Il Coronavirus Covid19, INVENTATO a Wuhan, Cina

Caratteristiche cliniche dei pazienti infetti dal nuovo coronavirus 2019 a Wuhan, Cina.
Lavoro Pubblicato in Cina il 24 gennaio 2020.

Il titolo è assolutamente fuorviante perché non è stato uno studio clinico bensì una sorta di lavoro scientifico, elaborato con analisi statistiche che negavano la presenza di una nuova sindrome, da un agente “sconosciuto”: tale tesi è stata portata avanti senza alcun fondamento scientifico, come affermano alla fine gli stessi autori.

Vediamolo, in breve.
“Su 59 casi sospetti, “Entro il 2 gennaio 2020, 41 pazienti ricoverati erano stati identificati come affetti da infezione 2019-nCoV confermata in laboratorio.”
Nello studio sono elencate le indagini di laboratorio e strumentali (Rx) ed, inoltre, sono delineate le caratteristiche cliniche dei pazienti, mettendo a confronto i ricoverati in terapia intensiva e quelli NON in terapia intensiva.

Da notare che gli esami di laboratorio (sul sangue) e radiologici (polmonite interstiziale) sono quelli caratteristici della SARS: insomma si parte con la diagnosi di polmonite interstiziale, ritenuta caratteristica “peculiare” della SARS.

A questo punto, per proseguire, si tenga presente che “statisticamente significativo” non significa “rilevante” dal punto di vista clinico, anzi il contrario! Tu fai ricorso alla statistica, appunto, quando non vedi nulla dal punto di vista clinico o, che è la stessa cosa, “quando non riesci a capire di cosa si tratta”.

I tratti salienti sono quelli che seguono:
Per i ricoverati in terapia intensiva e quelli NO terapia intensiva, accanto a tutti i parametri presi in considerazione vi è il valore della P: quando questo valore è inferiore a 0,05, significa che il dato esaminato è statisticamente significativo.

Tuttavia, i valori della P sono molto superiori a 0,05, per tutti i parametri esaminati: questo indica che non c’erano differenze tra i soggetti meno gravi e quelli che hanno avuto bisogno di terapia intensiva.

In altri termini: gli esami di laboratorio e l’Rx non hanno mostrato, assolutamente, la presenza di una nuova malattia critica, da supposto agente sconosciuto. Anzi, il contrario! Per esempio, la pressione arteriosa tende a scendere negli ammalati SARS: qui, invece, i pazienti più gravi avevano una pressione arteriosa media più alta (sistolica 145 mm/Hg) rispetto a quelli meno gravi (sistolica 126 mm/Hg), contraddicendo già l’ipotesi iniziale di un nuovo virus SARS-simile. Lo stesso dicasi per le piastrine, notoriamente diminuite nelle gravi infezioni da coronavirus tipo SARS: nei pazienti in terapia intensiva, addirittura, la conta media delle piastrine è di 196.000, mentre è di 146.000 nei malati più lievi (1).

Dai dati riportati, inoltre, si evince che, essendo nella stagione dell’influenza annuale, i pazienti sono stati curati tutti con antibiotici, con l’antinfluenzale Oseltamivir (39 su 41) e con cortisone (9 su 41) (1).

Insomma, i pazienti sono stati trattati per una normale influenza e si è andati ad oltranza su una nuova sospetta sindrome SARS, da comprovare a tutti i costi.

Per questo, oltre alla positività alla RT-PCR, è stato preso in considerazione un esame particolare che dimostra l’assenza di una nuova epidemia da SARS, in modo chiarissimo.

Affermano gli autori: “Poiché non abbiamo eseguito test per rilevare il virus infettivo nel sangue, abbiamo evitato il termine viremia e abbiamo usato invece RNAemia. L’RNAemia è stata definita come un risultato positivo per RT-PCR in tempo reale nel campione di plasma.”(1)
Dunque, al posto del virus, hanno rilevato la presenza o meno dell’RNA virale, con il seguente risultato: Su 41 pazienti, 6 (15%) hanno mostrato la presenza nel sangue di RNA virale.

Prima considerazione:
6 casi su 41 indica che ci troviamo di fronte alla solita stagione influenzale! Come si fa a pianificare una pandemia da un dato così insignificante!?! Al massimo si può parlare di co-infezione che è la regola che si ripete puntualmente, tutti gli anni. E tutti gli altri sono falsi positivi !!!
Questa ipotesi alternativa non è stata presa in considerazione anche se lo stesso esame sull’RNA ci dice proprio questo !

Ecco, infatti, Il punto successivo: “presenza di RNA in circolo in 6 pazienti su 41 (15%)”. Tuttavia, questi 6 pazienti sono così suddivisi: l’RNA serico è presente in 2 pazienti su 13 ricoverati in terapia intensiva (15%); ed è presente in 4 su 28 non ricoverati in terapia intensiva (14%)(1). Ed identica era la carica virale: 35,1 cicli per i pazienti in terapia intensiva, e 34,8 cicli per i malati meno gravi (1).

Se la presenza percentuale di RNA e le relative quantità sono identiche, la discriminante non può essere un virus dipinto come pericoloso solo perché simile ad altri ceppi isolati dai pipistrelli! Infatti, qui, si tratta di soggetti giovani con età media di 49 anni, di solito esenti da complicanze letali (1).

Il SUPPOSTO NUOVO VIRUS NON HA FATTO NESSUNA DIFFERENZA !!!
Abbiamo sbagliato diagnosi (NUOVA SARS), ed abbiamo sbagliato la terapia, signori scienziati, PUNTO.
Gli autori, evidentemente non sanno che la polmonite interstiziale può essere provocata anche dall’influenza (2, 3) nonchè dal vaccino per l’influenza, identificato con apposito test nel tessuto polmonare in un caso pubblicato in letteratura (4). Né sanno della tossicità di Oseltamivir offerto quale terapia empirica quasi a tutti (38 su 41) e dell’ossigeno offerto a tutti i pazienti, indistintamente (41 su 41) (1). Mentre il cortisone, salvavita, è stato somministrato a 9 su 41 pazienti (1).

Tutta qui, la questione! I CLINICI HANNO CURATO L’INFLUENZA E NEL LAVORO SI CIANCIA DELLA NUOVA SARS !
Non si può portare avanti la ridicola ipotesi di un rischio pandemico globale “A seguito dei casi di polmonite da causa sconosciuta segnalati a Wuhan e considerando la storia condivisa dell’esposizione al mercato ittico di Huanan… chiuso il 1 gennaio , 2020.” (1)

Esposizione al mercato di Wuhan? Anche qui, gli autori danno i numeri !
“Indagini epidemiologiche del Centro Wuhan per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie hanno rivelato che… Nessun pipistrello era disponibile per la vendita.” (5)
E per NULLA, dunque, come hanno fatto dalle nostre parti, “Un team di esperti medici, epidemiologi, virologi e funzionari governativi è stato istituito subito dopo l’allerta.” (1)

“TANTO RUMORE PER NULLA !”
E questo non lo diciamo noi,  ma gli autori del lavoro che concludono nel modo seguente: “Sebbene il nostro studio non soddisfi i postulati di Koch, le nostre analisi forniscono prove che implicano il 2019-nCoV nell’epidemia di Wuhan. Ulteriori prove per confermare il significato eziologico di 2019-nCoV nell’epidemia di Wuhan includono l’identificazione di un antigene 2019-nCoV nel tessuto polmonare dei pazienti mediante analisi immunoistochimica, rilevazione di anticorpi antivirali IgM e IgG nei campioni di siero di un paziente in due diverse occasioni per dimostrare la sieroconversione e esperimenti su animali (scimmie) per fornire prove di patogenicità.”(1)

Non hanno fatto nulla per identificare la presenza di un nuovo virus ! Lo dicono loro e non si rendono conto di nulla !!! La presenza del virus è rimasta solo una ipotesi fantasiosa ed irreale che non centra nulla con quanto asserito e pubblicato.
Purtroppo, gli “scienziati” non dormono la notte, terrorizzati da sbaciucchiamenti di civette e pipistrelli (SARS, 2003), di dromedari sbavanti (SARS-MERS, 2012-13) e, di nuovo, da pipistrelli delle caverne (SARS-CoV-2, attuale).
Bisogna capirli, ragazzi ! Non è un bel vivere nel DELIRIO OSSESSIVO-COMPULSIVO TOTALE!!!
Era il 2 gennaio 2020 e tutto si poteva e si doveva evitare…

BIBLIOGRAFIA:

(1)
https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(20)30183-5/fulltext?fbclid=IwAR1gXfanKB1hVqImtfuLZ3uZOyXS1omyOBcG5pVcrivLtz3r45Y4zj6nRb0#tbl2

(2) Influenza A: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22352057

(3) Influenza A H1N1 (suina): https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21035974

(4) Polmonite interstiziale causata dal vaccino influenzale stagionale:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21066861

(5) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7094943/

By dott. Giuseppe Nobile
https://www.facebook.com/100001489849098/posts/3210744362318527/

Commento:
Il virus covid19/cov2, NON vola MAI nell’aria, anche perché è stato INVENTATO per generare e sfruttare la PAURA del “gregge” che ignora la Verità: https://www.pattoverascienza.com/?tag=virologia

Se questo virus è così pericoloso, come affermano  promotori dei virus e dei Vaccini, dove sono i bidoni “sicuri e certificati ISO” ed i trasporti (ADR) come rifiuti pericolosi, per raccolta e lo smaltimento di Mascherine, guanti, ecc. ? …perché nei fatti non se ne vedono MAI….da nessuna parte….in strada, giardini, piazze, ecc…

Doc. Legale, con  RIGETTO e DIFFIDA per  Mascherine, Tamponi, controllo temperatura ecc.
Rigetto_diffida_mask-tamponi-temperatura – PDF

Vaccini – Modulo per l’assunzione di responsabilità da parte del medico/pediatra nei confronti del paziente minorenne al quale sia prescritto un vaccino: ModuloVaccinoMinore_OD
Mascherine – Modulo per l’assunzione di responsabilità da parte del datore di lavoro nei confronti del dipendente al quale sia prescritto l’uso della mascherina: ModuloMascherinaLavoro_OD

Recommended For You

Administrator

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm - Curatore, Tutore, Notaio, del TRUST estero VANOLI G.P. e difensore dei: - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *