Epidemie Inventate…..sempre….

EPIDEMIE  Inventate da Big Pharma & C…..
Si definisce epidemia una malattia detta impropriamente “infettiva” che colpisca quasi simultaneamente una collettività di individui con una ben delimitata diffusione nello spazio e nel tempo. Affinché si sviluppi una “epidemia” è necessario, cosi ci raccontano i medici impreparati della medicina ufficiale, ma non è cosi, che il processo di “contagio” tra le persone sia abbastanza facile e sicuro.
Essi, i medici allopati, dicono che si differenzia dall’endemia, che è costantemente presente in una popolazione o in un determinato territorio, e dalla pandemia, la cui diffusione interessa più aree geografiche del mondo, con un alto numero di casi.
Secondo la medicina ufficiale e la sanità mondiale – vedi OMS – le epidemie, ci dicono, sarebbero causate da virus o batteri che trasmigrerebbero (e/o muterebbero per divenire virulenti), da un paese all’altro e/o da un individuo all’altro, rimanendo nell’aria; queste ultime “malattie” sono state chiamate, da questa medicina moderna, ma falsa, impropriamente “infettive” !
Questa la loro definizione:
Malattie “infettive”:
– SPORADICA: malattia normalmente non rilevabile in una definita area geografica.
– ENDEMIA: livelli di frequenza di una determinata patologia che sia costantemente rilevabile in una definita area geografica.
–  EPIDEMIA: incidenza di una determinata patologia che sia significativamente superiore a quella registrata nello stesso periodo di tempo degli anni precedenti in una stessa popolazione o area geografica definita e che riconosca un movente simile.
–  PANDEMIA: epidemia che interessa nello stesso periodo di tempo o in rapida successione temporale vaste aree di popolazione a livello mondiale.

Questi sono Termini, che sono stati INVENTATI per giustificare l’ammalamento autoindotto da varie concause:
Cibi contaminati, aria inquinata, acque intossicate, Vaccini e relative campagne di vaccinazione per il loro contenuto tossico, uso di farmaci tossici, stress cronico, infiammazioni pregresse anche quelle da vaccino (ASIA) ecc.

vedi: Immunità del gregge, ovvero effetto gregge NON ESISTE MAI ! (leggete l’intervista del medico, dott. Salvatore Rainò, immunologo)

La parola epidemia venne “coniata” nel medio evo – 1300-1800), periodo nel quale è nata e si è rafforzata l’idea che vi fossero animali – draghi, pulci, pidocchi, topi e/o persone “untori” – streghe, maghi, fattucchiere) che diffondevano le cosiddette malattie che colpivano un gran numero di persone, specie nelle città con “epidemie”; poi con il passar del tempo gli “untori” (U*) e gli animali divennero sempre più “piccoli” arrivando fino ad oggi, tempo nel quale si parla di “untori invisibili” ad occhio nudo, i virus (in realtà semplici ed innocui, anzi utilissimi esozomi) ed i batteri…ma MAI e poi MAI ed in nessun tempo, si sono fatti degli studi scientifici per dimostrare l’esistenza delle “epidemie” oppure per dimostrare clinicamente l’esistenza di un qualsiasi contagio !
(U*) L’untore era un individuo “sospettato”, durante i periodi di pestilenza di cospargere i luoghi con cui una persona entrava spesso in contatto, di una sostanza biancastra – così la descrive Manzoni) per “contagiare” gli abitanti delle città con il “morbo”.
La credenza era allora molto diffusa, tanto che veniva attribuita agli “untori” la causa del diffondersi della peste, provocando nei loro riguardi una persecuzione per certi versi simile alla caccia alle streghe del Medioevo.
La figura dell’untore compare nel romanzo I promessi sposi, dove Renzo Tramaglino viene accusato ingiustamente di essere uno di loro, come anche nella Storia della colonna infame, sempre ad opera del Manzoni.

Nella realtà le cosiddette “epidemie” null’altro furono che scarsità di igiene, specie nelle città, sporche e nei soggetti malnutriti, che si alimentavano con mono cibi….o che si sotto alimentavano.
L’Ottocento fu anche secolo di grandi epidemie di colera, malattia anch’essa causata da errori alimentari e quindi nutrizionali, che preparavano un terreno ideale ad un bacillo che si sviluppava nelle acque di scarico, propagandosi poi nei cibi e nell’acqua che si beveva, perché in passato tutti gli scarichi, sparsi nel centro delle strade dai cittadini delle città e cittadine, finivano anche nei corsi d’acqua naturali o nelle falde acquifere.
Solo nel 1876, infatti, l’ingegnere francese Pierre Mille lanciò l’ipotesi, accolta con diffidenza e contrarietà, che fosse necessario un trattamento depurativo delle acque nere prima che queste fossero scaricate nei corsi d’acqua naturali.
Queste innovazioni e scoperte, insieme alla nuova cultura idroterapica che stava crescendo di giorno in giorno, portarono gradualmente ad un amore sempre più marcato e ad un uso più costante dell’acqua, anche di quella di mare, sopra tutto nelle città favorendo la salute della popolazione e di conseguenza le “epidemie” scomparvero !

Soggetto positivo ai SARS-Covid19, messo a contatto con 455 persone NON ne ha infettata nessuna !
l’infezione virale NON esiste !
Estratto:
Sfondo: Un’epidemia di coronavirus in corso nel 2019 (COVID-19) si è diffusa in tutto il mondo. È discutibile se i portatori asintomatici del virus COVID-19 siano contagiosi. Riportiamo qui un caso del paziente asintomatico e presentiamo le caratteristiche cliniche di 455 contatti, che mira a studiare l’infettività dei portatori asintomatici.

Materiale e metodi: 455 contatti che sono stati esposti al portatore asintomatico del virus COVID-19 sono diventati i soggetti della nostra ricerca. Sono stati divisi in tre gruppi: 35 pazienti, 196 familiari e 224 membri del personale ospedaliero. Abbiamo estratto le loro informazioni epidemiologiche, le cartelle cliniche, i risultati degli esami ausiliari e i programmi terapeutici.

I risultati: Il tempo mediano di contatto per i pazienti era di quattro giorni e quello per i familiari di cinque giorni. Le malattie cardiovascolari rappresentavano il 25% delle malattie originarie dei pazienti. Oltre al personale ospedaliero, sia i pazienti che i familiari sono stati isolati dal punto di vista medico. Durante la quarantena, sette pazienti più un membro della famiglia sono comparsi nuovi sintomi respiratori, dove la febbre era la più comune. L’emocromo nella maggior parte dei contatti era nella norma. Tutte le immagini della TAC non hanno mostrato alcun segno di infezione da COVID-19. Nessuna infezione grave da sindrome respiratoria acuta da coronavirus 2 (SARS-CoV-2) è stata rilevata in 455 contatti mediante il test dell’acido nucleico.
Conclusione: In sintesi, tutti i 455 contatti sono stati esclusi dall’infezione da SARS-CoV-2 e si conclude che l’infettività di alcuni portatori asintomatici di SARS-CoV-2 potrebbe essere debole.

Parole chiave: Portatore asintomatico; CDC, Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie; CHD, cardiopatia congenita; COVID-19, malattia coronavirus 2019; TAC, tomografia computerizzata; Contatti; ED, pronto soccorso; EDOU, unità di osservazione del pronto soccorso; GCDC, Guangzhou Center for Disease Control and Prevention; IQR, range interquartile; Infettività; DPI, dispositivi di protezione individuale; RT-PCR, Reverse Transcription-Polymerase Chain Reaction; SARS-CoV-2; SARS-CoV-2, sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2.
2020 Pubblicato da Elsevier Ltd.
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32405162/?fbclid=IwAR3Bb7PIX-MYHQ9rnEibgJASoG_Yipqki2-ffAVXhJgU0ckk7KC017GXXRA

Su questo enorme e spaventoso FALSO concetto delle “epidemie”, si basa tutto il terrorismo mediatico gestito dalle case farmaceutiche produttrici di farmaci e Vaccini….per obbligare alle vaccinazioni…..
L’incubo dell’epidemia e del morbo che tutto infetta e tutto distrugge è cinematograficamente abbastanza recente.
Fanno sicuramente parte di questo “filone” anche i vari film su zombi e vampiri, poiché in entrambi i casi ci si riferisce a diabolici virus alla conquista dell’umanità.
Ma possiamo trovare film di genere ben più “tipici” come “Virus Letale” – 1995) di Petersen, fino ad arrivare ad un’inquietante futuro come quello narrato da “L’esercito delle 12 scimmie” – 1995) di Gilliam, passando da uno spaventoso ipotetico virus contemporaneo come quello descritto dall’ultimo film di Balaguerò, “Rec” – 2008), dove la quarantena dei contagiati si trasforma in un horror spaventoso.

Anche la teoria della “quarantena” è una bufala nata nel medio evo, sulle navi che circolavano nei mari del mondo.
Il termine deriva da quaranta giorni, la durata tipica dell’isolamento cui venivano sottoposte le navi provenienti da zone colpite dalla peste, nel XIV secolo. La quarantena era ed  è un isolamento forzato, tipicamente utilizzato per tentare così ci dicono i medici ufficiali e la sanità mondiale, di  limitare la diffusione di uno stato pericoloso – spesso una malattia).

Definizione della medicina ufficiale:
La parola Quarantena (originariamente, forma veneta per quarantina), prende origine dall’isolamento di un numero indefinito di giorni che veniva imposto agli equipaggi delle navi come misura di prevenzione contro le malattie che imperversavano nel XIV secolo, fra cui la peste.
Quarantena: è un provvedimento profilattico, pseudo sanitario, attuato nei confronti di un individuo esposto a un agente “infettante” particolarmente diffusibile e pericoloso per la salute pubblica. Il soggetto può essere isolato in forma completa – fisicamente deve rimanere in stazioni quarantenarie apposite – quarantena), per un periodo pari al più lungo periodo di incubazione) o in forma modificata – impedendo il contatto del soggetto con individui che, per professione o altro, sono particolarmente in grado di diffondere l’eventuale malattia).
NESSUNO studio scientifico è MAI stato fatto per controllare e dimostrare la validità di questa pseudo tecnica sanitaria…
Quindi a cosa servono i provvedimenti di “quarantena“, sessantena, nonantena, ecc., come in Italia (nel 2020) ed  impedendo il contatto a meno di 1 metro… in certi casi, 1,50, 2,50, 3m, ed a Trieste per la bora a 45 m….(i virus sono intelligenti…misurano le distanze) e circolano con i propri mezzi (Quali ?), e cosi impediscono il poter lavorare per sopravvivere, comunicare, fare manifestazioni, radunarsi per giocare, ecc., di una intera nazione !, tutto basato su FALSITA’ biologiche e fisiche.
NON si è mai dimostrato scientificamente la validità di queste tecnica fasulla Medioevale, oltre al FATTO che i virus, essendo proteine inerti e che non infettano MAI, anzi sono il prodotto dell’ammalamento, NON INFETTANO NESSUNO, anche questo dato NON è stato mai dimostrato e certificato scientificamente, TUTTA questa “farsa” CRIMINALE è stata inventata ed imposta con la FORZA dei governi mafiosi, utilizzando i militari, polizie, carabinieri ecc., al loro servizio come i cani da pastore, contro e sulla popolazione all’oscuro di questa trama ordita contro il Popolo Sovrano (Art 1 e 2 Costituzione Italiana) !

Ciò significa che in Italia: TUTTI i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, DPCM e/o quelli dei Presidenti delle Regioni (sono illegittimi costituzionalmente) perché Ledono e Calpestano i DIRITTI UMANI (specie l’art. 13) che SEMPRE sono al di sopra di qualsiasi Legge o Decreto, per livello/gerarchico Giurisprudenziale Internazionale e Costituzionale.

Quindi vengono lesi e calpestati tutti i DIRITTI UMANI, in particolar modo lo art 2 e Art. 13 il quale recita:
1) Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato.
2) Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi paese, incluso il proprio, e di ritornare nel proprio paese.

Oltre agli Art.  54, (fedeltà alle Leggi) 77 (per i Decreti), 78 (Stato di guerra) e 138 della Costituzione Italiana, che vengono CALPESTATI…..

Coronavirus, i consigli dell’Oms: “Se potete, uscite di casa per fare attività fisica”
Passeggiate e corse, se fatte con buon senso, sono un “presidio sanitario”….
https://www.who.int/dg/speeches/detail/who-director-general-s-opening-remarks-at-the-media-briefing-on-covid-19—20-march-2020

Chiediamo ai nostri luminari che spesso vanno in TV per fare propaganda al virus covid19 (inesistente) e quindi mai infettivo, ed ai vaccini tossici, di fornirci il nome dello strumento con il quale determinano e controllano la potenziale infettività di un “virus”/esosoma, ed i relativi aumenti di infettività o relative riduzioni di essa….ci sarà da ridere….

Studio/Ricerca CENSURATO perché spiega che i vaccini non servono.
Article
The Safety of COVID-19 Vaccinations—We Should Rethink the Policy
Harald Walach 1,2,3,*, Rainer J. Klement 4 and Wouter Aukema 5

Abstract: Background: COVID-19 vaccines have had expedited reviews without sufficient safety data. We wanted to compare risks and benefits. Method: We calculated the number needed to vaccinate (NNTV) from a large Israeli field study to prevent one death. We accessed the Adverse Drug Reactions (ADR) database of the European Medicines Agency and of the Dutch National Register (lareb.nl) to extract the number of cases reporting severe side effects and the number of cases with fatal side effects.
Result: The NNTV is between 200–700 to prevent one case of COVID-19 for the mRNA vaccine marketed by Pfizer, while the NNTV to prevent one death is between 9000 and 50,000 (95% confidence interval), with 16,000 as a point estimate. The number of cases experiencing adverse reactions has been reported to be 700 per 100,000 vaccinations. Currently, we see 16 serious side effects per 100,000 vaccinations, and the number of fatal side effects is at 4.11/100,000 vaccinations. For three deaths prevented by vaccination we have to accept two inflicted by vaccination. Conclusions: This lack of clear benefit should cause governments to rethink their vaccination policy.

Keywords: SARS-CoV2; COVID-19; vaccination; mRNA-vaccine; number needed to vaccinate; safety; side effects; adverse drug reaction; fatal side effects; EMA

1. Introduction
In the course of the SARS-CoV2 pandemic, new regulatory frameworks were put in place that allowed for the expedited review of data and admission of new vaccines without safety data [1]. Many of the new vaccines use completely new technologies that have never been used in humans before. The rationale for this action was that the pandemic was such a ubiquitous and dangerous threat that it warrants exceptional measures. In due course, the vaccination campaign against SARS-CoV2 has started. To date (18 June 2021), roughly 304.5 million vaccination doses have been administered in the EU (https://qap.ecdc.europa. eu/public/extensions/COVID-19/vaccine-tracker.html#distribution-tab (accessed on 18 June 2021)), mostly the vector vaccination product developed by the Oxford vaccina- tion group and marketed by AstraZeneca, Vaxzevria [2] (approximately 25% coverage in the EU), the RNA vaccination product of BioNTec marketed by Pfizer, Comirnaty [3,4] (approximately 60%), and the mRNA vaccination product developed by Moderna [5] (ap- proximately 10%). Others account for only around 5% of all vaccinations. As these vaccines have never been tested for their safety in prospective post-marketing surveillance studies, we thought it useful to determine the effectiveness of the vaccines and to compare them with the costs in terms of side effects.

Poznan University of the Medical Sciences, Pediatric Hospital, 60-572 Poznan, Poland Department of Psychology, University of Witten/Herdecke, 58448 Witten, Germany Change Health Science Institute, 10178 Berlin, Germany
Department of Radiation Oncology, Leopoldina Hospital, 97422 Schweinfurt, Germany; rainer_klement@gmx.de – 5 wouter.aukema@gmail.com

Independent Data and Pattern Scientist, Brinkenbergweg 1, 7351 BD Hoenderloo, The Netherlands; * Correspondence: harald.walach@uni-wh.de; Tel.: +49-30-467-97-436

Estratto: Contesto:

I vaccini COVID-19 hanno avuto revisioni accelerate senza dati di sicurezza sufficienti. Volevamo confrontare rischi e benefici.

Metodo: abbiamo calcolato il numero necessario per vaccinare (NNTV) da un ampio studio sul campo israeliano per prevenire un decesso. Abbiamo avuto accesso al database delle reazioni avverse ai farmaci (ADR) dell’Agenzia europea per i medicinali e del registro nazionale olandese (lareb.nl) per estrarre il numero di casi che riportano effetti collaterali gravi e il numero di casi con effetti collaterali fatali. Risultato: la NNTV è tra 200-700 per prevenire un caso di COVID-19 per il vaccino mRNA commercializzato da Pfizer, mentre la NNTV per prevenire un decesso è tra 9000 e 50.000 (intervallo di confidenza 95%), con 16.000 come stima puntuale . È stato riportato che il numero di casi che hanno manifestato reazioni avverse è di 700 ogni 100.000 vaccinazioni.

Attualmente, vediamo 16 effetti collaterali gravi per 100.000 vaccinazioni e il numero di effetti collaterali fatali è di 4,11/100.000 vaccinazioni. Per tre morti evitate dalla vaccinazione dobbiamo accettare due inflitte dalla vaccinazione.

Conclusioni: questa mancanza di chiari benefici dovrebbe indurre i governi a ripensare alla loro politica di vaccinazione.
PDF dello studio: vaccines-09-00693-v3

Senza motivo o merito, questo studio che dimostra l’inutilità dei vaccini COVID-19 utilizzando una semplice analisi dei dati, è stato ritirato/censurato.
Beh, tutti possiamo leggere e la censura aiuta solo a diffondere il messaggio.  Questi vaccini non sono solo inutili, sono pericolosi !

L’altra faccia della medaglia – la falsa epidemia è qui spiegata molto bene con argomentazioni scientifiche – il link contiene il video dimostrativo

Tu Sei il Giudice

 

https://res.mdpi.com/d_attachment/vaccines/vaccines-09-00693/article_deploy/vaccines-09-00693-v3.pdf

Vedi anche: Quadro Bio-Logico sull’epidemia e Covid19 + Distanziamento sociale e didattica a distanza per la scuola
Covid19_ilVaccino-cheVerrà – By https://www.corvelva.it/

Contro immunizzazione – 2 + Vaccinazioni di Massa + I Miti dei Vaccini + Effetto gregge ? +Contenuto dei Vaccini – 2  +  EPIDEMIE inventate + Epidemie colpose + Come si produce un Vaccino

Continua in: Epidemie inventate -1  + Cosa sono i Virus ?

Recommended For You

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. - Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm + https://pattoverascienza.com - info@mednat.news - Curatore, Tutore, Notaio, Trustee del TRUST estero: VANOLI GIOVANNI PAOLO (G.P.) - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Difensore dei Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

Lascia un commento