Coronavirus, Sars-Cov2, Covid19, chi li ha visti ? – 1

Il virus Fantasma, chi l’ha visto ?
alla RICERCA del SARS-COV-2

CANADA:
Freedom of Information Act al Dipartimento della salute pubblica di Peterborough (Canada).

Richiesta:
qualsiasi studio o documentazione che descriva la purificazione di qualsiasi virus HIV, o epatite B, o epatite C, o Sars-Cov2, inclusa qualsiasi variante.
Risposta:
non abbiamo alcuna documentazione in merito alla vostra richiesta.

90 Istituzioni/centri scientifici, NON hanno fornito neanche un documento attestando la purificazione del Sars-Cov2

SPAGNA:
https://www.detoxed.info/spagna—ministero-salute-non-disponiamo-del-virus-sars-cov2-ne-isolato-ne-in-coltura/

ITALIA:
è stata fatta la stessa richiesta da parte dello Admin di questo sito, ma molto più specifica, al Ministero della “salute” nella persona ed all’attenzione del ministro Speranza, NESSUNA risposta fino ad oggi……
Non hanno NULLA in mano…..

Importante articolo:
Articolo scritto da Torsten Engelbrecht, Dr Stefano Scoglio & Konstantin Demeter…Samuel Eckert ha persino offerto 230.000 euro a Christian Drosten per presentare passaggi di testo da pubblicazioni che dimostrano scientificamente il processo di isolamento della SARS-CoV-2 e della sua sostanza genetica.
La data limite (31 dicembre 2020) è scaduta senza che Drosten abbia risposto a Eckert.
Leggi l’articolo
https://www.databaseitalia.it/il-virus-fantasma-alla-ricerca-del-sars-cov-2/

In questo video il dr. Scoglio spiega dettagliatamente, come questi ipotetici virus esistono SOLO nella mente dei virologi di Big Pharma, vedi a questo link il video, da visionare con estrema attenzione
A tutti i medici si consiglia di oltre a fare le verifiche del caso di AGGIORNARSI, perché le università di Big Pharma, li hanno indottrinati su ideologie FALSE ormai smascherate totalmente, vedi le prove certificate del biologo dr. Stephan Lanka, ben citato nel video del dr. Scoglio.

Questa immagine al microscopio elettronico, eseguita su di una coltura cellulare, è ciò che i virologi presentano come prova dell’esistenza di SARS-CoV-2. (NdR in realtà sono esozomi)
Tuttavia, secondo un articolo intitolato: “Appearances Can Be Deceiving – Viral-Like Inclusions in COVID-19 Negative Renal Biopsies by Electron Microscopy,”
– Inclusioni simili a virus nelle biopsie renali negative di COVID-19 by Electron Microscopy”, pubblicato nel numero di agosto 2020 della rivista Kidney360, i ricercatori hanno trovato particelle identiche in persone che erano “negative”. per la malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) e nelle biopsie renali dell’era pre-COVID-19″.
Gli autori del documento elencano “un numero di potenziali costituenti cellulari naturali che possono generare gruppi di vescicole rotonde che mimano (assomigliano a ciò che chiamano)  i virioni SARS-CoV-2 …”
In altre parole, molto prima dell’era COVID, e nei pazienti che non avevano COVID o erano risultati negativi per SARS-CoV-2, i ricercatori stavano trovando “vescicole / esosomi” indistinguibili dal virus SARS-CoV-2.
Questi risultati affermano ciò che molti studiosi dicono da più di un anno: queste particelle, etichettate come SARS-CoV-2, sono in realtà componenti normali cellule disgregantesi di tessuti morti o morenti.
Non sono virus patogeni.

Un’altra notizia bomba da questo articolo: in uno “studio dettagliato e ultrastrutturale” del 2003, il CDC ha riconosciuto che le particelle “SARS-CoV” (presumibilmente responsabili dell’epidemia di SARS del 2003) non potevano essere distinte dai “normali componenti cellulari”.
Ciò significa che il CDC già sapeva nel 2003 che le immagini che chiamavano coronavirus non erano altro che dei “normali componenti cellulari”. [Fonte: Dr Thomas Cowan].
By Vincenzo Fight

https://www.facebook.com/100008892430779/posts/2576257246013998/

Direttamente dall’avvocato britannico Anna De Buiscuit
Ultime notizie.  condividete su tutte le piattaforme:
il documento della FDA ammette che il test PCR “Covid” è stato sviluppato senza campioni isolati per la calibrazione del test, ammettendo effettivamente che sta testando qualcos’altro.
Un documento appena pubblicato dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense ammette apertamente che il famigerato test PCR per il coronavirus di Wuhan (Covid-19) è stato sviluppato non con campioni reali, ma piuttosto con quello che sembra essere materiale genetico di un comune raffreddore.  virus.
 Nel documento della FDA, viene chiaramente affermato che il materiale genetico dell’influenza stagionale ordinario è stato utilizzato come marcatore di test nei kit di test PCR perché le autorità sapevano che molte persone sarebbero risultate “positive”, consentendo così loro di utilizzare questi risultati per creare  la narrativa del “Covid”.
 È una lettura piuttosto lunga, ma date un’occhiata voi stessi e vedrete l’inganno in bella vista.  Non esiste un test legittimo che identifichi con precisione la presenza di SARS-CoV-2.
 Dal documento:
 “Poiché non erano disponibili isolati di virus quantificati del 2019-nCoV per l’uso da parte dei CDC al momento dello sviluppo del test e dello studio condotto, i test progettati per il rilevamento dell’RNA del 2019-nCoV sono stati testati con stock caratterizzati di RNA a lunghezza intera trascritto in vitro.  (gene N; accesso GenBank: MN908947.2) di titolo noto (copie di RNA/µL) addizionato in un diluente costituito da una sospensione di cellule A549 umane e terreno di trasporto virale (VTM) per imitare il campione clinico.
Un’altra rivelazione nel documento è l’ammissione da parte della FDA che i risultati dei test sono “raggruppati” insieme per produrre numeri imprecisi.
La FDA sta letteralmente producendo dati per supportare una falsa narrativa.
Ora siamo a un bivio in tutto il mondo.  È giunto il momento di decidere se consentiremo a questo tipo di fascismo medico di persistere e di avere un impatto sul futuro dei nostri figli.
O se alla fine diremo di no alla politica tirannica del governo.
 Puoi SCARICARE IL DOCUMENTO QUI:
https://www.fda.gov/media/134922/download

 fda.gov (http://fda.gov/)

Sono riusciti a diffondere il terrore utilizzando la Covid, con un supposto virus influenzale “firmato”, inesistente in natura, ma creato di proposito al Computer…
https://www.detoxed.info/dr-kevin-corbett-il-virus-non-e-mai-stato-isolato-ed-il-test-pcr-si-basa-su-un-modello-di-virus-creato-al-computer/

———————————————————————————————————————————-

Dichiarazione sull’isolamento dei virus (SOVI) – 01/06/2021

Isolamento: l’azione di isolare; il fatto o la condizione di essere isolato o di stare da solo; separazione da altre cose o persone; solitudine – (dal Dizionario inglese di Oxford)

La controversia sul fatto che il virus SARS-CoV-2 sia mai stato isolato o purificato continua. Tuttavia, utilizzando la definizione di cui sopra, il buon senso, le leggi della logica e i dettami della scienza, qualsiasi persona imparziale dovrebbe giungere alla conclusione che il virus SARS-CoV-2 non è mai stato isolato o purificato. Di conseguenza, non è possibile trovare alcuna conferma dell’esistenza del virus. Le conseguenze logiche, di buon senso e scientifiche di questo fatto sono:
– la struttura e la composizione di qualcosa di cui non è stata dimostrata l’esistenza non possono essere conosciute, inclusa la presenza, la struttura e la funzione di qualsiasi ipotetico picco o altre proteine;
– la sequenza genetica di qualcosa che non è mai stato trovato non può essere conosciuta;
– “Varianti” di qualcosa di cui non è stata dimostrata l’esistenza non possono essere conosciute;
– è impossibile dimostrare che la SARS-CoV-2 causa una malattia chiamata Covid-19.

Nel modo più conciso possibile, ecco il modo corretto per isolare, caratterizzare e dimostrare un nuovo virus. Innanzitutto, si prelevano campioni (sangue, espettorato, secrezioni) da molte persone (ad esempio 500) con sintomi che sono abbastanza unici e specifici da caratterizzare una malattia. Senza mescolare questi campioni con QUALSIASI tessuto o prodotto che contenga anche materiale genetico, il virologo macera, filtra e ultracentrifuga cioè purifica il campione.
Questa comune tecnica virologica, utilizzata da decenni per isolare i batteriofagi1 e i cosiddetti virus giganti in ogni laboratorio di virologia, consente al virologo di dimostrare con il microscopio elettronico migliaia di particelle di dimensioni e forma identiche. Queste particelle sono il virus isolato e purificato.

Queste particelle identiche sono poi testate per l’uniformità usando tecniche fisiche e/o microscopiche. Una volta determinata la purezza, le particelle possono essere ulteriormente caratterizzate. Questo includerebbe l’esame della struttura, della morfologia e della composizione chimica delle particelle. Successivamente, la loro composizione genetica viene caratterizzata estraendo il materiale genetico direttamente dalle particelle purificate e utilizzando tecniche di sequenziamento genetico, come il sequenziamento Sanger, che esiste già da decenni.
Poi, si fa un’analisi per confermare che queste particelle uniformi sono di origine esogena (esterna) come viene concettualizzato un virus, e non i normali prodotti di degradazione dei tessuti morti e morenti.
2 (A maggio 2020, sappiamo che i virologi non hanno avuto modo di determinare se le particelle che vedono sono virus o semplicemente normali prodotti di degradazione dei tessuti morti e morenti).
3. 1 Isolation, characterization and analysis of bacteriophages from the haloalkaline lake Elmenteita, KenyaJuliah Khayeli Akhwale et al, PLOS One, Published: April 25, 2019.
https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0215734 — accessed 2/15/21
2 “Extracellular Vesicles Derived From Apoptotic Cells: An Essential Link Between Death and Regeneration,” Maojiao Li1 et al, Frontiers in Cell and Developmental Biology, 2020 October 2.
https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fcell.2020.573511/full — accessed 2/15/21
3 “The Role of Extracellular Vesicles as Allies of HIV, HCV and SARS Viruses,” Flavia Giannessi, et al, Viruses, 2020 May

Se siamo arrivati a questo punto, abbiamo completamente isolato, caratterizzato e sequenziato geneticamente una particella virale esogena. Tuttavia, dobbiamo ancora dimostrare che è causalmente correlato a una malattia. Ciò viene effettuato esponendo un gruppo di soggetti sani (di solito si usano animali) a questo virus isolato e purificato nel modo in cui si pensa che la malattia venga trasmessa. Se gli animali si ammalano della stessa malattia, come confermato dai risultati clinici e dell’autopsia, si è ora dimostrato che il virus causa effettivamente una malattia. Ciò dimostra l’infettività e la trasmissione di un agente infettivo.
Nessuno di questi passaggi è stato nemmeno tentato con il virus SARS-CoV-2, né tutti questi passaggi sono stati eseguiti con successo per alcun cosiddetto virus patogeno. La nostra ricerca indica che un singolo studio che mostra questi passaggi non esiste nella letteratura medica. Invece, dal 1954, i virologi hanno prelevato campioni non purificati da poche persone, spesso meno di dieci, con una malattia simile.

Quindi elaborano minimamente questo campione e inoculano questo campione non purificato su colture di tessuti contenenti solitamente da quattro a sei altri tipi di materiale, che contengono tutti materiale genetico identico a quello che viene chiamato un “virus”. La coltura tissutale è affamata e avvelenata e si disintegra naturalmente in molti tipi di particelle, alcune delle quali contengono materiale genetico. Contro ogni buon senso, logica, uso della lingua inglese e integrità scientifica, questo processo è chiamato “isolamento del virus”. Questa miscela contenente frammenti di materiale genetico proveniente da molte fonti viene quindi sottoposta ad analisi genetica, che crea poi in un processo di simulazione al computer la presunta sequenza del presunto virus, un cosiddetto genoma in silico. In nessun momento un virus reale è stato confermato dalla microscopia elettronica. In nessun momento un genoma è stato estratto e sequenziato da un vero virus.
Questa è una frode scientifica.
L’osservazione che il campione non purificato – inoculato su colture tissutali insieme ad antibiotici tossici, tessuto fetale bovino, liquido amniotico e altri tessuti – distrugge il tessuto renale su cui è inoculato, viene data come prova dell’esistenza e della patogenicità del virus.
Questa è una frode scientifica.
D’ora in poi, quando qualcuno ti da un documento che suggerisce che il virus SARS-CoV-2 è stato isolato, controlla le sezioni dei metodi. Se i ricercatori hanno utilizzato cellule Vero o qualsiasi altro metodo di coltura, sai che il loro processo non è stato l’isolamento. Sentirai le seguenti scuse per spiegare perché l’effettivo isolamento non è stato fatto:

Non c’erano abbastanza particelle di virus trovate nei campioni dei pazienti da analizzare. I virus sono parassiti intracellulari; non possono essere trovati fuori dalla cella in questo modo.

 Se l’affermazione numero 1 è corretta e non riusciamo a trovare il virus nell’espettorato dei malati, allora su quali prove riteniamo che il virus sia pericoloso o addirittura letale? Se la numero 2 è corretta, come si diffonde il virus da persona a persona? Ci viene detto che emerge dalla cellula per infettare gli altri. Allora perché non è possibile trovarlo?

Infine, mettere in discussione queste tecniche e conclusioni virologiche non è una distrazione o una questione di divisione. Far luce su questa verità è essenziale per fermare questa terribile frode che l’umanità sta affrontando. Perché, come ora sappiamo, se il virus non è mai stato isolato, sequenziato o dimostrato, che sia causa di malattie, se il virus è immaginario, allora perché indossiamo maschere, allontaniamo socialmente e mettiamo il mondo intero in prigione?

Infine, se i virus patogeni non esistono, cosa sta succedendo a quei dispositivi iniettabili chiamati erroneamente “vaccini” e qual è il loro scopo ?

Questa domanda scientifica, è al momento, la più urgente e rilevante che poniamo alla comunità scientifica mondiale. Abbiamo ragione. Non esiste un virus SARS-CoV2.

Seguono le firme autografe dei 3 ricercatori.
Tratto da:
https://evokeagents.blogspot.com/2021/06/dichiarazione-sullisolamento-dei-virus.html?m=1

Il giornalista tedesco Samuel Eckert ha offerto una ricompensa di 1 milione di euro a chi sarà in grado di dimostrare in maniera incontrovertibile l’esistenza del Covid. Per prove incontrovertibili, si intende la presentazione della prova dell’isolamento del virus secondo i postulati di Koch previsti dalla comunità scientifica internazionale. Ad oggi, nessuno è stato in grado di raccogliere e vincere la sfida lanciata da Eckert.
Il milione di euro resta lì in attesa che qualcuno presenti le prove inconfutabili dell’esistenza del Covid-19.

Documento Ufficiale sul Covid-19: il CDC ha dovuto AMMETTERE con rancore già nell’estate 2020 di NON avere un virus misurabile:
Poiché nessun oggetto virale isolato quantificato (= misurato) del 2019-nCoV è disponibile in questo momento…’
(pagina 39 del ‘CDC 2019-Novel Coronavirus (2019-nCoV) Real-Time RT-PCR Diagnostic Panel’ (13 luglio)

Hanno solo sequenziato alcune parti di materiale genetico trovato nei malati di influenza stagionale, e l’hanno attorbuito falsamente al visrus covid19……
TUTTO è basato su Falsità !

Ma i Virus sono veramente stati isolati, secondo i giusti crismi scientifici od è tutta una sonora BUFALA ? vedi QUI
https://pattoverascienza.com/virus-cosa-sono-sono-veramente-stati-isolati-2/

Inoltre:
Il Dizionario dice:

Vìrus [dal lat. virus «veleno», sostantivo maschile
– In passato, in biologia e in medicina,
ogni sostanza nociva (tossina o microrganismo) capace di determinare una malattia.

– In microbiologia, particella parassita infettiva di dimensioni submicroscopiche in quanto si replica esclusivamente all’interno delle cellule degli organismi; costituita essenzialmente da proteine e acidi nucleici (DNA o RNA).

Il microbioma
Per microbioma si intende la flora batterica intestinale, orale, genitale, cutanea. Wiki:“è l’insieme del patrimonio genetico e delle interazioni ambientali della totalità dei microrganismi di un ambiente definito. Un ambiente definito potrebbe essere un intero organismo (per esempio, un essere umano) o parti di esso (per esempio, l’intestino o la cute)”

Virioma
Nota bene: per Wikipedia il Virioma non esiste, non vale la pena parlarne; ma il nostro corpo è formato da 6.000 miliardi di cellule e vive in simbiosi con 60.000 miliardi di batteri che formano il Microbioma, e 380.000 miliardi di virus fra cui i Coronavirus, che formano Virioma.

Microbioma e Virioma – ovvero la massa di batteri e di virus che popolano intestino, pelle, apparato respiratorio e genitale, sono importantissimi per la nostra salute; se sono equilibrati stiamo bene, se non lo sono stiamo male.

Il Microbioma ed il Virioma interagiscono fra di loro.
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31295677
Virome–host interactions in intestinal health and disease
Articlein Current Opinion in Virology 37:63-71 · August 2019
Traduzione:
Il viroma enterico è costituito in gran parte da batteriofagi e da profagi in relazione con i batteri commensali. I batteriofagi influenzano indirettamente il sistema immunitario ospite prendendo di mira i batteri associati; tuttavia, gli studi suggeriscono che i batteriofagi hanno anche percorsi distinti che consentono loro di interagire direttamente con l’ospite.

I Virus quindi:
-Costituiscono una parte fondamentale del sistema immunitario
-Sono simbionti: non sono né veleni, né parassiti !

Conclusione
Nel caso del CoviD, inizialmente definito come polmonite interstiziale ed ora rivelatosi coagulopatia disseminata, la dimostrazione della causa virale si basa, anche in assenza di sintomi:
-sulla positività del test RT-CPR da tampone orofaringeo, test  che non è attendibile e dà l’80% di falsi positivi
-sulle immagini al Microscopio Elettronico
Con questo breve scritto vorremmo evidenziare la somiglianza  delle immagini attribuite al Coronavirus ad altri corpuscoli ultramicroscopici, il che le rende un parametro inattendibile per la diagnosi di CovD.

James Hildreth, professor of pharmacology and molecular sciences at Johns Hopkins:
“il virus Cov19 non esiste, si tratta di Esosomi !”

Il dott. Andrew Kaufman afferma:
“I “virus” visualizzati al microscopio elettronico sono in realtà Esosomi, che sono secrezioni di cellule malate. Non sono trasmissibili e non sono la causa, bensì la risposta alla malattia e facilitano la guarigione digerendo sostanze tossiche”.

Concudendo:
A – la parola “Virus” deriva dal latino e significa “veleno”; la prese in prestito Pasteur per descrivere tossine di natura sconosciuta che non vedeva al microscopio. Potrebbero essere tossine ambientali, metalli pesanti, sostanze chimiche, sostanze radioattive, microonde ….

B –  Ciò che oggi identifichiamo come Virus al microscopio elettronico sono in realtà degli ammassi di DNA e RNA contenenti informazioni di tutti i tipi; sono anche il risultato – non la causa – di un’infezione di cellule e tessuti: da qualcuno sono considerati addirittura indice di una buona risposta immunologica.

C – Le immagini dei “virus” al microscopio elettronico sono confondibili con una miriade di corpuscoli fisiologici
I corpuscoli attribuiti al Sars-Cov-2 potrebbero essere Esosomi, Vescicole Extracellulari, Lisosomi, Endosomi o altro.

Sarebbe più corretto definirli UMO:
Undefined Microscopic Object
By dott Antonio Miclavez

QUI l’articolo originale con tutte le immagini:
A_miclavez_Coronavirus-chi-l’ha-visto.
(documento che illustra tutti dubbi sul covid19)
Bt dott. A. Miclavez (medico)

vedi anche: https://ampass2020.wixsite.com/coronaschiavi2020

vedi anche questi articoli con molti più particolari scientifici sul tema dei Virus:
Cosa sono i Virus ?
https://pattoverascienza.com/?s=cosa+sono+i+virus 

e per finire una chicca:
US, rRT-PCR FAKE.
Altro DOCUMENTO GRAVISSIMO
!
FDA, CDC, E TEST USA rRT-PCR = NON HANNO IL VIRUS.

NON HANNO NULLA, assolutamente NESSUN VIRUS REALE del tutto.
La conferma viene anche dai CDC americani:
https://thewashingtonstandard.com/cdc-documents-no-quantified-virus-isolates-of-the-2019-ncov-are-currently-available/

ANCHE LORO dall’INIZIO USANO PARTI di SEQUENZA SINTETIZZATA (inventata ed assemblati al Computer) in LABORATORIO.

E’ nero su bianco dalla CDC e dalla FDA, qui nel report dei loro test rRT-PCR falsi.
Da notare, il documento, è del 13 luglio 2020. Ad oggi nulla.
Pagina 39: “Since no quantified virus isolates of the 2019-nCoV are currently available, assays designed for detection of the 2019-nCoV RNA were tested with characterized stocks of in vitro transcribed full length RNA (N gene; GenBank accession: MN908947.2) of known titer (RNA copies/µL) spiked into a diluent consisting of a suspension of human A549 cells and viral transport medium (VTM) to mimic clinical specimen.
Video di un ricercatore scientifico: il virus Covid19, non è stato MAI isolato ! – 24/09/2020
Il Prof. Stefano Scoglio, membro del Comitato Scientifico Indipendente di Vicit Leo, denuncia il mancato isolamento virale
Candidato al premio Nobel per la medicina nel 2018, Stefano Scoglio pubblica su Byoblu il suo ultimo studio dal titolo “La pandemia inventata, la nuova patologia dell’asintomaticità e la non validità del test per il Covid19”.
Il ricercatore scientifico e Direttore del Centro di Ricerche Nutriterapiche di Urbino, in questa lunga intervista, arriva ad affermare con certezza che: “Il SarsCov2 non è mai stato isolato”. Sebbene ci siano degli studi che affermino il contrario, il professore con dati e carte alla mano, spiega come il processo di separazione del virus non sarebbe mai stato realizzato: “Ho esaminato tutti gli studi che affermano di aver isolato e persino testato il virus, ma tutti hanno fatto qualcosa di molto diverso: hanno preso il liquido faringeo o bronco-alveolare dei pazienti, lo hanno centrifugato per separare le molecole più grandi dalle molecole più piccole, come appunto i presunti virus; hanno poi preso il surnatante (la parte superiore del materiale centrifugato) e hanno chiamato quella matrice estremamente complessa ‘virus isolato’.”
Il fatto che il SarsCov2 non sia stato isolato pone ulteriori dubbi sulla veridicità-efficacia dei tamponi e dei test sierologici, spiega Scoglio rivelando un altro fatto estremamente grave e alla base della decisione di chiudere l’intero Paese: “Esistono 78 tipologie di tamponi, alcune delle quali importate dalla Cina; nessuna di queste è mai stata controllata o ispezionata né convalidata, è la Commissione europea ad affermarlo” nel Working Document del 16 aprile scorso.
https://www.youtube.com/watch?v=v-VsVp2mfGg

I CDC Usa, confermano che non è stato mai isolato per intero

Il dr. Wu Zunyou, del Chinese Center for Disease Control ammette alle telecamere dell’emittente NBC che loro non hanno isolato il virus SARS-COV-2

SCARICA LO STUDIO: https://go.byoblu.com/StefanoScoglio
Tratto da: Vicitleo.org

Sintesi di una ricerca del dottor Andrew Wye PhD dalla California:
Ho un dottorato in virologia e immunologia.  Sono uno scienziato di laboratorio clinico e ho testato 1500 campioni Covid 19 positivi “presunti” raccolti qui nel sud della California.  Quando il mio team di laboratorio e io abbiamo testato i postulati e l’osservazione di Koch con un SEM (microscopio elettronico a scansione), non abbiamo trovato alcun Covid in nessuno dei 1500 campioni.  Quello che abbiamo scoperto è che tutti i 1.500 campioni erano principalmente influenza A e alcuni influenza B, ma non un singolo caso di Covid, e non abbiamo usato il B.S.  Test PCR.  Abbiamo quindi inviato il resto dei campioni a Stanford, Cornell e alcuni dei laboratori UC e hanno trovato gli stessi risultati come noi, NESSUN COVID.  Hanno trovato l’influenza A e B. Poi abbiamo parlato tutti con il CDC e abbiamo chiesto loro campioni COVID validi, che il CDC ha detto di non poter fornire perché non avevano campioni.

Siamo ora giunti alla conclusione definitiva attraverso tutta la nostra ricerca e il lavoro di laboratorio che COVID 19 era immaginario e fittizio.  L’influenza si chiamava Covid e la maggior parte dei 225.000 morti morì di comorbidità come malattie cardiache, cancro, diabete, enfisema, ecc.  e poi hanno preso l’influenza che ha indebolito ulteriormente il loro sistema immunitario e sono morti.  Devo ancora trovare un singolo campione di Covid 19 valido con cui lavorare.

Noi, nelle 7 università che hanno eseguito i test di laboratorio su questi 1500 campioni, stiamo ora facendo causa al CDC per frode Covid 19.
Il CDC deve ancora inviarci un singolo campione di Covid 19 valido, isolato e purificato,  eppure non vogliono inviarci un campione valido, dico che non c’è il Covid 19, è fittizio.
I quattro articoli di ricerca che descrivono gli estratti genomici del virus Covid 19 non sono mai stati in grado di isolare e purificare i campioni.
I quattro articoli scritti su Covid 19 descrivono solo piccoli frammenti di RNA lunghi solo da 37 a 40 paia di basi, il che NON È UN VIRUS.  Un genoma virale è tipicamente compreso tra 30.000 e 40.000 coppie di basi.
Con quanto si dice che dovrebbe essere dappertutto cattivo il Covid, come mai nessuno in nessun laboratorio al mondo ha isolato e purificato questo virus nella sua interezza ?
Questo perché non hanno mai trovato il virus, tutto ciò che hanno trovato sono stati piccoli pezzi di RNA che comunque non sono mai stati identificati come virus.

Quindi quello con cui abbiamo a che fare è solo un altro ceppo di influenza stagionale come ogni anno, COVID 19 non esiste ed è fittizio.
Credo che la Cina ed i globalisti abbiano orchestrato questo inganno del COVID (l’influenza camuffata da un nuovo virus) per provocare la tirannia globale e uno stato di sorveglianza della polizia globale totalitaria, e questo complotto includeva una massiccia frode elettorale “.

Dott. Andrew Wye PhD
Commento NdR: non sono riuscito a trovare conferme della titolarità di questa sintesi, per cui pur condividenone il contenuto, non posso assicurarne al totale veridicità.

Inoltre:
INFETTIVITA’ dei VIRUS ?  NON esiste !
Per dimostrare e certificare la presunta infettività dei virus, occorre in primis isolare con certezza assoluta un virus e per farlo significa prima di tutto riconoscerlo nella sua interezza, collocarlo in una tassonomia precisa, separarlo dal contesto in cui si trova e collocarlo in un contesto biologico in omeostasi in cui può dimostrare la sua capacità di infettare e indurre danni biologici.

Al di fuori dei confini di queste premesse (che è “minimalista”) solo NULLA può essere dimostrata…poi occorre inserirlo in un essere umano e controllare se somatizza la malattia per la quale il virus sarebbe responsabile…..
Questi test NON sono MAI stati fatti in nessuna parte del mondo !
https://vk.com/wall470092275_864

————————————————————————————————————————–

IL VIRUS COVID-19 NON ESISTE
By Dr Mohammad Iqbal Adil, del servizio sanitario nazionale britannico (NHS) – https://t.co/URvqCjdMnU #BitChute

Cominciamo così

il LOCKDOWN è UNA STRAGE UMANITARIA di immani proporzioni e conseguenze
– 1.8 miliardi di bambini e adolescenti in più di 160 Paesi sono a casa, in preda ad ansia e crisi di panico, lontani dai luoghi di aggregazione
ed ora veniamo alla domanda:
– Il coronavirus esiste ?
la risposta è NO, dopo molti anni di studi la risposta conclusiva è che il CORONAVIRUS è UNA FRODE !

Il coronavirus è una creazione di una ASSOCIAZIONE FAMELICA UNA PIRAMIDE dove l’1% controlla dal 98 al 99% della popolazione restante al livello centrale della piramide ci sono militari,forze dell’ordine e burocrati DEVIATI

Le classi povere non ricevono aiuto o tutela da questi agenti del sistema Law&Order, questi infatti NON lavorano per tutelare le classi povere, ma servono questo 1/2%, smodatamente ricco, che siede in modo perverso sulla cima di questa piramide.
Tornando indietro alle origini di questa pandemia di coronavirus, a Wuhan, in Cina, nel gennaio di quest’anno i cinesi avevano rilevato che si erano manifestati 100/150 casi di individui che presentavano sintomi influenzali quali infezioni delle vie respiratorie inferiori e superiori, polmonite…febbre, quindi analizzarono l’escreto polmonare, E NON TROVARONO VIRUS IN QUESTE SECREZIONI, MA….trovarono MATERIALE GENETICO, proveniente dallo stesso secreto (muco) polmonare e lo chiamarono COVID-19
A tal punto, che NEANCHE UN SOLO STUDIO, ad oggi, è stato IN GRADO DI IDENTIFICARE CON CERTEZZA IL CORONAVIRUS
Il test che i CINESI hanno usato per far questo, lo stesso che hanno usato gli USA, l’Inghilterra e il resto dell’Europa, si chiama rT-PCR, questo metodo VIENE USATO ORA IN TUTTO IL MONDO per sapere se c’è risposta positiva o meno, MA la risposta se è “POSITIVO AL COVID-19”, non è MAI “POSITIVO al CORONAVIRUS”, e quando il PATOLOGO si trova davanti un campione di secrezione polmonare o della laringe, IDENTIFICA e SCRIVE la presenza del COVID-19, ma NON SI TRATTA del CORONAVIRUS, quello che vede è, in realtà, il residuo del TESSUTO INFIAMMATORIO del POLMONE e della LARINGE, dopo esposizione a STRESS (ossidativo) e morte cellulare.

COME SUCCEDE A TUTTE LE PERSONE DEL MONDO (che hanno infiammazioni alle vie respiratori), come succede in una BANALE BRONCHITE, come succede per una sindrome INFLUENZALE tipica, come accade anche nel TUMORE POLMONARE

In TUTTI QUESTI CASI, SI RINVIENE lo STESSO TIPO di CELLULE nel SECRETO ANALIZZATO, invece viene descritto come “COVID-19 POSITIVO”
ANCHE NELL’INFARTO DEL MIOCARDIO l’esame del secreto risulta “POSITIVO PER COVID-19″….ha…ha…ha…

QUINDI è SCORRETTO, direi CRIMINALE, etichettare qualcuno come “POSITIVO AL COVID-19” in questi casi, considerato che esistono PROTOCOLLI SPECIALI, specie per i più anziani,  ultra-settantenni che vengono posti in ISOLAMENTO RIGOROSO, anziani che passano da SINTOMI LIEVI SUBITO a FASE ACUTA

Mi creda: i pazienti POSITIVI AL COVID-19, in una percentuale che oscilla tra l’80 e l’95% GUARISCONO, senza finire in RIANIMAZIONE e in FASE CRITICA, solo una percentuale tra il 5 e il 10% sviluppa CRITICITA’, quando viene INTUBATA e da quella fase, NON USCIRÀ PIU’ VIVA

PRIMA di essere INTUBATA, firma un consenso informato che NON PREVEDE RIANIMAZIONE
Consenso che viene fatto firmare specialmente alle PERSONE PIU’ ANZIANE, senza la presenza dei parenti…….

C’è la disposizione interna a NON PROCEDERE A RIANIMAZIONE, vengono lasciati attaccati al respiratore e dopo qualche giorno (ossidazione massiva delle cellule) sul referto viene scritto “POSITIVO AL COVID-19”
(capite? la positività al test VIENE INDOTTA in reparto ospedaliero !)
e questo è ESTREMAMENTE SCORRETTO, per non dire CRIMINALE !

Ogni paziente che viene ricoverato nei reparti di rianimazione, sia che presenti bronchite, polmonite o influenza, cardiopatie, cancro…

vedi anche:
Corons virus, Sars-Cov2, covid, chi li ha visti ? – 2
https://pattoverascienza.com/coronavirus-sars-cov2-covid-chi-li-ha-visti-2/

Recommended For You

About the Author: Antonio Miclavex

Dr. Prof. Antonio Miclavez english - Birth: 25 February 1956, in Vienna, Austria - 1972 high school diploma Kellog High school, St. Paul - Minnesota, USA - 1980 Medicine M.D. Doctor degree with highest honors cum laude, Padua - Italy - 1983 Dental Doctor degree with highest honors cum laude, Vienna - Austria - 1987 Sports medicine degree Padua, Italy - 1987 Master in HBOT at the University o f Genova, Italy - 1990 – 2010 President of AMON, Italian society of naturale medicine and dentistry - 1991 Master in emergency airplane and helicopter procedures - Academic Qualifications: Medical Doctor, Specialty in Dentistry, Specialty in Sports medicine, Associate Professor of Dentistry University LUDES - Lugano, Switzerland - Professional Experience: since 1980 privately active in different clinics; President of AMON 1990-2010, 1995 - 2010 Scientific Responsible of CSM Omeopatici and CSM Elettromedicali in Udine – Italy. From 1988 to 1992 part-time active as scuba-doctor in ricreational diving centers. - Lecturing experience: about 200 lectures and courses in natural Medicine and natural Dentistry. Gives courses for the Medical and Dental Doctors for the Italian Ministry of Health. - Seminars and Conferences attended in recent years: Speaker in: World Congress of Lombosciatalgic Problems, Milano - Italy , Annual Meeting of holistic Dentistry of Baden Baden, Germany; Chairman of World Congress of holistic Medicine and Dentistry in Venice, Italy - Publications: Books: Odontoiatria Naturale by Editor Macro Edizioni, Italy; Threemonthly magazine “Medicina ed Odontoiatria Naturale”, Italy, Scientific Director; Ortodonzia tossica-Ortodonzia vitale my Miclavez editore. - In The year 2004 visitet the Buteyko center in Novosibirsk, and concieved the diploma of Buteyko instructor. - In Summer 2019, attended the ButeykoClinic course “Buteyko Teacher Training Course for Healthcare professionals” in London - Since 2004 applies the Buteyko method on his patients Dr. Prof. Antonio Miclavez italiano nato il 25.02.56 a Vienna; residente in Via Mameli 38, 33010 Feletto Umberto, Udine – Italia; tel x39 0432 575513; fax 687208; email: rivista@amon.it ; www.amon.it 1973 Maturità USA-St. Paul Minnesota; 1974 Maturità Italia-Udine (Liceo Scientifico); 1980 Laurea in Medicina-Padova (110 e lode); 1983 Specialità in Odontoiatria a Vienna Austria (massimo dei voti); 1987 Specialità Medicina dello Sport a Padova. Professore della Cattedra di Odontoiatria presso la facoltà di Medicina Dell’Università LUDES, di Lugano, CH. Ha partecipato a circa 200 fra corsi e seminari di Omeopatia (training Omeopatica unicista con Prof Dorsci all’Università di Vienna 1980-1982), Agopuntura (Bolzman Institute, Vienna 1980-1982) , Omotossicologia, Terapia focale, Tossicologia, Chinesiologia, Osteopatia, EAV, Vegatest, Moraterapia, Psicoterapia catartica, Cromopuntura, Tantra, Igiene intestinale ed Idrocolonterapia. Relatore presso convegni internazionali, fra cui il Congresso di medicina Naturale a Baden-Baden e il Congresso dell’Associazione di Dentisti Americani. Lingue parlate: Italiano e Tedesco madrelingue; Inglese buono (2 anni USA); Francese discreto (1 anno in Francia) 1984-2000, Udine Direttore Sanitario-Responsabile Studio dentistico associato Miclavez • Particolare attenzione al rapporto fra odontoiatria e salute; bonifica focale, disintossicazione da metalli pesanti, ortodonzia naturale non-estrattiva, gnatologia ortodontica. 1986-1999, Udine Direttore Sanitario Centro di Medicina Naturale • Cure fisiche: Osteopatia, Terapia cranio-sacrale, diagnosi EAV, Riorganizzazione Neurologica, Idrocolonterapia, Dieta di Mayer, Cromopuntura • Psicoterapia: Dialogo delle voci, Gestalt, regressioni, terapia prenatale, Cromopuntura 1989-2000, Udine: Fondatore e Editore A.M.O.N. • Fondatore dell’AMON, Associazione di Medicina ed Odontoiatria Naturale, che pubblica dal 1990 una rivista che parla delle correlazioni fra Medicina ed Odontoiatria. • 2001: Titolare della Cattedra di Odontoiatria presso la Facoltà di Medicina dell’Università L.U.de.S., Svizzera • 1995-2008: coordinatore scientifico della CSM srl • Collaboratore in numerosi progetti CE • Ha tenuto centinaia di corsi in Odontoiatria Naturale, Cromopuntura, Igiene Intestinale, Psicoterapia. Ha scritto decine di articoli su testate nazionali quali Corriere della Sera, la Stampa, Marie Claire, Star Bene, Top Salute, Re Nudo; è stato intervistato su Rai 2 e Rai 3 su “Professione reporter”, una trasmissione che ha creato scalpore a livello nazionale ed ha contribuito alla presa di coscienza dei problemi correlati ai metalli pesanti in odontoiatri Autore di “Odontoiatria Naturale” edito dalla Macro Edizioni e Coautore di “Euroschiavi” Edito da Arianna Editrice e di “Euflazione” sempre di Arianna. - Nel 2004 ha frequenstato centro di Buteyko a Novosibirsk e ha ottenuto il diploma di istruttore di Buteyko. - Nell'estate 2019, ha frequentato il corso ButeykoClinic "Corso di formazione per insegnanti Buteyko per operatori sanitari" a Londra - Dal 2004 applica il metodo Buteyko sui suoi pazienti

Lascia un commento