Dittatura Sanitaria mondiale di Big Pharma

La Dittatura Mondiale fa e farà ricorso a qualsiasi espediente per non compromettere la conclusione del suo micidiale progetto: nessuno deve mettere paletti alla sua  azione “umanitaria” in corso…
Da questo punto di vista la popolazione italiana, per il momento, non crea problemi, subisce tutto e dorme: il suo sonno è mortale

Vaccino Covid: il governo ha consegnato la salute degli italiani nelle mani di Bill Gates
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha annunciato entusiasta la conclusione di un contratto di approvvigionamento per 400 milioni di dosi di un vaccino contro il Covid-19.
All’accordo hanno aderito anche i ministri della Salute di Germania, Olanda e Francia.
La prima importante cosa da far notare su questa intesa è che il governo Conte ha chiuso un accordo per autorizzare un vaccino prodotto dalla casa farmaceutica britannica AstraZeneca che ad oggi non è ancora stato nemmeno sperimentato.
Praticamente il ministro della Salute Speranza con la firma di questo contratto ha autorizzato la distribuzione delle dosi di questo vaccino senza sapere se effettivamente questo funzioni e quali sono eventualmente le controindicazioni.
Si è firmato un accordo a scatola chiusa, sulla base di mere aspettative di riuscita di un prodotto immunologico senza avere alcuna certezza al riguardo.
E’ lo stesso Speranza a dirlo.
“L’impegno prevede che il percorso di sperimentazione, già in stato avanzato, si concluda in autunno con la distribuzione della prima tranche di dosi. Come è noto il coronavirus è un nemico molto insidioso e abbiamo detto che il vaccino è l’unico vero rimedio. Stiamo parlando del vaccino (di Astra Zeneca) più promettente, non c’è certezza assoluta. Nella ricerca del vaccino l’Italia si mette in testa.”
Viene da chiedersi innanzitutto che cosa porti l’ineffabile ministro a descrivere il Covid come “un nemico molto insidioso”, quando lo stesso ministero da lui presieduto ad oggi dichiara di non sapere se le 34mila persone morte con Covid siano effettivamente da considerare morte per le conseguenze del virus.

Medici e virologi riconosciuti hanno già spiegato come la pericolosità di questo agente patogeno sia piuttosto scarsa, anche alla luce delle autopsie condotte sulle persone portatrici del Covid, che hanno dimostrato come in realtà queste siano morte in larghissima per via di gravi malattie pregresse.
Lo stesso ISS riporta che il 96% delle persone morte con Covid avevano tutte gravi patologie.
Le evidenze scientifiche continuano ad essere ignorate e si prosegue a raffigurare il virus come un mostro che in realtà non esiste.

Da questa errata premessa, Speranza arriva a dire che il “vaccino è l’unico vero rimedio” quando le mutazioni del virus in corso e la sua scarsa letalità lo renderebbero di fatto completamente inutile se non addirittura dannoso.
Ad ogni modo, solamente ad agosto, come ha precisato lo stesso amministratore delegato di AstraZeneca,  Pascal Soriot, si saprà se questo prototipo vaccinale, la cui sigla identificativa è AZD1222, funziona oppure no.
Ma visti gli enormi interessi miliardari in ballo, e il fatto che il governo ha firmato un contratto in bianco per un prodotto di cui non sa nulla, c’è da scommettere che i protagonisti di questa storia hanno già deciso che deve funzionare comunque.
Il governo non ha minimamente pensato agli interessi degli italiani che potrebbero ricevere potenziali effetti dannosi dalla somministrazione di questo vaccino.
Se si dà uno sguardo infatti alla casa farmaceutica con la quale è stato stipulato l’accordo, si viene a conoscenza di informazioni interessanti – puntualmente nascoste e taciute dai media italiani – e si comprende meglio quali sono davvero gli interessi che sono stati tutelati in questa storia.

Gli stretti rapporti della Astra Zeneca con Bill Gates
Astra Zeneca è una casa farmaceutica molto vicina a Bill Gates.
E’ stata la stessa multinazionale del farmaco ad annunciare lo scorso 4 giugno di aver stretto un accordo pari a 750 milioni di dollari con GAVI e CEPI.
GAVI, l’alleanza mondiale per i vaccini e l’immunizzazione, è una fondazione globale che promuove l’immunizzazione nel mondo.
Uno dei suoi principali finanziatori è proprio l’uomo della Microsoft, come si può leggere nel suo stesso sito ufficiale.
Ma GAVI già in passato è stata accusata di avere più a cuore gli interessi delle case farmaceutiche che quelli della salute pubblica, quando questa strinse accordi che favorirono la britannica GlaxoSmithKline e l’americana Pfizer.
CEPI invece è una fondazione che mira anch’essa a promuovere i vaccini nel mondo ed è stata creata e finanziata dall’immancabile Bill Gates, praticamente onnipresente in qualsiasi investimento che riguardi l’immunizzazione.
Si tenga presente che CEPI  ha annunciato ufficialmente al forum di Davos, tenutosi lo scorso gennaio, di essere al lavoro per coordinare gli sforzi globali sulla produzione di un vaccino contro il Covid, quando il virus non rappresentava e, visti i fatti non rappresenta tuttora, una grave minaccia per la salute pubblica.
Ma evidentemente a Davos, il cuore pulsante delle élite globaliste e finanziarie, si era già scelta la “soluzione” ad una crisi che doveva e deve fare gli interessi di determinati gruppi dell’industria farmaceutica.
CEPI e GAVI avevano come obbiettivo fin dal primo momento di arrivare a sviluppare un vaccino, la cui produzione porterebbe enormi utili nelle casse delle case farmaceutiche, e AstraZeneca è certamente tra queste.
E’ la stessa compagnia a descrivere i termini dell’accordo raggiunto con le due fondazioni finanziate e create dal magnate della Microsoft.
“La compagnia ha raggiungo un accordo di 750 milioni di dollari con CEPI e GAVI per sostenere la produzione, approvvigionamento e distribuzione di 300 milioni di dosi del potenziale vaccino, con la consegna da iniziare entro la fine dell’anno. ”
Il governo PD-M5S ha praticamente aperto le porte ad un gruppo industriale molto vicino a Bill Gates, le cui fondazioni sono state già finanziate dall’esecutivo italiano con l’enorme cifra di 287 milioni di euro.
Questo accordo quindi non pare altro che essere che un vestito cucito su misura per consentire profitti enormi a Bill Gates e AstraZeneca.

Le ombre su AstraZeneca
Come già detto precedentemente, non si sa nulla della effettiva efficacia del vaccino AZD1222 contro il coronavirus perchè ancora deve essere sperimentato.
Se si guarda al passato del gruppo farmaceutico britannico, non c’è da stare troppo tranquilli al riguardo.
La AstraZeneca infatti è rimasta coinvolta in diverse controversie in passato che hanno seriamente minato la sua credibilità.
Una di queste risale al 2010 quando negli USA, la compagnia britannica violò le autorizzazioni della FDA, l’agenzia federale americana che autorizza la distribuzione dei farmaci, riguardo alla distribuzione di uno psicofarmaco, il Seroquel.
Il governo degli Stati Uniti, allora sotto l’amministrazione Obama, accusò la AstraZeneca di aver permesso che il Seroquel fosse utilizzato per il trattamento di patologie per le quali in realtà il farmaco non era stato approvato.
Questo è quanto stabilì il ministero della Giustizia americano.
“Gli Stati Uniti ritengono che AstraZeneca ha illegalmente messo in commercio il Seroquel per usi mai approvati dalla FDA. Nello specifico, tra il gennaio 2001 e il dicembre 2006, AstraZeneca ha promosso il Seroquel presso psichiatri e altri dottori per alcuni utilizzi che non sono stati approvati dalla FDA come sicuri ed efficaci (includendo l’aggressione, la malattia dell’Alzheimer, il controllo della rabbia, l’ansia, il disturbo iperattivo del deficit di attenzione, la gestione della sindrome bipolare, la demenza, la depressione, disturbi dell’umore, disturbi da stress post-traumatico e insonnia.) Questi usi non autorizzati non erano il risultato di indicazioni medicalmente accettate per i quali gli Stati Uniti e i programmi statali di Medicaid fornivano copertura per il Seroquel.”
Il governo americano accusò la AstraZeneca anche di aver pagato medici e specialisti vari per promuovere l’efficacia del farmaco contro le patologie citate sopra, accreditando questi specialisti come autori di studi scientifici a dimostrazione di questa tesi, senza che in realtà i medici avessero poi effettivamente realizzato quelle ricerche.
Queste ricerche sarebbero state realizzate da altre società mediche mentre i dottori si sarebbero solo prestati a metterci il proprio nome sopra.
Un fatto da tenere a mente la prossima volta che si santificano alcuni “eroi” in camice bianco.
Il gruppo britannico per evitare di finire in tribunale raggiunse un compromesso stragiudiziale e fu condannato a pagare la cifra astronomica di 520 milioni di dollari.
Se questa è stata la sua condotta in passato, cosa assicura che la multinazionale non si ripeta nuovamente sulla promozione del vaccino contro il Covid, descrivendolo come efficace e sicuro magari con l’aiuto di medici più interessati alla salute del proprio portafogli piuttosto che a quella dei propri pazienti?
Pensare che il governo Conte abbia autorizzato questo gruppo a produrre un vaccino, visti i suoi precedenti, che potrebbe essere somministrato a milioni di italiani non è molto rassicurante.

Ma le ombre su AstraZeneca non si limitano a questo caso.
La casa farmaceutica fu infatti accusata nel 2008 di aver influenzato la commissione che assegna i premi nobel per la medicina.
Nella commissione c’erano due membri che avevano stretti rapporti con la multinazionale.
Il quotidiano La Stampa dedicò un articolo alla vicenda.
“L’azienda farmaceutica AstraZeneca, che ha il suo quartier generale a Londra, avrebbe forse influenzato l’assegnazione dell’ultimo premio alla medicina – tributato a Harald zur Hausen per i suoi studi sul papilloma virus (Hpv). Due figure chiave della commissione di selezione hanno infatti forti legami con la casa farmaceutica. Che, guarda caso, ha forti interessi nella produzione del vaccino contro l’Hpv.
Una circostanza che ha insospettito Christer van der Kwast, direttore dell’unità anti corruzione della polizia svedese. Che ha ordinato un’indagine preliminare per accertare il reale svolgimento dei fatti. A suscitare l’attenzione degli investigatori sono Bertil Fredholm, presidente della commissione che valuta i candidati al premio, e Bo Angelin, membro del comitato di 50 persone che decide i vincitori. Entrambi hanno – o hanno avuto – legami con la AstraZeneca: Fredholm ha fornito consulenze, nel 2006, mentre Angelin siede nel consiglio di amministrazione.”

AstraZeneca finì anche sotto la lente d’ingrandimento dell’Antitrust italiana. Nel 2013, il presidente della commissione AGCM, Giovanni Pitruzzella, mise in rilievo nella sua relazione annuale come questa multinazionale avesse creato un abuso di posizione dominante sul mercato italiano.
Queste le parole del presidente dell’AGCM.
“La Commissione (AGCM N.d.T.) ha richiamato l’attenzione sui pregiudizi alla concorrenza che si possono instaurare in questo mercato attraverso il regulatory gaming, prima con un’indagine conoscitiva e poi con la decisione sul caso AstraZeneca, in cui è venuto in rilievo proprio l’abuso di posizione dominante di un’impresa che sfruttava le pieghe della regolazione per mantenere abusivamente una posizione di esclusiva. La decisione è stata confermata dalla Corte di Giustizia nel dicembre 2012.”

Le ombre e i conflitti d’interesse di AstraZeneca sono noti, ma nonostante questo il governo PD-M5S ha deciso di autorizzare un vaccino prodotto da questa casa farmaceutica che ha già dimostrato in passato di non aver affatto a cuore la salute pubblica.
AstraZeneca non ha avuto nessun tipo di riserva a pagare medici compiacenti per avallare studi senza alcuna base scientifica che avevano come esclusivo interesse quello di promuovere i farmaci della compagnia per usi non autorizzati e potenzialmente dannosi.
I precedenti di questo gruppo avrebbero dovuto indurre il governo ad una più attenta riflessione prima di dare il via al suo vaccino, ma evidentemente a questo esecutivo non sembra interessare molto la salute degli italiani.
A questo esecutivo sembra stare a cuore più la salute delle multinazionali e soprattutto dell’uomo che farà enormi profitti con questo vaccino, Bill Gates, ormai il vero referente di Palazzo Chigi.

https://lacrunadellago.net/2020/06/14/vaccino-covid-il-governo-ha-consegnato-la-salute-degli-italiani-nelle-mani-di-bill-gates/

In Italia come in altre nazioni del mondo iniziano a monitorare i soggetti vaccinati e poi successivamente lo faranno anche quelli NON vaccinati, per differenza….
La dittatura in-sanitaria avanza a piccoli passi…ma avanza comunque e velocemente, il tutto gestito dai Padroni del mondo che detengono le azioni delle aziende di  Big Pharma le quali controllano e gestiscono anche tutta la Filiera…:

(ANSA) – (I) Potenza, 20 Set. 2013 – La Regione Basilicata, prima in Italia, ha realizzato un progetto sperimentale per la programmazione e il monitoraggio delle vaccinazioni antinfluenzale e anti pneumococcica dei lucani.
Il programma, sviluppato con la tecnologia ”Google App Engine”, è stato presentato oggi, a Potenza, ed è diviso in diverse fasi, e prevede che gli utenti possano accedere alla sua scheda di vaccinazione per controllare le informazioni cliniche dal computer di casa o da un’applicazione mobile.
vedi anche: ISS + Ministero della salute informato dei Danni dei Vaccini, fa finta di nulla, cosi come gli “enti a Tutela” si, ma degli interessi di Big Pharma…. + EMA + CNR e Corruzione + Consenso Informato

Italia = DITTATURA in-SANITARIA
Ai pro vaccini … leggete ! E svegliatevi !! Ce le hanno fatte sotto il naso …
Ci sono dei retroscena piuttosto antipatici in tutta questa storia.
Bisogna vedere, tra le altre cose, se i giornalisti continueranno a fare i servi prezzolati di regime oppure tireranno la testa fuori dal sacco, e questo è un particolare importante…..a lettere@corriere.it

Cronologia di una dittatura
Attenzione alle date…

Tutto inizia il 2 aprile 2014 quando il premier Matteo Renzi è ricevuto nella City di Londra per incontrare i massimi dirigenti di Vodafone; Lloyds; British Bankers Association; BAE Systems; Credit Suisse; BP; HSBC holdings; London Stock Exchange; PwC LLP; Silver Lake; BT Group.
La creme della creme globalista da gli ordini al «pinocchietto toscano»…

Il 29 settembre 2014 a Washington avviene qualcosa di molto interessante.
Da quel giorno e per i successivi cinque anni (fino al 2019) l’Italia guiderà le strategie e le campagne vaccinali nel mondo. Chi lo ha deciso? Lo Zio Sam, per voce del Global Health Security Agenda (GHSA) che si è riunito alla Casa Bianca.
L’Italia purtroppo era rappresentata dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, dal Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) Sergio Pecorelli (arrestato ed imprigionato per conflitti di interesse ed altro…) e da uno strano figuro, il dottor Ranieri Guerra, consigliere scientifico dell’ambasciata a Washington che sarà presente alla conferenza stampa a giugno 2017 dopo la pubblicazione del decreto sui vaccini in Gazzetta Ufficiale.

Il 7 ottobre 2014 il primo ministro pro tempore Matteo Renzi incontra i dirigenti delle multinazionali del farmaco per approntare una strategia comune di vendita della merce.
E’ la prima volta che un primo ministro incontra un gruppo di Ceo della farmaceutica a Palazzo Chigi.
Presenti all’incontro: Pier Carlo Padoan, Federica Guidi, Beatrice Lorenzin, Maria Elena Boschi e il sottosegretario Luca Lotti.

A novembre 2015 la mamma Lorenzin è invitata a cena da Federfarma Roma. Numerose foto l’hanno immortalata in tailleur nero che scherza a tavola con la cricca farmaceutica…

Dicembre 2015 la Glaxo se ne esce titolando nei giornali a caratteri cubitali: «Esubero di personale alla Glaxo di Siena»; «Glaxo, è allarme licenziamenti»; «E a Verona chiude la Glaxo. Senza lavoro 600 ricercatori».

A metà dicembre il direttore dell’AIFA Sergio Pecorelli, quello presente alla Casa Bianca per l’investitura ufficiale è stato costretto a dimettersi per «gravi conflitti d’interesse» con le lobbies farmaceutiche ovviamente. Si dice che l’AIFA abbia elargito 20 milioni di euro alla Glaxo…

Ad aprile 2016 colpo di scena: la Glaxo che solo qualche mese prima doveva chiudere, magicamente ora investe 1 miliardo di euro in Italia. Perché l’azienda leader mondiale di vaccini investe in Italia ? Per caso i dirigenti si attendevano un’escalation di patologie infettive ?
Non tutti sanno che il cuore del business dei vaccini è in due città: Siena dove si fa R&S (Ricerca & Sviluppo) e Pisa dove avviene la produzione vera.
Qual è la regione dove è partita la falsa epidemia di meningite ? Esatto la Toscana la regione controllata dal partito e dagli amici di Renzi…

Nella primavera del 2016 inizia l’accanimento nei confronti di medici e ricercatori che mettono in discussione non solo i vaccini in quanto tali, ma la pratica vaccinale.

A luglio 2016 avviene il passaggio cruciale: la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) pubblica il «Documento sui vaccini».
Ricorda molto il Malleus Maleficarum (Il Martello delle Streghe), il testo scritto dai frati domenicani e pubblicato nel 1487 che diede inizio alla ferocissima repressione della santissima Inquisizione.

Il 29 settembre 2016 al congresso alla GSK dal titolo «Come sarà la vaccinazione del futuro ?» figura tra gli ospiti d’onore un certo Matteo Renzi. Dalla sala della più importante multinazionale che produce vaccini, Renzi propone pubblicamente di radiare i medici che mettono in discussione i vaccini.
Dopo la pubblicazione del documento della FNOMCeO e le folli dichiarazioni del premier colluso con le industrie, iniziano guarda caso le prime radiazioni dei medici coinvolti.

Il 19 maggio 2017 i tre cervelli sopraffini del parlamento: Beatrice Lorenzin, Maria Elena Boschi e Valeria Fedeli presentano il decreto legge per instaurare con la forza e la repressione le vaccinazioni di massa, triplicandone il numero: da 4 a 12.

Il 7 giugno 2017 il presidente della repubblica Sergio Mattarella, ex giudice costituzionale, firma uno dei decreto più incostituzionali che si siano mai visti. Il decreto, nonostante non vi sia nessuna urgenza, nonostante non vi sia nessuna epidemia o rischio per la salute pubblica viene pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
Ora si attende la conversione in legge che deve avvenire entro 60 giorni dalla pubblicazione.
Alla conferenza stampa del Ministero della Salute oltre alla ministra diplomata al classico vi era anche il dottor Ranieri Guerra visto prima. Cosa c’entra il consigliere scientifico dell’ambasciata di Washington a Roma ?
C’entra eccome. Si tratta di un medico pluri-specializzato dotato di un curriculum eccezionale con incarichi prestigiosi nazionali ed internazionali a non finire.
La cosa molto interessante è che si tratta del Consigliere di Amministrazione della Fondazione Glaxo-Smith-Kline e della Società Exosomics di Siena presso Siena Biotech Fondazione Monte dei Paschi…
Ranieri è il perfetto anello di congiunzione tra le istituzioni, la Glaxo, il ruolo dell’Italia quale «Capofila delle politiche vaccinali mondiali» e il decreto Lorenzin.
Tutto torna alla perfezione.
Ma ovviamente…… lo stanno facendo per la salute dei nostri bambini che rischiano di morire tragicamente di varicella, pertosse e morbillo: terribili flagelli del Terzo millennio – Tramite: Marcello Pamio –  By Vincenzo Zamboni – Verona.

——————————————————————————————–

RICERCA DEVIATA ai MEDICINALI che MANTENGONO la MALATTIA CRONICA.
INTERVISTA al PREMIO NOBEL per la  MEDICINA: RICHARD J. ROBERTS. – MEDITATE  e CONDIVIDETE !

Il vincitore del Premio Nobel per la Medicina, Richard J.Roberts, denuncia il modo in cui operano le grandi industrie farmaceutiche nel sistema capitalistico, anteponendo i benefici economici alla salute e rallentando lo sviluppo scientifico nella cura delle malattie perché guarire non è fruttuoso come la cronicità.

2.000.000 di reazioni gravi ai farmaci ogni anno !


“Recentemente in Italia, con l’introduzione del D.L. n. 95/03 si è provveduto ad abolire l’obbligo (diventa spontanea) di segnalazione di tutte le A.D.R. con le correlative sanzioni, ma rimane tuttavia obbligatoria la segnalazione delle A.D.R. gravi o inattese, di tutte le A.D.R. che riguardino i vaccini e quelle per quei farmaci che vengano inseriti in speciali elenchi, periodicamente pubblicati dal Ministero della Salute, riguardanti essenzialmente farmaci immessi di recente in commercio.”
Tratto da: http://www.altalex.com/index.php?idnot=10104

Mercato salute: PDF che segnala, dal punto di vista della medicina ufficiale, i vari ed inutili test, se non addirittura pericolosi, come ad esempio le mammografie, dette falsamente “preventive”, perche’ non prevengono nulla…anzi…!

LETTERA ricevuta da un TECNICO che ha lavorato a stretto contatto con certe LOBBIES della chimica-farmaceutica  – Giugno 2010

Egr. Dr. Vanoli,
Grazie della pronta risposta. Ho letto il documento html modificato, ottimo !
In aggiunta a quanto da me precedentemente comunicatoLe ed in rispetto delle norme deontologiche che dovrebbero essere da tanti altri nostri colleghi attuate giornalmente, vale a dire la trasparenza …sottolineo che personalmente ero inserito in alcuni ambienti lobbistici internazionali ove ho potuto constatare di persona (e non per sentito dire)…. quali siano i criminosi intenti che puntualmente sono stati attuati senza la pur minima opposizione reale degli organi di controllo (enti preposti, magistratura e polizia ) dato che fin troppo spesso nelle classiche riunioni (tornate …) si trovano a convivere le persone che durante il giorno giocavano a ..”guardie e ladri”.

Sia in Europa che negli Usa, questa continua danza di bugie, menzogne, raggiri, truffe legalizzate dallo stato, si perpetuano quotidianamente a causa di una incredibile ignoranza dilagante delle masse che oramai totalmente imbonite da pubblicità parassite, televisione, film ed intrattenimenti vari, sono ridotti a singole formiche indebitate fino al collo, per potere vivere con un tenore di vita superiore alle proprie possibilità, dimenticando totalmente l’uso del buon senso.
Non ci rimane che cercare di testimoniare e documentare a chi ancora usa la ragione ed il buon senso per scegliere ciò che è giusto dal resto …ma tutto questo risulta difficile perché nella attuale situazione internazionale e dato il caos informativo (voluto), in pochi hanno a disposizione il tempo necessario per leggere e riflettere con attenzione.
Sono dispiaciuto di leggere, a riguardo del Suo sito, le solite denigrazioni che tipicamente vengono diffuse al fine di creare confusione e mi meraviglio che vi siano persone che hanno il tempo da dedicare a tali azioni.
Personalmente continuerò nella direzione della libera diffusione di notizie scientifiche validate, al di fuori di qualsiasi logica di profitto e/o speculazione .
Tutti siamo di passaggio
Saluti (segue firma)

vedi: Ministero informato sui danni dei Vaccini + La guerra del Dottor Matthias RathDenunciato FarmaCartelloPericolo Farmaci + Industria della MalattiaDiritti + GeniocraziaNorimberga 2 + Le CorporazioniLobbies  + Gruppo Bilderberg + Falsita’ della medicina ufficiale’ + Archivio sui danni dei farmaci + Limiti della ricerca Statistiche Ministero manipolate + BARONIE, Università e MEDICI + FARMACI e CONTROINDICAZIONI + MEDICI IMPREPARATI + Guerra conto le Donne (con i Vaccini)  + Medici pagati da case farmaceutiche

FILM interessantissimo da visionare:  http://video.google.it/videoplay?docid=4684006660448941414

PROMEMORIA per TUTTI, medici, politici ed avvocati compresi:

Anno 2019-2020: DITTATURA SANITARIA  INVENTATA su FALSI SCIENTIFICI !
Avvocato Francesco Scifo :
– Lo sapevate che la pandemia non è mai stata dichiarata da OMS, ma solo il rischio pandemico, e quindi questa clausura è illegale ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che un decreto del presidente del consiglio dei ministri non può MAI avere valore di legge ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che il virus non provoca la polmonite interstiziale che stanno curando, ma trombosi polmonare e quindi gli intubati sono stati, di fatto, uccisi ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che l’autocertificazione siete invitati a farla, ma nessuno ve lo può ordinare ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che se la fate e dichiarate il vostro stato medico questo è specificatamente nullo e vietato dalla legge ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che tutte le volte che leggete “denunciato qui, denunciato la” sono cazzate. Un decreto legge non può MAI avere risvolti penali ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che nei primi tre mesi di quest’anno in Italia sono morte meno persone che nel corrispondente periodo del 2019. Indipendentemente dalle cause ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che nessun paese al mondo sta subendo una clausura economicamente devastante come il nostro ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che se si sente male un vostro caro, anziano, ve lo sottraggono e dopo averlo sottoposto a cure non scelte né accettate, lo fanno morire da solo e probabilmente ve lo ridanno incenerito, dentro un barattolo e ciò è ASSOLUTAMENTE illegale ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che il governo invece di decidere lui tramite ministri e funzionari ha chiamato una squadra di tecnici ELETTA DA NESSUNO, facenti parte il grande mondo della grande finanza, che decideranno cosa noi potremo fare, dove andare quanto allontanarci da casa…. in flagrante violazione di ogni legge e della Costituzione Italiana ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che i membri di questa squadra accettano di farne parte solo se potranno agire in segreto e se avranno l’immunità totale dalle richieste di risarcimento dei danni che potrebbero causare ? No. Ora lo sapete.
– Lo sapevate che ad accettare di esser trattati da schiavi si diventa schiavi ? NO ora lo sapete

Continua QUI:  https://mednat.news/dittatura_sanitaria.htm

Vedi anche: Quadro Bio-Logico sull’epidemia e Covid19
E per finire:
Alliance-Rockefeller-and-Gates_Vaccines-forAll_Nov2014

Recommended For You

Administrator

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm - Curatore, Tutore, Notaio, del TRUST estero VANOLI G.P. e difensore dei: - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *