ma neppure la terribile intolleranza che spesso ha avuto origine all’interno della comunità scientifica non è mai riuscita ad arrestarne la crescita; è sempre stato lo scienziato “normale”, perché male istruito, vittima dell’indottrinamento e imbevuto di spirito dogmatico, l’inossidabile assertore del “ragionamento sperimentale”, il fanatico adoratore dei fatti (ignaro che la scienza ha a che fare con i dati), l’amante dei rigidi schemi esplicativi (che vorrebbe costringere l’intenzionalità dell’agire umano entro un rigido determinismo), l’avido collezionista di certezze e il pavido posseduto dal panico dell’errore ed infine il “prostituto della Coscienza”, colui che per denaro, lavoro certo, potere, vende la sua etica, la sua coscienza, ai suoi “clienti” od al miglior offerente.
Dinanzi alle difficoltà della comprensione (che non e’ il limite delle cose, ma che è un limite propriamente dell’intelletto umano mediocre) anche tra gli scienziati, c’è chi abbandona deluso la ricerca, chi guarda con scetticismo il coraggioso tentativo d’altri e chi ancora sceglie di escludere dall’ambito scientifico il problema; il 90% delle scoperte reali sono avvenute “per caso” e non perché si ricercava ciò che si è trovato !
Anche per la “medicina ufficiale” che non è una scienza esatta, si è “lavorato” in questo modo.
La medicina occidentale (detta allopatica) con un approccio riduzionista isola le parti malate e cura il sintomo (non la vera ed unica malattia dei viventi) con farmaci contenenti principi attivi sintetici (cioè tossici), mentre l’approccio con le medicine tradizionali è olistico, la diagnosi è totale e grande attenzione e’ riservata all’ambiente (corporeo ed esterno), all’alimentazione ed all’utilizzo di rimedi-farmaci NON di sintesi chimica.
La Medicina Naturale invece, tende a rimuovere il sintomo eliminandone le cause prime, con varie terapie basate su tecniche appropriate, le sole che si basano sulla concezione della salute come lo stato di ordine, e cura ogni disordine patologico con medicine di tre categorie (vegetale, animale, minerale) per determinare l’ordine e l’equilibrio con il temperamento individuale.
La cura della propria guarigione consiste fondamentalmente in una trasmutazione-trasformazione psico/mentale raggiunta con l’opportuna informazione fornita dalle Leggi della Medicina Naturale. Essa è quindi tutta impostata per ottenere e mantenere il massimo Benessere Psicofisico.
L’igiene ambientale, corporale, alimentare e l’acqua pura da bere, il pensare ed agire con Giustizia, Verità ed Amore anche per la Natura ed i suoi abitanti, sono la Base per la Perfetta Salute
Uno dei principi fondamentali della Medicina Naturale è questo: “Ciò che NON si Esprime si Imprime” ….sull’organismo !
La Medicina Naturale insegna anche che l’unica forma terapeutica naturale per l’Autoguarigione, è il Crudismo, l’utilizzo delle terapie naturali ed il rispetto delle Leggi della Natura per se stessi e per l’ambiente !
Continua e seguito su: Fisica dell’Intenzione, un nuovo modo di fare Medicina  – vedi anche: BioElettronica
Vedi
QUI come lavora la Natura in agricolture sui vari Terreni agricoli, cosa e come nascono le piantine; la similitudine spiega molto bene come nascono le “malattie” cosiddette dai medici della medicina ufficiale, in realtà solo sintomi dell’UNICA malattia = l’Ammalamento, nei vari Terreni fisiologici, la matrice del corpo umano !

Sintesi:
Per una PERSONA SANA (di mente), la cosiddetta “MALATTIA”, in realtà l’ammalamento, ed E’ un NORMALE PROCESSO di tentativo di AUTO-GUARIGIONE del NOSTRO ORGANISMO e NON VA CURATA con i FARMACI TOSSICI che cercano se ci riescono, di CURARE i SINTOMI MA NON la CAUSA e CREANO di conseguenza un PROCESSO di INTOSSICAZIONE e di INFIAMMAZIONE (ASIA), che nel tempo è foriero di qualsiasi sintomo chiamato impropriamente “malattia” dal raffreddore a quelli  anche DEGENERATIVI.
La fase di ammalamento inizia quindi nello Spirito (errori cosci od inconsci) poi scende nel cervello (Ipofisi-ipotalamo), poi l’informazione scende nella Tiroide generando malfunzionamento nella principale centralina di smistamento delle informazioni/energia anche biochimica che viene anche ad essere alterata nelle sue funzioni e nelle informazioni che invia a tutti gli organi del corpo di cui è la centralina in quanto li gestisce, assieme all’intestino, che è l’altra centralina dei processi biochimici derivanti dai cibi e sostanze immesse nel tubo digerente, per apportare informazione ed energia biochimica per il funzionamento o meno delle cellule e quindi delle funzioni del corpo, ciò dell’ammalamento o della Perfetta  Salute.
Noi siamo responsabili delle cause delle nostre “malattie” e la CURA E’ agire primariamente nella nostra mEnte e quindi indirettamente mettere in atto i meccanismi della guarigione nel nostro cervello e dei suoi componenti e quindi della tiroide e dell’intestino. Occorre quindi MIGLIORARE lo STILE di VITA, per mantenere e/o far tornare un normale equilibrio di salute in cui molto probabilmente potremmo evitare quasi tutte le malattie, specie quelle degenerative…

Queste le regole principali da rispettare:
Alimentazione sana crudista e secondo il proprio tipo di sangue, lavorare, fare sport, stile di vita ottimistico, rispetto di se stessi, degli altri e della Natura, ecc.
In caso contrario lo stress cronico sopraggiunge e distrugge lentamente ma fortemente l’organismo. Se lo si cura con i farmaci tossici che portano anche alla dipendenza si peggiora la situazione.
Bisogna curare innanzitutto la nostra mEnte; l’Essere umano (la Persona) principalmente e’ costituito da una parte il fisico e dal Suo Spirito (il guidatore) divenendo un’anima vivente Terrestre, e la mente influenza fortemente il corpo …e viceversa.
Non ci si ammala per colpa dei germi, dei batteri, dei virus, del destino o del patrimonio genetico, che possono essere solo ed alle volte concause, per le tossicità indotte da ognuno di essi, se essendo eterologhi (estranei), vengono introdotti nell’organismo.
La genetica incide minimamente sulla percentuale di malattie e in gran parte ridimensionabili attraverso un corretto stile di vita.
Il diabete e il cancro non arrivano dall’esterno: è il corpo che li sviluppa.
L’obesità non si prende: è il corpo che accumula grasso.

Il mal di testa, il mal di schiena, l’artrite, l’impotenza, non si prendono: sono tutte condizioni patologiche che il corpo sviluppa dal suo interno.
Cosi come l’autismo, la tubercolosi, la distrofia, la sclerosi, l’epatite, il morbillo, la varicella, il tifo, la poliomielite (i vari tipi di paralisi), la meningite, la difterite, vaiolo, ecc., tutte le cosiddette “malattie” del terreno fisiologico per aver trasgredito i punti sopra indicati, che i vaccini facilmente, seminano, slatentizzano, infettano ecc., nei piccoli bambini.
Ci ammala perché vengono violate le Leggi naturali che ogni organismo vivente, a seconda della sua specie, deve rispettare.
Quando la popolazione assume standard di vita sbagliati, viola le leggi naturali e si alimenta con prodotti industrializzati, le persone incominciano ad ingrassare, ad ammalarsi, a sviluppare i disturbi della civiltà moderna.
Le malattie sono dovute soprattutto a causa della cattiva/errata alimentazione dovuta a cibo cotto, industrializzato, che causa carenze nutrizionali (nonostante la sovralimentazione), tossine introdotte e/o accumulate, stress psicofisico, caos elettromagnetico,  aria ed acque malsane, insalubri, quindi le cellule del corpo restano affamate e assetate per carenza di veri nutrienti, ossigeno compreso e vanno in stress ossidativo, il metabolismo varia ed i sintomi dei vari malesseri compaiono.

Non ci ammala a causa dei virus o dei batteri.
Se si espongono due soggetti al virus dell’influenza uno si ammala e l’altro no, perché ?
Perché l’organismo del primo non riesce a difendersi a causa di una condizione di debolezza del suo sistema immunitario specie nei cambi di stagione  e le tossine e quindi le infiammazioni aggrediscono l’organismo.
Quando l’organismo è intossicato, si abbassano i livelli di acidità dei liquidi del corpo e l’infiammazione compare.
Il pH dei liquidi del corpo dovrebbe essere leggermente alcalino, quando invece è acido si è esposti al rischio di malattie. Se il pH è alcalino praticamente non ci si ammala quasi mai. Ogni individuo malato di cancro ha un pH basso, cioè molto acido.
Ci si ammala a causa anche e non solo delle radiazioni elettromagnetiche a cui si è giornalmente esposti, soprattutto e quando si è intossicati e immunitariamente già depressi.
I campi magnetici interferiscono con la naturale vibrazione delle cellule, favorendo l’insorgenza di patologie anche tumorali.
Ci si ammala a causa dei vaccini ed i farmaci i quali risultano essere responsabili della maggior parte delle “malattie“. L’OMS dice che il 60% della malattie sono iatrogene, praticamente i medicinali generano più malattie di quante non ne curino.
La presenza di “malattie” in realtà solo sintomi, è direttamente proporzionale al consumo di vaccini e  farmaci e dell’alimentazione industriale e per acque malsane.
Più farmaci e vaccini si somministrano più ci si ammala, perché tutti i farmaci e specie i vaccini, hanno effetti collaterali negativi, tossici, dannosi: sono veleni, le peggiori tossine, spesso mortali.
I farmaci di sintesi, producono malattie perché eliminano i sintomi, non curano la causa. Tutti i farmaci di sintesi, sia quelli prescritti sia quelli acquistati liberamente senza ricetta, sono causa di malattie e disturbi. La risposta alle malattie non sta nei farmaci o nei vaccini: la malattia non arriva perché nell’organismo manca l’aspirina o l’antinfiammatorio.
Le malattie degenerative sono direttamente proporzionate al consumo di farmaci. Esiste un legame certo tra assunzione di farmaci e suicidi.
La quarta causa di morte in America sono i medici sia perché prescrivono farmaci potenzialmente letali e sia perché eseguono interventi che si concludono con il decesso del paziente, o perché sbagliano diagnosi, o perché prendono decisioni scorrette e fatali.
Il Journal of the American Medical Association nel numero 284 afferma: “Gli interventi chirurgici non necessari, gli errori medici, gli effetti collaterali dei farmaci ecc. causano lo stesso numero di morti della cardiopatie e dei tumori…”
Ci si ammala a causa di cattivi stili di vita: droghe, fumo di sigaretta, alimenti voluttuari o contaminati/adulterati/industrializzati, mancanza di esercizio fisico.
Ci si ammala per mancanza di serenità interiore, mancanza di amore: stress, ansia, depressione, gelosia, rancore, frustrazioni, preoccupazioni, pessimismo… Ci si ammala a causa di mancanza di ideali positivi.
Gli europei ingeriscono ogni anno 170.000 tonnellate di aromi industriali e 95.000 tonnellate di glutammati (antischiuma, stabilizzatori di colori, antiagglomeranti, umidificatori, solventi, flocculanti ecc.).
A causa di questo il 15% della popolazione europea soffre di anche e non solo di allergie. Siccome le proprietà organolettiche degli alimenti naturali non sono fatti per durare nel tempo, il ricorso agli aromi naturali è sistematico. Allora succede per es. che lo yogurt alla fragola riporti la scritta “aroma naturale” in realtà è una pasta, ottenuta con una mescolanza di trucioli di un albero australiano fatta con acqua, alcol e qualche ingrediente segreto. Da questa ricetta, con qualche aggiunta, è possibile ottenere l’aroma del lampone, del cioccolato, di vaniglia e così via. E così si potrebbero trovare tracce di proteine del latte nel liquore alla noce di cocco, dei peptidi di glutine nelle caramelle, nei corn-flakes, delle tracce di nocciole in un dolce al limone e così via.

Questa alterazione del gusto degli alimenti non è senza conseguenze per la salute delle persone. Anche se gli industriali garantiscono l’innocuità degli additivi impiegati, non dispongono di alcuna possibilità di verifica scientifica: controllare 20.000 additivi costerebbe troppo e richiederebbe tempi troppo lunghi.
Né sono mai stati studiati finora agli inevitabili effetti delle interazioni fra i diversi prodotti chimici utilizzati. Gli industriali non hanno i mezzi, il tempo, né la voglia, per far testare tutti gli additivi impiegati.
Per contro la gente, sempre più indaffarata ed in corsa con il tempo, ha difficoltà a cucinare ortaggi o cereali o di consumare frutta in modo sano e naturale, magari cercandola in qualche negozio bio un pò più distante. E allora le allergie si diffondono e a guadagnarci sono le lobby dell’industria chimicofarmaceutica.

Ma non solo il corpo fisico è soggetto ad ammalarsi; si ammala anche la mente. Il corpo si ammala quando perde i suoi giusti rapporti biochimici; la mente si ammala quando è pervasa da pensieri disarmonici, pessimistici o sbagliati, e quindi ci si ammala quando si perde la capacità di nutrire sentimenti, sensibilità, condivisione, ciò mancanza di AmOr.
Video sul Confronto fra medicina allopaticaMedicina Naturale e alimentazione (dal film La crisi )

IMPORTANTE da RICORDARE:
Vi è un preciso legame (meccanismo) tra “peccato” (trasgressione alle Leggi della Natura) ed ammalamento, chiamata malattia, in realtà trattasi di sintomo !
Perché stupirsi ?
Ciò significa che gli errori Spirituali (etica errata), fanno compiere al soggetto azioni sbagliate che alterano SEMPRE l’autoregolazione ormonale ed il potere acido/basico (pH) ossido/riducente (rH) e quello – resistenza elettrica (rò) o dielettrico  dei liquidi di cellule e tessuti, i processi omeostatici si alterano e nascono i problemi nella microcircolazione producendo anche e non solo moria della flora batterica intestinale e del sistema enzimatico  nell’intestino, e quindi anche l’alterazione della Termica corporea; tutti questi cofattori, producono alterazioni di: malassorbimento intestinale, di nutrizione cellulare ed anche auto intossicazione dei liquidi corporei il terreno (alle volte l’intossicazione proviene dall’esterno = alimenti contaminati, uso di farmaci e soprattutto Vaccini), producendo quindi le alterazioni delle funzioni cellulari e tissutali, quindi nasce l’infiammazione dei tessuti; il mediatore finale della “malattia” fisica e’ lo Stress Ossidativo cellulare e tissutale, che produce infine il sintomo il quale null’altro e’ che la somatizzazione del Conflitto Spirituale irrisolto = Stress cronico irrisolto nell’organismo, quindi ammalamento e se non curati nel modo adatto anche la morte prematura.

Tanto per sintetizzare e chiarire  le idee sulla vera Eziopatogenesi della malattia.
Ad esempio, il cosiddetto virus della polio non è la causa, ma la conseguenza della malattia !
La malattia (qualsiasi) nasce nel fisico, SEMPRE dalle intossicazioni (tossine esogene e/o endogene) che generano intasamento (micro ischemie)  nella micro circolazione dei tessuti di qualsiasi tipo  e quindi scattano a valle della microischemia, la malfunzione delle cellule (stress ossidativo con metabolismo alterato) nel tessuto investito, di conseguenza nascono le infiammazioni (irritazioni anche nervose) e quindi l’ammalamento, con miliardi di sintomi diversi da soggetto a soggetto e che, a seconda del tipo di tessuto investito, vengono chiamate con nomi diversi dai medici impreparati della medicina ufficiale !
Quindi i virus non sono le cause ma le conseguenze dell’ammalamento, infatti nei sani on li troviamo MAI  !
I virus “colpevoli di essere patogeni” vengono definiti come tali, per spaventare la gente, che così ricorre agli antivirali ed ai vaccini….Big Pharma esulta e ringrazia… !
Tutte le malattie nascono dall’UNICO meccanismo qui sopra descritto, e quindi la terapia è sempre UNA sola con le variazioni “ad personam”.
Definizione della parola malattia vedi QUI

La VERA PREVENZIONE
Proprio per arrivare alla VERA PREVENZIONE
Sarebbe opportuno pensare di Normare (fare una Legge apposita), il “Principio di Precauzione”, e stabilire che per i Cittadini del mondo ed anche per i medici (o altri operatori della salute di qualsiasi tipo) non deve esistere politicizzazione o sudditanza con un qualsiasi potere esistente, ma che semplicemente, se una cosa, servizio o prodotto qualsiasi, può essere dannoso per l’ambiente o per gli esseri Viventi e  non si ha nessuna CERTEZZA di innocuità (per tutti) sull’evoluzione futura nel medio e lungo periodo, del tipo di prodotto o servizio, questi non possono essere immessi nel mercato;
Tutto ciò sarebbe un Grande successo, anche pubblicitario e non solo Italiano ma anche planetario.
Vi informo che non saremmo i soli nel mondo: Una legge dell’Arabia Saudita (paese che noi occidentali riteniamo retrogrado…) afferma: “un prodotto NON può essere immesso sul mercato se non se ne produce prima la dimostrazione della sua assoluta innocuità “….

Video da visionare per comprendere il meccanismo del FURTO dei nostri beni da parte di questi CRIMINALI a livello mondiale !

La medicina è una sola, ed è quella che fa guarire l’ammalato, lenisce le sofferenze, fa superare lo stato di malattia.
Exitus acta probat: un metodo è buono quando l’esito è positivo; non è l’etichetta di ufficialità o di alternatività che conferisce ad una determinata terapia l’efficacia, o l’inutilità. Se, per assurdo, la danza della pioggia facesse piovere nel deserto, e provocasse la precipitazione ogni volta che venisse eseguita secondo un determinato protocollo, non potremmo non dire che quella stregoneria è un fatto scientifico.
Res cantat, cioè sono i fatti concreti a dare ragione o torto a ipotesi di lavoro, da qualunque parte esse provengano.
La naturopatia propone delle terapie non previste dal protocollo della medicina ufficiale, e che, per questo, ma solo per questo verso, possono essere dette alternative.
Nessun medico, dotato di buon senso, equilibrato, saggio, dirà mai, in maniera aprioristica, che quelle proposte sono inaccettabili, solo perché non descritte nei manuali accademici delle facoltà di medicina, e, quindi, non insegnate dalle cattedre universitarie.
Io credo che l’atteggiamento più sensato sia quello di accostarsi alle proposte della medicina naturale con animo sereno.
Ma, ovviamente, guardingo, per potere discernere ciò che ha valore effettivo da ciò che possa essere il frutto se non di vero e proprio inganno, perlomeno di superficialità, di facile entusiasmo, di illusione della mente.
Cui fidas, vide: prima di accordare la propria fiducia a qualsivoglia novità nel campo della ricerca, bisogna prima approfondire bene le cose.

IMPORTANTE: visionate questo pdf:
 http://www.dipmat.unipg.it/~mamone/sci-dem/nuocontri_1/debernardi.pdf

Questo principio è valido in tutti i campi dello scibile umano, ed è tanto più importante, quando si tratta della proposta di terapie che non siano passate già per il rigoroso vaglio della sperimentazione, previsto dai protocolli della medicina ufficiale.
Quindi, cauta apertura, ma apertura, in ogni caso. Ascoltare le proposte cosiddette alternative, e sperimentarle, per toccarne con mano la eventuale efficacia terapeutica. Se son rose, fioriranno, altrimenti diventeranno rami inariditi e secchi, buoni solo ad essere recisi, e distrutti con il fuoco. Guardare, perciò, alla naturopatia, come a qualcosa non di alternativo alla medicina ufficiale, ma come ad un complesso di proposte terapeutiche parallele, degne di essere prese in giusta considerazione, per verificare sperimentalmente se alla efficacia terapeutica promessa corrisponde una efficacia reale sul piano della salute.

Il campo della Medicina Naturale è, per la verità, un mare magnum, nel quale non è facile avventurarsi, senza disorientarsi.
Lo scrivente ha tentato di dare un po’ di ordine a questa materia in un suo lavoro di 538 pagine, dal titolo “Prontuario di Medicina Naturale”, Edizioni Manna, ed è disposto ad essere un punto di riferimento e di informazione per quanti avessero interesse a capirne ancora di più intorno alla naturopatia. Di risultati concreti ottenuti mediante l’applicazione di metodi naturali egli è testimone sereno, sincero, umile; sorpreso, egli stesso, volta per volta, della straordinaria efficacia della medicina naturale anche per malattie considerate più o meno inguaribili dalla medicina ufficiale.

Non stiamo, qui, ad invitare a credere, ma a sperimentare, e, quindi, ad accettare ed accogliere solo quelle terapie che si siano rivelate veramente efficaci. Una chiusura aprioristica, il rigetto preconcetto delle novità – eterno misoneismo strisciante e deleterio – precludono alla scienza la possibilità di progresso: se non fossero esistiti mai, nella storia, il coraggio del superamento del vecchio e l’apertura di nuovi orizzonti, staremmo a vivere ancora nelle caverne.

Non dimentichiamo che la scienza sperimentale, che è, oggi, la scienza ufficiale, solo alcuni secoli fa era così alternativa, che il Seicento, il secolo della scienza, fu inaugurato a Roma, in Campo dei Fiori, con un grande disumano falò, sul quale bruciava Giordano Bruno. Il quale, con l’ausilio delle fiamme, inviava nello spazio le particelle delle sue spoglie mortali, verso quei mondi infiniti che egli aveva contemplato nei suoi eroici furori, aprendo, simbolicamente, la strada all’astronomia moderna e contemporanea. Galilei pagò la sua alter natività sperimentale, rispetto alla concezione fideistica della realtà, con esilio, umiliazioni e lacrime.
Cartesio poté gridare al mondo la validità della ratio nella conoscenza scientifica del mondo solo lontano dalla sua patria.

I ricercatori abbiano il coraggio di essere alternativi, nel senso di essere continuamente oltre ogni recinzione imposta dagli schematismi ufficiali. Al di là della siepe c’è l’Infinito. Il quale può anche sgomentare un po’, in un primo momento, ma ci farà, poi, ripetere, con il poeta di Recanati: ….”e il naufragar m’è dolce in questo mar”.
By  Prof. Dott. Umberto Cinquegrana  – Tratto dall’introduzione del suo Libro: Prontuario di Medicina Naturale

Ricordarsi che la Febbre e’ il normale lavoro della Natura per guarire ed eliminare anche le infiammazioni dal corpo, quindi e’ BENEFICA, NON deve MAI essere soffocata od inibita, ma aiutata ad uscire dall’organismo !
Seguendo i principi della Medicina Fisiologica di Regolazione, insegnati dalla Medicina Naturale,  interpretando la malattia come la funzione che l’organismo compie contro le tossine e le infiammazioni, per neutralizzare ed espellere, compensando i danni da esse provocati, basandosi esclusivamente sull’utilizzo di rimedi di origine biologica, dall’efficacia certificata e privi di effetti collaterali e, con apposite tecniche termiche, di lavaggio intestinale e alimentazione Crudista, l’obiettivo è agire per implementare ed aiutare le naturali reazioni dell’organismo, rispettando l’equilibro psico-fisico del paziente e puntando a rinforzare le sue stesse difese immunitarie, senza inibirle con farmaci di sintesi e/o Vaccini, che sono SEMPRE e comunque tossici.
In Sintesi: La medicina Naturale agisce, al contrario della terapia classica farmacologica, che distrugge batteri o sostituisce chimicamente le sostanze fisiologiche insufficienti, i rimedi e le tecniche consigliate dalla Medicina Naturale  agiscono per implementare le naturali reazioni dell’organismo e per rinforzare le difese immunitarie.-  vedi BioElettronica

FINALMENTE anche l’OMS parla favorevolmente di naturopatia dopo decenni dei denigrazioni !

Medicina Naturale
La Naturopatia e le cosiddette “Tecniche Naturopatiche” sono oggi qualificate come Medicine Complementari nel rispetto della Medicina Allopatica.
L’interesse per questa antichissima disciplina si sta diffondendo sempre di più in tutta Europa. Paesi come la Germania la Spagna e Portogallo la Grecia e la Svezia già da decenni considerano il Naturopata professionista il cui fine primario è prevenire l’insorgenza di forme patologiche ed è specializzato nel mantenere lo stato di benessere dell’uomo.

I principi che regolano il codice deontologico del Naturopata sono basati su antichi ma mai superati principi pratici teorici:
1 – Vis medicatrix naturae:
La natura porta con sé il potere della guarigione. Il naturopata incentiva e sostiene la forza vitale che è racchiusa nell’uomo e nella natura: la guarigione deriva dalla rimozione delle cause che impediscono la guarigione, piuttosto che la soppressione dei sintomi.
2 – Tolle causam:
il compito primario del naturopata è l’ identificazione ed il trattamento delle cause che portano ad uno squilibrio nelle condizioni di salute della persona.
3 – Primum non nocere:
si utilizzano tecniche e metodi che annullano o minimizzano il rischio di effetti collaterali. Il principio è l’utilizzo della forza minima necessaria per trattare le disfunzioni di energetiche
4 – Autoresponsabilizzazione:
nei confronti dello stile di vita che il soggetto conduce. L’educazione alla salute è alla base del benessere.
5 – Terapie Olistiche:
vengono presi in considerazione i fattori fisici, emozionali, spirituali, ereditari, igienici, alimentari e lavorativi oltreché ambientali e sociali, impostando un intervento globale in senso olistico.
6 – Prevenzione:
il Terreno costituzionale, la struttura bioenergetica, la diatesi biologica sono prioritarie nell’accertamento dei
7 – Fattori di Rischio: Intervenendo in modo tale insegnando al soggetto come prevenirli ed evitarli.

La VERA medicina deve quindi essere Olistica, totale e permettere all’essere di esprimere tutte le sua potenzialità verso la Salute e la guarigione, attraverso il riordino dei giusti rapporti del Terreno e quindi della matrice (i liquidi del corpo, extra ed intra cellulari). vedi Cure Naturali  +  Crudismo  +  Protocollo della Salute + BioElettronica
Ed essa deve prevedere il resettaggio delle abitudini del paziente, in quanto la malattia evidenzia gli errati comportamenti di Vita del soggetto, il quale deve ri-nascere a nuova Vita; questo resettaggio DEVE iniziare dall’alimentazione che deve ritornare ad essere come i lattanti, a base di cibi crudi assunti sotto forma di pappine macinate-frullate per un periodo che varierà dai 3 mesi fino ai 6 mesi a seconda della gravità dei vari sintomi che il soggetto ha creato con la sua etica ERRATA; contemporaneamente dovra re-iniziare a riordinare l’intestino, specie quello tenue, assumendo supplementi di enzimi e flora batterica in capsule gastroresistenti…ed altri integratori di vitamine e minerali, e disintossicando e disinfiammando l’organismo anche dai minerali-metalli tossici, riordinando  la respirazione ed il relativo metabolismo cellulare e quindi il processo di nutrizione dei tessuti, irrobustendo in questo modo il sistema immunitario e recuperando quindi la salute in modo NON invasivo, senza farmaci, che possono essere utilizzati SOLO in caso eccezionale, quando tutte queste tecniche non avranno sortito l’effetto auspicato.
Vedi: Meccanismi dei Danni dei Vaccini e delle protesi dentali di amalgami + Resettare la sanita e la medicina + Riordino della sanità con la Medicina Naturale + Riforma Sanitaria secondo la MedNat  + BioElettronica

Vedi anche: Quadro Bio-Logico sull’epidemia e Covid19

Recommended For You

Administrator

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm - Curatore, Tutore, Notaio, del TRUST estero VANOLI G.P. e difensore dei: - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

1 Comment

  1. Its like you read my mind! You seem to know so much about this,
    like you wrote the book in it or something. I think that you could do with some pics to drive the message home a little bit, but other than that, this is excellent blog.

    A great read. I will definitely be back.

    my page Buy CBD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *