CONTENUTO (Tossico) dei VACCINI

Ingredienti:
Scopo di questa lista è quello di aiutare le persone a capire meglio cosa stanno iniettando nei corpi dei loro cari con i Vaccini.
La maggior parte delle persone che vaccinano i loro figli NON SONO a conoscenza degli INGREDIENTI contenuti nei vaccini – ed anche se gli viene detto, non può comprendere appieno cos’è ogni particolare ingrediente e cosa significa quando esso viene iniettato con i vaccini nei corpi viventi (animali  ed umani).
Quello che ci ha spinto a mettere questo insieme è stato il numero impressionante di persone che riportano le reazioni avverse ai vaccini. Questo è ciò che, in un primo momento, ci ha fatto interessare all’argomento è che tanti bambini presentano le stesse reazioni ai vaccini. Quello che abbiamo trovato è che molte delle reazioni avverse rientrano in molti degli effetti collaterali di molti ingredienti contenuti nei vaccini.
INFORMARSI PRIMA  di vaccinare !
Non aspettate che accada qualcosa di brutto ai vostri figli e/o parenti, prima di iniziare la ricerca sui vaccini.
https://www.corvelva.it/it/approfondimenti/sistema-sanita/case-farmaceutiche/la-dengue-e-i-disastri-sanofi.html

Ecco i files delle ANALISI di tutti i Vaccini commercializzati anche in Italia controllati in laboratorio di analisi, da  Mida Riva con il progetto “Vaccini puliti” e da altri, che hanno finanziato di tasca loro le analisi ora disponibili per tutti, con le foto al microscopio delle NANOparticelle… a proposito, di “Vaccini puliti” non ne abbiamo trovati purtroppo …
https://drive.google.com/drive/folders/0B_vOLn5zhRCrOURybl9mYVpTc0U?usp=sharing
Guardate le confessioni sotto giuramento del “guru” dei Vaccini davanti alla Commissione governativa (US), che sta indagando sui VACCINI
https://www.stefanomontanari.net/finanza-tra-mondo-e-oltremondo/

QUANTUM Dots, inseriti nei Vaccini, per il controllo a distanza dei vaccinati…e per mezzo di questi Quantum Dots,  con i satelliti ed il 5G, possono raggiungere tutti i vaccinati ed influire sullo stato mentale e fisico del soggetto vaccinato, inviando frequenze disturbanti od eccitanti, fino a poterlo UCCIDERE, quando vogliono, immettendogli per esempio la frequenza del potassio e procurandogli un infarto  !

PARASSITI NEI VACCINI
“In passato, ho trovato libri che hanno ammesso che le uova dei parassiti sono state messe nei vaccini, quindi abbiamo acquisito fiale di vaccino e io e il mio marito biologo abbiamo aperto le fiale e sotto ingrandimento anzi abbiamo trovato non solo muffe, funghi, canne di Lyme e uova parassiti, ma anche sostanze che sembrava pelle  ? DNA di altre persone o specie ?
Un sistema immunitario forte può eliminare facilmente le uova dei parassiti, ma una volta indebolito il corpo, le uova dei parassiti possono entrare, sviluppare e prosperare.
Ci sono stati studi sui bambini che hanno dato loro un sacco di uova parassiti e avrebbero tempo quanto tempo ci voleva prima che il bambino si prendere la malattia dalla larva parassita che si evolve nei loro polmoni. Se il bambino è morto, è stato considerato un successo.
https://threader.app/thread/1212723299085631488
By Robin Goffe

Per il contenuto ed i Danni della Vitamina K1, vedi QUI + Analisi della Vitamina K1 (sintetica)
Basi Biologiche della TOSSICITA’ dei Vaccini
https://telegra.ph/Le-basi-biologiche-della-Tossicità-da-Vaccini-12-05
ESPOSTO – Tribunale: Contenuto Vaccini, Corvelva 2018
7 vaccini analizzati in laboratorio specializzato e relativo Esposto in Tribunale.

CORVELVA Staff
Abbiamo completato la sezione “bugiardini”. Al suo interno troverete tutti i fogli illustrativi e le schede tecniche dei vaccini commercializzati in Italia.

La sezione è stata aggiornata con tutta la documentazione più recente reperibile sul sito AIFA e, ove possibile, abbiamo mantenuto anche le versioni precedenti così da mantenere uno storico e verificare le eventuali variazioni.

Tutti i PDF sono inseriti su un nostro Drive, naturalmente potete usarli come e quando volete senza chiederci nulla.
https://www.corvelva.it/it/approfondimenti/vaccini/bugiardini.html

TROVATI Virus del Vaccino per il Morbillo, nelle urine di soggetti…..PDF
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/sommario-delle-conferme-dei-dati-tramite-analisi-interlaboratorio.html

CORVELVA ecco il sequenziamento del genoma completo di MRC-5 contenuto in Priorix Tetra.

I sequenziatori di nuova generazione sono diventati strumenti d’elezione per analisi approfondite nel campo della biologia e della medicina, soprattutto quella di precisione. Questi strumenti consentono di approcciarsi in maniera nuova e più globale ad una serie di applicazioni come sequenziamento de novo, studi di metagenomica, di epigenomica, sequenziamento del trascrittoma e ri-sequenziamento di genomi.
Quest’ultima applicazione (ri-sequenziamento) è molto diffusa in campo umano sia a scopo di ricerca che diagnostico e consiste nel sequenziamento con tecnologia NGS (Next Generation Sequencing) di un intero genoma individuale allo scopo di mappare mutazioni di singolo nucleotide (SNP, pronuncia ‘snip’), inserzioni e delezioni di sequenze più o meno lunghe avvenute in determinate posizioni del genoma e variazioni nel numero di copie di porzioni di genoma/geni (CNV, Copy Number Variants).

Questa procedura è utile per comprendere i meccanismi di sviluppo di alcune patologie in modo da individuare le direzioni per un futuro trattamento clinico, come ad esempio nel caso del cancro. Con questa metodica infatti il patrimonio genetico di un individuo malato di cancro può essere completamente decodificato nel tessuto normale e in quello tumorale, permettendo di capire cos’è cambiato nel genoma e, se possibile, di intervenire con protocolli mirati.

La procedura di ri-sequenziamento prevede che il DNA di un individuo venga spezzato meccanicamente in frammenti di piccole dimensioni (400-500 paia di basi) e che ai frammenti vengano legati dei tratti di DNA artificiale chiamati adattatori, che permettono di legare i frammenti di DNA umano ad una superficie di vetro sulla quale si esegue poi la lettura delle basi (A, C, G, T). La lettura delle basi del DNA avviene mediante reazioni chimiche di incorporazione di nucleotidi marcati con molecole fluorescenti. I milioni di sequenze (reads) che si ottengono dal sequenziamento avvenuto sulla superficie di vetro, vengono poi mappate sul genoma di riferimento umano con opportuni software e quindi vengono identificate tutte le varianti presenti nel genoma analizzato, rispetto al riferimento.
Questa stessa procedura è stata eseguita sul genoma umano presente in Priorix Tetra lot. n. A71CB256A, genoma appartenente alla linea cellulare MRC-5 (di origine fetale); il lavoro é stato svolto presso un’azienda localizzata negli USA, che routinariamente si occupa di analisi di genomi umani mediante ri-sequenziamento.

Risultati Il genoma umano di riferimento è risultato essere coperto da reads originate dal DNA vaccinale per il 99.76%, quindi per quasi tutta la sua interezza. Il DNA umano fetale rappresentato in questo vaccino è quindi un genoma individuale completo ovvero è presente nel vaccino DNA genomico di tutti i cromosomi di un individuo di sesso maschile (e infatti il feto da cui deriva la linea cellulare MRC-5 è maschile). Leggi molto altro QUI: https://www.corvelva.it/it/
Di seguito vengono riportati i risultati dell’analisi dei vari tipi di varianti rispetto al genoma di riferimento umano.
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/sequenziamento-del-genoma-completo-di-mrc-5-contenuto-in-priorix-tetra.html

Il VACCINO antiROSOLIA NON È SICURO, NON È EFFICACE e NON RISPETTA gli STANDARD PRODUTTIVI.
SECONDO le ANALISI COMMISSIONATE da CORVELVA, CONTIENE VIRUS AVVENTIZI INDESIDERATI, CHE POSSONO PROVOCARE GRAVISSIME MALATTIE !!!
VACCINEGATE – STAFF CORVELVA – 11 APRILE 2019
Focus sulle Analisi Corvelva  – I virus avventizi
Ci rendiamo conto che le analisi che vi pubblichiamo sono tanto tecniche, spesso è complicato anche per noi arrivare a capire nel dettaglio tutti gli aspetti, ma noi abbiamo il quadro completo e siamo quotidianamente supportati da un team tecnico di alto livello.
Da oggi prenderemo piccoli pezzi, singoli elementi, e ve li spiegheremo in maniera più pratica.
Primo, Corvelva non fa ricerca !
L’Associazione Corvelva si è posta tre domande sui prodotti vaccino (distinguete dal concetto vaccino):
I vaccini in commercio sono sicuri  ?
I vaccini in commercio sono efficaci ?
I vaccini in commercio sono conformi alle schede tecniche e/o normative vigenti ? Prendiamo una sola delle nostre analisi:
“Virus avventizi e rosolia nel lotto di Priorix Tetra A71CB256A”
Questo report cosa ci dice tra le tante cose ?
La rosolia è assente o in quantitativi trascurabili. I virus avventizi possono avere gravi problemi sulla salute. Le normative dell’OMS sono chiare, non devono esserci virus indesiderati.
Nel vaccino abbiamo identificato 4 virus, Human endogenous retrovirus K, Equine infectious anemia virus, Avian leukosis virus e HERV-H/env62.
L’attivazione anormale dei retrovirus endogeni umani è stata associata a diverse malattie come cancro, autoimmunità e disturbi neurologici.
In particolare, nell’attività e nell’espressione del cancro, l’HERV è stata specificatamente associata all’aggressività del tumore e agli esiti dei pazienti. (1)
Esistono molti studi, alcuni recenti, che tentano di fornire un approccio nuovo per migliorare la sicurezza del vaccino (2) e lo fanno proprio ponendo come base l’eradicazione dei contaminanti virali come l’Avian leukosis virus.
Badate bene, non vi vogliamo tediare con decine di articoli e pubblicazioni, ma la possibilità di contaminazioni virali, derivate soprattutto dai substrati cellulari o contaminazioni di altra natura, è fatto noto alla comunità scientifica.
Parlando invece di “regole”, nel documento “Environmental Monitoring of Clean Rooms in Vaccine Manufacturing Facilities” si apprende che:
“Per i vaccini somministrati per via parenterale, la possibilità di iniettare anche quantità minime di virus, micoplasma o batteri indesiderati è considerata inaccettabile.” (2) Ripetiamo in maniera più chiara ?
Zero virus indesiderati nei vaccini.
Tornando a questo report e solo a questo report, facendo finta che Corvelva non abbia eseguito altre analisi su questo vaccino, le tre domande poste sopra ora hanno risposta ? Il Priorix Tetra è sicuro ? NO.
Il Priorix Tetra è efficace ? NO per quanto riguarda la Rosolia. (NdR: ma non è efficace per nessun altro problema di salute anzi è molto deleterio, può persino uccidere il vaccinato= SIDS)
Il Priorix Tetra è conforme alla schede tecnica e/o normative vigenti ? NO per le schede tecniche e NO per le direttive OMS.
Ora amici, ci rendiamo conto che il Ministero ci ha detto che questi risultati non sono validi perché non pubblicati su rivista scientifica ?
E sia chiaro, stiamo per pubblicare su rivista, ma la bibliografia che vi riportiamo esiste già, e vi abbiamo messo sola un assaggio perché questo articolo vuole essere semplice, ci sono centinaia di pubblicazioni sia sulle contaminazioni virali già trovate in altri vaccini (3) che la pericolosità di molti virus endogeni.
Ci rendiamo conto che gli stessi enti regolatori e organi sovranazionali che dettano le linee guida per la produzione dei vaccini attestano sia la possibilità di presenze virali e che le considera inaccettabili ? Ci rendiamo conto che abbiamo prodotto diversi report confermando e approfondendo ogni aspetto ?
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6036167/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30544189
https://www.who.int/immunization_standards/vaccine_quality/env_monitoring/en/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20375174
Vaccinegate Virus avventizi”.

Ecco i files delle analisi di tutti i vaccini analizzati da  Mida Riva con il progetto “vaccini puliti” e da altri che hanno finanziato di tasca loro, le analisi ora disponibili per tutti, con le foto al microscopio delle NANOparticelle… attenzione di vaccini puliti non ne abbiamo trovati purtroppo….. https://drive.google.com/drive/folders/0B_vOLn5zhRCrOURybl9mYVpTc0U?usp=sharing

——————————————————————————————————————————

ORRORE MEDICO:
nel sequenziamento genetico di un vaccino comune, si ritrova intero il genoma umano di un bambino abortito, di sesso maschile… “un genoma di individuo completo” con anomali geni modificati ….. 560 geni legati al cancro, e li iniettano nei bambini, ecco come agiscono i Criminali delle Big Pharma
– 04/11/2019 – By: Mike Adams
Per i particolari vedi QUI:
https://www.naturalnews.com/2019-10-04-medical-horror-genetic-sequencing-vaccines-mrc-5-cancer-genes-modified.html

I VACCINI DI BILL GATES COVID19/cov2
un INSIDER nella GLAXO GSK BIOLOGICAL, RIVELA COSA CONTENGONO
– ANTIGENI STERILIZZANTI PER UOMO E DONNA
– COMPOSTI CHIMICI CHE DISTRUGGONO IL DNA MITOCONDRIALE MASCHILE
– LE DONNE CHE FARANNO SESSO CON I VACCINATI RIMARRANNO STERILI
– STERILIZZAZIONE FEMMINILE PARI AL 97%
– INGREDIENTI CANCEROGENI
– RIDUZIONE DEL VOLUME DEI TESTICOLI
– RIDUZIONE DEL TESTOSTERONE => FEMMINIZZAZIONE
– EFFETTI SULLA POPOLAZIONE DOPO 7 O 10 ANNI, ENTRO IL 2030

Questo SIGNIFICHERA’ la FINE del 97% della RAZZA UMANA, ne RESTEREBBE forse SOLO il 3% dei VACCINATI ed i NON VACCINATI !
In ITALIA sono PREPARATI dalla IRBM (L’IRBM Science Park SpA è una società italiana, fondata nel 2009 a Pomezia, operante nel settore della biotecnologia molecolare, della scienza biomedicale e della chimica organica) ….e quei DELINQUENTI DEBBONO ESSERE FERMATI !
Questi CRIMINALI VOGLIONO il MONOPOLIO MONDIALE degli OVULI UMANI !
vedi:  https://t.me/liberaespressione/3469

Analisi SINFLORIX
Traduzione in italiano del documento integrale delle analisi sul vaccino Synflorix eseguite dall’Associazione polacca contro l’obbligo vaccinale STOP NOP. Qui per scaricare il file pdf del documento:
https://www.dropbox.com/s/9gn0ipp36vkntmd/Indagine-Vaccino-Synflorix-STOP-NOP-POLONIA.pdf

US – I CDC confermano parte dei contaminanti dei Vaccini:
https://telegra.ph/CDC-documenta-lelenco-di-tutti-gli-eccipienti-vaccinali-tra-cui-cellule-del-rene-di-scimmia-verde-africana-e-cellule-di-fibrobla-05-05
Elenco ufficiale dei coadiuvanti (Tossici e non) dei VACCINI – vedi: PDF1 + PDF2

Ecco cosa trovate nei VACCINI:
Senza commento… “Potassium chloride”: Cloruro di potassio, per arrestare il cuore…infatti lo usano nella camera della morte, nei penitenziari US….ecco perche’ muoiono tanti bambini di morte in culla (SIDS)
CDC: lista degli ingredienti dei vaccini
https://www.cdc.gov/vaccines/pubs/pinkbook/downloads/appendices/B/excipient-table-2.pdf

Audizione del 24/01/2019, alla Camera del Parlamento Italiano, da parte della Commissione Vaccini, della Associazione Corvelva, che ha effettuato le analisi di laboratorio sui vaccini in Commercio, scoprendo tutte le porcherie inserite in essi….
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/sommario-delle-conferme-dei-dati-tramite-analisi-interlaboratorio.html

44 Vaccini analizzati fate attenzione a cosa contengono ! (US)
45 Vaccini analizzati in Italia, guardate cosa contengono !
Altre analisi di alcuni Vaccini
ECCIPIENTI (Tossine) contenuti nei Vaccini + Eccipienti nei Vaccini – CDC – PDF
Tavole dei componenti dei Vaccini:
http://www.hopkinsvaccine.org/components.htm
+ Da Corvelva  –  Contenuto dei vaccini (analisi)

VACCINI – GERMANIA:
Fiale ANALIZZATE ed appare  una VERITÀ SCIOCCANTE Sono stati donati migliaia di euro ad una società no-profit di Herrenberg, nelle vicinanze di Stoccarda, denominata AGBUG e.V. per ricercare gli elementi contenuti nei vaccini attuali.

In origine, si intendeva indagare i vaccini per il loro contenuto di mercurio, ma andando avanti, l’associazione ha poi chiesto di estendere le indagini a tutti gli elementi ricercabili.
A questo scopo sono state inviate 16 differenti fiale di vaccini al laboratorio clinico ed ambientale Micro Trace Minerals, con sede in Germania, fondato nel 1975, che opera nel campo dell’analisi dei minerali e dei metalli tossici.

AGBUG ha ora pubblicato i risultati del primo lotto sul suo sito web (vedasi figura 1)
I 16 vaccini analizzati sono:
– Afluria 2015/16 [vaccino antinfluenzale],
– Bexsero [vaccino antimeningococco sierogruppo B, soggetto a monitoraggio addizionale],
– Cervarix [vaccino bivalente antipapillomavirus umano],
– Gardasil [vaccino quadrivalene antipapillomavirus umano],
– Gardasil 9 [vaccino 9-valente antipapillomavirus umano],
– Hexyon [nuovo vaccino esavalente, soggetto a monitoraggio addizionale] ,
– Influvac 2016/2017 [vaccino antinfluenzale],
– Menjugate [vaccino antimeningococco sierogruppo C] ,
– Menveo [vaccino antimeningococco coniugato sierogruppo A, C,
W135 e Y+Neis-Vac C [vaccino antimeningococco sierogruppo C],
– Prevenar 13 [vaccino antipneumococco 13-valente],
– Rotarix [vaccino antirotavirus],
– Rotateq [vaccino antirotavirus],
– Synflorix [vaccino antinfluenzale],
– Tetanol Pur [vaccino antitetanico],
– Tetanus Impfstoff Mérieux [vaccino antitetanico]

AGBUG e. V. ha pubblicato da qualche giorno i risultati sul suo sito web – 8 febbraio, 2017:
Tutti i risultati dei 16 vaccini investigati sono riassunti in una sola pagina (qui lo schema completo)
Una prima valutazione (8 febbraio 2017) evidenzia quanto segue:
Tutti i 16 vaccini verificati contengono piccole tracce di mercurio.
Otto dei 16 vaccini contengono piccole tracce di nichel.
Sei dei 16 vaccini contengono piccole tracce di arsenico.
15 di 16 vaccini contengono piccole tracce di uranio.
Tutti i 16 vaccini contengono piccole tracce di alluminio, anche se non dichiarato.
Gardasil, Gardasil 9 e Synflorix, contengono il doppio di alluminio di come indicato.
Il contenuto di alluminio nei cosiddetti vaccini inattivati è da 1000 a 6000 volte superiori al limite per l’acqua potabile.
Tutti questi vaccini analizzati in Germania dimostrano ancora una volta che siamo in presenza di farmaci inquinati sui quali i controlli di sicurezza sono quanto meno insufficienti.
Le domande sono ora molteplici e la voglia di chiarezza è sempre più grande.
Quali danni causano queste sostanze in persone allergiche ?
In che modo gli effetti patogeni delle sostanze contenute nei vaccini agiscono ( sappiamo benissimo che agiscono in maniera sinergica tra loro) ?
Perché queste sostanze patogene sono incluse in tutti i vaccini ?

Non dimentichiamo che diversi medici e scienziati hanno sottolineato la tossicità dell’alluminio sul nostro sistema immunitario eppure, lo iniettiamo nei nostri figli, sottoponendoli a vaccinazione dove il medesimo è presente in tracce.
Ovviamente la controparte continua a sostenere l’assoluta non tossicità di tali elementi grazie alla loro presenza in micro parti.
Questo vale anche per gli individui immunocompromessi ?

https://www.informazionelibera.org/cronaca-sanitaria/vaccino-hpv-gardasil-9-segnalazione-ai-nas-per-la-presenza-di-sostanze-illegali.html

I contaminanti dei DNA contenuti nei vaccini a batteri o virus, possono essere integrati nel DNA umano e quindi anche nei geni dei bambini ed adulti…

ESPOSTO – Tribunale: Danni dei Vaccini – 1 (01/12/2014)

ESPOSTO – Tribunale: Danni dei Vaccini – 2 (23/11/2015)

ESPOSTO – Tribunale: Danni dei Vaccini – 3 (Nov. 2016)

Suprema Corte US, sui DANNI dei Vaccini

ESPOSTO – Tribunale: Contenuto Vaccini, Corvelva 2018
7 vaccini analizzati in laboratorio specializzato e relativo Esposto in tribunale

CORVELVA-Esposto-Analisi-Procura-di-Roma.pdf – Google Drive

FDA: Indagare sui Virus nelle cellule utilizzate per
produrre Vaccini; e valutare la potenziale minaccia posta, dalla trasmissione di virus agli umani.

Principal Investigator: Arifa S. Khan, PhD – Office / Division / Lab: OVRR / DVP / LR – 2018

Link dal sito ufficiale CDC ove sono riportati i contenuti dei vaccini (aggiornato a febbraio 2015)
https://www.pharmaexcipients.com/news/vaccine-excipient-media-summary/

SVIZZERA 2018: analizzato Vaccino MPR…. hanno trovato un enzima risalente alle cellule di pollo che può derivare dalla presenza del virus della leucosi aviaria o di altri retrovirus:
https://thevaccinereaction.org/2018/11/virus-enzyme-found-in-mmr-vaccine/

Italy – 2018
– L’associazione italiana CORVELVA per la libertà di vaccinazione, ha testato (analizzato)  il vaccino INFANRIX ed in particolare è stata sorpresa del risultato
– The Italian association, CORVELVA for freedom of vaccination tested the vaccine INFANRIX and was particularly surprise of the result:

https://www.corvelva.it/speciali-corvelva/analisi/vaccingate-initial-results-on-infanrix-hexa-chemical-composition.html
Stessa cosa per il vaccino PRIORIX – Same thing for the PRIORIX vaccine:
https://www.corvelva.it/speciali-corvelva/analisi/vaccinegate-priorix-tetra-analysis-2nd-step-update.html
Ecco i dati in questi PDF:
CORVELVA-Metagenomic-analysis-report-on-Priorix-Tetra + Corvelva-Vaccinegate_Initial_results-on-Infanrix_Hexa-chemical-composition + CORVELVA-Study-on-the-chemical-composition-profile-of-Infanrix-Hexa + Vaccinegate_Priorix_Tetra-analysis_2nd- step-update

CORVELVA e le sue analisi sui Vaccini: State attenti a quei vaccini. C’è tutto, non quel che serve
Mesi di prove e controprove, poi la risposta dei controlli cofinanziati dall’ordine biologi. Manca la rosolia in quello che dovrebbe debellarla. Dna umano e diserbanti nell’altro – 23 Dicembre 2018

L’idea era nata durante la scorsa legislatura per i lavori della commissione parlamentare di inchiesta sull’uranio impoverito. Vero che i casi di malattia e morte di tanti nostri militari avevano relazione evidente con le condizioni di impiego sugli scenari delle missioni.

Ma c’era anche un’altra condizione comune fra tutti quei casi:
per essere inviati in Afghanistan piuttosto che in Libano o in Iraq e in tutti gli scenari delle missioni di pace, i nostri militari venivano sottoposti a una quantità impressionante di vaccinazioni.
E a qualcuno – fra cui l’attuale presidente dell’ordine dei biologi (che allora era parlamentare) Vincenzo D’Anna era venuto un dubbio: non poteva essere anche in quelle vaccinazioni la causa dell’insorgenza di quei mali ?
Il dubbio dovrebbe essere la strada di indagine maestra per ogni uomo di scienza. In epoca di guerra di religione sulle vaccinazioni obbligatorie, anche quella semplice ipotesi da verificare sembrò scandalosa. Poco conta che D’Anna, come in genere tutti i biologi, non sia affatto un no vax. Anzi, era ed è convintissimo sulla utilità e l’efficacia dei vaccini.
E in effetti l’indagine proposta non aveva caratteristiche ideologiche, ma lo scopo di escludere l’ipotesi ad esempio di una partita di vaccini non prodotta a regola d’arte. C’è voluto del bello e del buono per trovare qualcuno disposto ad effettuare quei controlli indipendenti sui vari lotti delle più comuni vaccinazioni.
Ma alla fine qualcuno c’è stato. Ed alcuni laboratori indipendenti del Nord Est Italia per mesi e mesi hanno effettuato analisi e controanalisi di laboratorio, più volte ripetute su lotti diversi dello stesso vaccino quando insorgevano anomalie di qualsiasi tipo.

In alcuni casi la prova scientifica ha dato l’esito che ci attenderebbe: vaccini prodotti a regola d’arte.
In altri no. Per due di questi i risultati delle analisi biologico-genomiche (i cui referti sono in possesso de Il Tempo) sono stati clamorosi. E preoccupanti, perché i campioni prelevati da diversi lotti tutto sembravano meno che essere confezionati secondo le regole. In un caso, quello del vaccino da impiegare per morbillo, rosolia, parotite e varicella, si è rilevata la totale assenza degli antigeni del virus della rosolia.
Quegli stessi lotti sarebbero quindi stati utilizzati per migliaia di vaccinazioni inutili, perché in assenza dell’antigene necessario chiunque sia stato vaccinato può prendersi la rosolia esattamente come non avesse mai visto un vaccino. Nel secondo referto di laboratorio analisi e contro analisi che riguardavano un vaccino multivalente per non contrarre fra l’altro difterite, tetano, pertosse ed epatite B, è stata rilevata la presenza di sostanze che non dovevano esserci (ad iniziare dal dna umano) e sia pure in dosi microscopiche potenzialmente dannose per la salute dell’uomo.
Questi clamorosi risultati oltre ad essere pubblicati su riviste scientifiche internazionali (Nature), porteranno a un esposto che verrà presentato all’Agenzia italiana del Farmaco, alla sua madre europea Ema, ai Nas dei carabinieri e alle competenti procure della Repubblica.
Non essendo scienziati abbiamo chiesto quindi al presidente dell’ordine dei biologi, D’Anna, di spiegare in maniera comprensibile anche a tutti i consumatori il preoccupante risultato di quelle analisi.

Il Tempo- Lei è presidente dei biologi italiani.
Devo farle la domanda di rito: sarà mica uno di quegli estremisti no vax ?
D’Anna- Io? No, assolutamente. Come tutti i biologi credo nella utilità delle vaccinazioni, sono un pro-vax.
E non è manco a tema l’utilità o meno dei vaccini in queste analisi di laboratorio. L’indagine è stata sulla qualità della realizzazione dei prodotti messi in commercio, non sull’efficacia o meno teorica del vaccino.

Il Tempo- E i risultati di queste analisi quali sono stati?
D’Anna- Hanno rilevato decine di impurità in più lotti. E al momento sono state individuate 43 sostanze improprie, nel senso che lì non si sarebbero dovute trovare.

Il Tempo- Improprie? Cioè?
D’Anna- Anticrittogamici, diserbanti, glisofato, antibiotici, antimalarici…

Il Tempo- La fermo. Non sono uno scienziato. Se mi dice diserbanti capisco che non dovrebbero esserci. Ma se mi cita gli antibiotici, le chiedo perchè: non devono esserci in un vaccino?

D’Anna- No, un antibiotico non deve stare in un vaccino. Un antimalarico neppure. Come un erbicida. Si è trovata alle analisi tutta una serie di inquinanti che lì non dovrebbero esserci..

Il Tempo-In quantità minuscole, spero…
D’Anna- Certo, parliamo di nanogrammi, di nanoparticelle. Ma tenga presente che non si tratta di sostanze ingerite, ma iniettate, assorbite e in alcuni casi (ad esempio l’alluminio) non smaltibili. Ma non è nostro compito accertare né la nocività, né la tossicità dei materiali.
Però da quelle analisi è venuto fuori altro. Come l’assenza del virus della rosolia, che in sé potrebbe configurare una frode in commercio, perché migliaia di bambini che si sono vaccinati con quel lotto non sarebbero coperti verso la rosolia. E poi sono state rilevate quantità improprie di Dna fetale…

Il Tempo- Dna fetale?
D’Anna- Sì, perché i virus vengono fatti replicare per fare le dosi occorrenti su materiale fetale da aborto, oppure su uova di galline. Ed è per quello che trovi i diserbanti o il glisofato, gli anticrittogamici e gli antiparassitari…

Il Tempo- Ma in un vaccino non dovrebbero esserci quelle tracce per quanto minuscole, no?
D’Anna- Certo che non devono esserci…

Il Tempo- E non c’è stato un esame pubblico di laboratorio su quelle dosi?
D’Anna- Lei l’ha visto? Ne conosce i risultati? Purtroppo c’è una aporìa giuridica: i test sul prodotto finito non sono obbligatori per il produttore. Li dovrebbero fare le strutture statali che proteggono la salute dei cittadini. Ma io non le ho mai viste.
Anche perché qualsiasi risultato è tenuto segreto un po’ come la ricetta della Coca Cola, per evitare che qualche concorrente copi la formula industriale di produzione del vaccino.

Il Tempo- Ma se nei laboratori di Stato fossero emersi i clamorosi risultati che stiamo citando, che cosa sarebbe accaduto?
D’Anna- Avrebbero dovuto chiamarsi il produttore dei vaccini e chiedere spiegazioni. Certo dovrebbero chiedere come fanno ad esserci gli anticorpi della rosolia se non c’è l’antigene ?
Per quanto riguarda il vaccino per tetano, difterite etc… non sono stati trovati quattro distinti tossoidi (che sono antigeni proteici) come dovrebbe essere, ma una sola macromolecola fatta da queste quattro proteine denaturate (quelle del tetano, difterite, etc…) dalla presenza di un conservante come la formaldeide. Questa macromolecola precipita al fondo della provetta e attaccata con tripsina non risponde…

Il Tempo- Qui seguirla diventa difficile. Vado al sodo: non dovrebbe accadere così in quei vaccini. Questo mi vuole dire?
D’Anna- Esatto. Dovrebbero esserci le quattro proteine dei vaccini previsti che se attaccate con tripsina dovrebbero sciogliersi. Questo non accade, e quindi nella macromolecola non ci sono solo proteine. Faremo un esposto all’Aifa e all’Ema per capire se sono a conoscenza di queste cose.

Il Tempo- Nei primi lotti di vaccini doveva esserci la rosolia e non c’è. E mi è chiara l’inutilità. Capisco meno le conseguenze della macromolecola in questi altri vaccini…
D’Anna- Primo: anche tutto fosse lecito ed innocuo al minimo bisognerebbe informarne le autorità ed i cittadini che usano i vaccini. Secondo: in questi vaccini è stato riscontrato un numero significativo di peptidi (cioè frammenti corti di sequenze di aminoacidi) di origine batterica, probabilmente provenienti da batteri avventizi che contaminano le colture. A questi si aggiungono 65 sostanze chimiche contaminanti, 35% note, (finora abbiamo replicato i risultati su un solo lotto, l’unico disponibile tramite le farmacie su tutto il territorio italiano da oltre un anno), di cui 7 sono tossine chimiche, anche questi composti devono essere confermati nella struttura da uno studio con standard di controllo.

Il Tempo- Quindi?
D’Anna- Quindi bisogna che le agenzie ripetano queste analisi, facciano i controlli e rendano pubblici sia i risultati che il loro giudizio. Noi faremo la nostra parte. Ad esempio il prossimo 25 gennaio a Roma dove abbiamo organizzato un grande convegno dal titolo «Vaccinare in sicurezza» con la partecipazione di scienziati italiani, tra i quali Giulio Tarro da poco insignito negli Usa del premio di miglior virologo, e stranieri. Le analisi fatte serviranno anche ad alimentare il dibattito scientifico.

“Devo sottolineare una cosa importante una volta per tutte:
Corvelva non sta facendo un controllo per il rilascio del lotto e non ha richiesto di utilizzare metodiche validate per le analisi dei lotti, come invece devono fare i produttori, i laboratori accreditati e l’ISS. Quella che si sta conducendo è una semplice indagine che si fa nella fase iniziale dello sviluppo di un vaccino, cioè di screening”.
Loretta Bolgan, farmacologa esperta di vaccini risponde ad Aifa, l’Agenzia del Farmaco che, dopo le rivelazioni scioccanti de Il Tempo sui vaccini (in cui manca la rosolia in quello che dovrebbe debellarla, e ci sono dna umano e diserbanti nell’altro) [LEGGI L’ARTICOLO] ha sostenuto che i lotti “incriminati” erano tutti a posto dopo averli testati [LEGGI L’ARTICOLO]

La dottoressa Bolgan, laureata in Chimica e tecnologia farmaceutica, risponde all’Agenzia del farmaco che – dopo la denuncia sui due lotti incriminati in commercio – ha replicato di averli testati.
La Bolgan ha conseguito un  dottorato di ricerca in Scienze farmaceutiche, è attuale consulente scientifico lg 210, ONB e Corvelva per le analisi dei vaccini. Inoltre è stata consulente nell’ultima commissione parlamentare d’inchiesta sui militari.

“Devo sottolineare una cosa importante una volta per tutte:
Corvelva NON sta facendo un controllo per il rilascio del lotto e NON ha richiesto di utilizzare metodiche validate per le analisi dei lotti, come invece devono fare i produttori, i laboratori accreditati e l’ISS. Quella che si sta conducendo è una semplice indagine che si fa nella fase iniziale dello sviluppo di un vaccino, cioè di screening. AIFA non può richiedere metodi accreditati per il rilascio del lotto, perché sarebbero necessari anni per validarli, e fuori del nostro proposito che non è quello di diventare un ente certificatore del rilascio dei lotti, tanto più che non vengono utilizzate le metodiche previste in farmacopea europea per le analisi dei vaccini, ma metodiche di ultima generazione, non ancora acquisite in farmacopea per questo scopo”.

“Ritengo del tutto evasiva ai nostri quesiti la gravissima affermazione di non prendere in considerazione i risultati presentati perché non revisionati dalla comunità scientifica… i metodi sono già riportati nella letteratura allegata ai report, e comunque qui stiamo parlando di non conformità che esulano dalla valutazione come ricerca scientifica perché hanno un impatto sulla salute pubblica. Spesso vengono ritirati medicinali dal mercato perché non conformi e non mi risulta che sia richiesta alcuna pubblicazione, si ritirano i campioni e si analizzano. Punto”.

“Quanto al fatto che l’EMA abbia risposto a luglio 2018 faccio presente che l’EMA ha sottolineato che è di competenza dell’AIFA rispondere alle nostre domande per quanto riguarda il Priorix tetra perchè di registrazione nazionale.
E l’AIFA risponde non con i dati analitici fatti sui lotti e studi di sicurezza alla mano (visto che come da loro asserito i controlli sono già stati effettuati dai produttori, dai laboratori accreditati, pagati dai produttori, e dall’ISS spero non pagati anche questi dai produttori), ma dicendo che l’EMA ci ha già risposto e che non prenderanno in considerazione i nostri dati finchè non pubblicheremo.
Direi che qui la questione prima che scientifica è di sicurezza per la salute, e se da un lato le pubblicazioni sono in corso e seguiranno l’iter ortodosso per le peer review, dall’altro non è eticamente corretto aspettare la pubblicazione con peer review quando c’è anche il solo sospetto che un farmaco di largo utilizzo, somministrato su popolazione pediatrica sana e anche malata alla nascita, possa arrecare un danno per la salute”.

“Faremo anche le analisi di secondo livello con ulteriori standard di controllo sulle analisi chimiche e proteiche, ma era comunque necessario mettere a conoscenza i destinatari delle vaccinazioni anche dei risultati delle analisi di primo livello quindi preliminari, chiedendo a chi ha l’onere della prova sulla qualità, sicurezza ed efficacia di rispondere !”.

REPORT STUPEFACENTE:
APDB in CAMPIONE VACCINO GARDASIL 9

Il vaccino anti-papilloma virus “Gardasil 9”, ci aveva dato modo di riscontrare molte non conformità.
Le analisi chimiche, sconvolgenti per il numero di potenziali contaminanti,  avevano lasciato un enorme punto di domanda: un 78% di segnali chimici non noti. L’analisi effettuata con la strumentazione utilizzata nei laboratori da noi identificati, infatti, ci dava 338 segnali di cui solo il 22% noto.
Dallo studio di questo 78% non noto, è partito un ulteriore approfondimento e, dopo ripetute analisi eseguite in due differenti laboratori e con due strumentazioni diverse (cosiddette interlab), possiamo oggi dirvi che un segnale da noi riscontrato ci porta a determinare che in almeno un lotto di Gardasil 9, si trova una contaminazione che appare corrispondente ad uno stupefacente detto “APDB”. Questa sostanza è nelle classi delle fenetilammine e delle amfetamine. (NdR: sono droghe sintetiche)
Per le norme vigenti i nostri laboratori non possono acquistare lo standard analitico certificato dell’amfetamina APBD: essendo appunto uno stupefacente non è acquisibile da soggetti sprovvisti di apposita autorizzazione; non possiamo dunque avere l’assoluta certezza che il segnale sia proprio l’amfetamina “APDB”, tuttavia possiamo dire che la classe di appartenenza è quella, cioè di una sostanza illegale la cui presenza è assolutamente vietata…
La corrispondenza degli spettri di frammentazione in più banche dati con questa molecola ci dà comunque un grado molto elevato di probabilità.
Per questo motivo, prima di divulgare il presente report, abbiamo depositato una segnalazione al Comando Carabinieri per la Tutela della Salute (Nas), affinché possano verificare i nostri risultati con lo standard analitico certificato (che ovviamente loro, a differenza di un privato, possono procurarsi ed utilizzare), e nei prossimi giorni aggiorneremo anche l’esposto “originario” già depositato ad agosto 2018 presso la Procura della Repubblica di Roma.
Come sempre, il report che vi alleghiamo è piuttosto “tecnico”. Ciò che stiamo facendo è tenere aggiornata la popolazione interessata e tutti coloro che seguono questo progetto, su ogni sviluppo degno di nota. Ovviamente sarà nostra cura seguire l’eventuale decorso delle indagini, per ciò che ci verrà consentito dalle Autorità competenti.
Fonte:
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/report-stupefacente-apdb-in-campione-gardasil-9.html

Sequenziamento del genoma completo di MRC-5 contenuto in Priorix Tetra

I sequenziatori di nuova generazione sono diventati strumenti d’elezione per analisi approfondite nel campo della biologia e della medicina, soprattutto quella di precisione. Questi strumenti consentono di approcciarsi in maniera nuova e più globale ad una serie di applicazioni come sequenziamento de novo, studi di metagenomica, di epigenomica, sequenziamento del trascrittoma e ri-sequenziamento di genomi.

Quest’ultima applicazione (ri-sequenziamento) è molto diffusa in campo umano sia a scopo di ricerca che diagnostico e consiste nel sequenziamento con tecnologia NGS (Next Generation Sequencing) di un intero genoma individuale allo scopo di mappare mutazioni di singolo nucleotide (SNP, pronuncia ‘snip’), inserzioni e delezioni di sequenze più o meno lunghe avvenute in determinate posizioni del genoma e variazioni nel numero di copie di porzioni di genoma/geni (CNV, Copy Number Variants).

Questa procedura è utile per comprendere i meccanismi di sviluppo di alcune patologie in modo da individuare le direzioni per un futuro trattamento clinico, come ad esempio nel caso del cancro. Con questa metodica infatti il patrimonio genetico di un individuo malato di cancro può essere completamente decodificato nel tessuto normale e in quello tumorale, permettendo di capire cos’è cambiato nel genoma e, se possibile, di intervenire con protocolli mirati.

La procedura di ri-sequenziamento prevede che il DNA di un individuo venga spezzato meccanicamente in frammenti di piccole dimensioni (400-500 paia di basi) e che ai frammenti vengano legati dei tratti di DNA artificiale chiamati adattatori, che permettono di legare i frammenti di DNA umano ad una superficie di vetro sulla quale si esegue poi la lettura delle basi (A, C, G, T). La lettura delle basi del DNA avviene mediante reazioni chimiche di incorporazione di nucleotidi marcati con molecole fluorescenti. I milioni di sequenze (reads) che si ottengono dal sequenziamento avvenuto sulla superficie di vetro, vengono poi mappate sul genoma di riferimento umano con opportuni software e quindi vengono identificate tutte le varianti presenti nel genoma analizzato, rispetto al riferimento.

Questa stessa procedura è stata eseguita sul genoma umano presente in Priorix Tetra lot. n. A71CB256A, genoma appartenente alla linea cellulare MRC-5 (di origine fetale); il lavoro é stato svolto presso un’azienda localizzata negli USA, che routinariamente si occupa di analisi di genomi umani mediante ri-sequenziamento.

Risultati Il genoma umano di riferimento è risultato essere coperto da reads originate dal DNA vaccinale per il 99.76%, quindi per quasi tutta la sua interezza. Il DNA umano fetale rappresentato in questo vaccino è quindi un genoma individuale completo ovvero è presente nel vaccino DNA genomico di tutti i cromosomi di un individuo di sesso maschile (e infatti il feto da cui deriva la linea cellulare MRC-5 è maschile).

Di seguito vengono riportati i risultati dell’analisi dei vari tipi di varianti rispetto al genoma di riferimento umano.

Continua qui:
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/sequenziamento-del-genoma-completo-di-mrc-5-contenuto-in-priorix-tetra.html

L’AIFA, “quei vaccini erano tutti a posto”…..vedi Corruzione
L’Agenzia del farmaco sostiene di avere testato i lotti in commercio. Insorge come sempre Roberto Burioni. La verità ?
La stabiliranno i Nas e i giudici – 25 Dicembre 2018

Egregio Direttore,
in merito all’articolo intitolato “Analisi choc su due lotti di vaccini”
[LEGGI QUI L’ARTICOLO] pubblicato il 23 dicembre 2018 a sua firma sul suo giornale, AIFA precisa quanto segue:

I vaccini, come tutti i medicinali, devono rispettare gli standard di produzione previsti dalle autorità nazionali e internazionali che ne garantiscono l’elevata qualità e riproducibilità. In assenza di tali requisiti, nessun vaccino può essere autorizzato e immesso in commercio.

Le autorità preposte effettuano controlli durante tutto il ciclo produttivo del vaccino. Inoltre, prima della distribuzione sul mercato, ogni singolo lotto è sottoposto a un ulteriore doppio controllo effettuato, in modo indipendente, sia dall’azienda produttrice che da una rete internazionale di laboratori accreditati, a loro volta controllati da altri enti (in Italia l’Istituto Superiore di Sanità). Solo i lotti che superano positivamente tali controlli possono essere commercializzati.

I metodi di analisi utilizzati per verificare la qualità dei vaccini e la presenza di eventuali contaminanti devono essere certificati e conformi alle procedure e ai requisiti condivisi a livello europeo e internazionale sulla base delle conoscenze scientifiche disponibili. Per garantire il necessario rigore scientifico ed essere validati, i risultati di queste analisi devono essere verificabili e replicabili.

Le informazioni al momento rese disponibili da Corvelva non presentano questi requisiti e quindi non forniscono dati utili per una valutazione scientifica. Infatti non sono stati resi noti i laboratori interessati e il tipo di certificazione eventualmente in loro possesso, la validazione dei metodi e gli standard utilizzati nelle analisi condotte.

Si fa inoltre presente che l’Agenzia Europea dei Medicinali ha già fornito a Corvelva nell’agosto 2018 chiarimenti in merito alle procedure di controllo sulla qualità dei vaccini a cui non si fa alcun riferimento nell’articolo pubblicato.
By Roberto Burioni, vedi qui, info su chi e’, e cosa fa…., questo signore: http://www.mednat.org/ministero_informato3.htm

Risposta dell’autore dell’articolo de: il Tempo:
Prendo atto delle considerazioni di Aifa e non discuto i controlli effettuati dall’Istituto superiore della Sanità.
Naturalmente prima di scrivere ho acquisito referti e relazioni tecniche delle analisi da parte di due laboratori e sono in possesso di tutte le loro certificazioni. Non sono pubbliche né in mio possesso invece quelle che dovrebbero rassicurare.
Il tema, di cui ho accennato come si può fare sui social con il professore Roberto Burioni e i suoi sostenitori, non riguarda come mi sembrava palese la validità o meno dei vaccini ma il fatto che – per ragioni che ignoro – possano esserci in giro lotti o campioni di lotti in qualche modo contraffatti e magari inefficaci pur non essendo dannosi per la salute.
Basterebbe ripetere quelle analisi con tutti i metodi che ritenete più opportuni e ogni dubbio sarebbe sciolto. Essendo stati annunciati dall’ordine dei biologi esposti anche alla magistratura e ai Nas a cui ovviamente saranno allegate tutte le documentazioni di cui sopra. Attenderemo le loro indagini per capire se erano fatte male le analisi di laboratorio che noi abbiamo riportato o se invece ci sono in commercio alcuni lotti vaccinali “fallati”.
La giustizia per quanto lenta lo è meno della non sempre disinteressata e indipendente comunità scientifica.
By Franco Bechis – f.bechis@iltempo.it  – Tratto da: iltempo.it

Ex Dirigente AIFA – 1 FASCIA – all’epoca in servizio all’UFFICIO FARMACOVIGILANZA.
“Abbiamo un drammatico problema di sicurezza relativo ai vaccini a causa di un chimico che si occupa della presenza di nanoparticelle metalliche in alcuni flaconcini di vaccino …(…) ” – 5 Maggio 2016 Dott. Pasquale Marchione
Attenzione:
Prima che scompaia la pagina Web con la conversazione in inglese di circa tre anni fa, venga censurata o rimossa o chissà cosa accada, voglio che siate tutti testimoni, e possiate fare download ed avere evidenza /prova riscontro di quanto si asserisce.
La conversazione e’ stata pubblica.
Come vedete e’ ancora online.
Per tutto il 2017 il dr. Pasquale Marchione, medico neurologo e specializzato in neuroscienze, e’ stato nell’organigramma aziendale.
Ho controllato piu’ volte. Alcuni mesi fa però, nel 2018, tutti i riferimenti alla sua persona scomparirono dal sito AIFA, incluso il suo curriculum. Ora egli pare lavori in un prestigioso centro medico europeo.
By Luca Scantamburlo – 22 maggio 2019
Fate snapshot, download e stampa di tutte le pagine. Link incluso.
Meglio ancora se fate video con registrazione audio di data ed ora. Davanti al monitor. Collegandovi alla pagina Web, e mostrando il caricamento online
https://www.researchgate.net/post/Is_There_any_expert_of_Environmental_Scanning_Electron_Microscope_analysis_of_inorganic_residual
https://drive.google.com/file/d/1Vi_nApRzvWVYGiCQwIP_a4Ay858jx_w3/view?usp=drivesdk
By Valentina De Guidi
https://www.facebook.com/100000940202062/posts/2669358009772180/

Commento: ESTENDIAMO il CONCETTO “CONTROLLO”
Nella sezione “Difetti di qualità” del sito AIFA troviamo un elenco dei farmaci ritirati dal commercio dal 2016 al 2018.
Spulciando bene, ci vuole un attimo di pazienza, si noterà come praticamente tutti i lotti ritirati lo siano stati su segnalazione volontaria della ditta produttrice……
Badate bene, è una cosa normalissima che ciò avvenga ed è lodevole che venga comunicato in maniera tempestiva un difetto di produzione anche se questo avviene dopo l’immissione in commercio… ma ripensando alle parole di Mazzei, Capo Ufficio Stampa AIFA, come è possibile se “prima della distribuzione sul mercato, ogni singolo lotto è sottoposto a un ulteriore doppio controllo effettuato, in modo indipendente, sia dall’azienda produttrice che da una rete internazionale di laboratori accreditati” comunque quasi la totalità dei ritiri avvenga per VOLONTARIA segnalazione della ditta produttrice e dopo l’immissione in commercio ?

CORVELVA è su “NATURE
“Scienziati italiani protestano per il finanziamento delle indagini sulla sicurezza dei vaccini”, così titola l’articolo apparso oggi sulla più prestigiosa rivista scientifica mondiale Nature.
Corvelva da una parte e la scienza dall’altra, sembrerebbe, ma così non è.
La realtà è molto semplice, da una parte dei professionisti che dicono sostanzialmente di “fidarci delle industrie, private, farmaceutiche“, dall’altra dei genitori che hanno deciso di non fidarsi, approfondire, ricercare e confutare o confermare.
Una piccola anticipazione delle analisi Corvelva sull’Infanrix Hexa che pubblicheremo entro breve: se noi ci fossimo fidati ciecamente della “scienza”, ci sarebbe bastata la versione ufficiale, la spiegazione di cosa è una tossina batterica e di come venga privata del potere tossico ma non di quello immunogeno, permettendole comunque di conservare la sua capacità d’indurre la produzione di anticorpi.
Sapendo questo, e sapendo che l’esavalente Infanrix Hexa è composto soprattutto da tossoidi, all’interno del vaccino in questione ci saremmo aspettati di trovare proprio questi.
Gli antigeni presenti nel vaccino sono sei: i tossoidi del tetano, difterite e pertosse, gli antigeni D dei tre virus della poliomielite, le proteine ottenute mediante ingegneria genetica per l’epatite B e i polisaccaridi dell’haemophylus legati chimicamente al tossoide del tetano come carrier.
Per formare i tossoidi è necessario un trattamento con formaldeide e glutaraldeide che dovrebbe consentire di eliminare la tossicità mantenendo integra la loro capacità di stimolare anticorpi protettivi contro le tossine originali.
Ció che ci aspettavamo di trovare erano i tre tossoidi e gli altri antigeni non modificati, separabili tra loro e digeribili dagli enzimi specifici per le proteine.
Ció che è stato invece trovato è un vero e proprio polimero, insolubile e indigeribile, l’insieme degli antigeni legati chimicamente tra loro.
Questa macromolecola non è stata in alcun modo riconosciuta dalle banche dati delle proteine, e quindi di fatto risulta essere un composto solido di struttura chimica sconosciuta.
La solubilità delle proteine e la possibilità di digerirle (cioè tagliarle in piccoli frammenti peptidici) sono le due caratteristiche che ci permettono non sono di studiarle con le metodiche per l’analisi delle proteine ma anche sono un requisito necessario per l’interazione con il sistema immunitario, con la formazione di anticorpi protettivi, perchè se la struttura di una proteina viene modificata profondamente rispetto a quella originale anche gli anticorpi che si formano sono completamente diversi da quelli che sono in grado di attaccare gli antigeni originali che causano le malattie.
Poichè questo polimero che abbiamo incontrato, mix di antigeni, non è solo diverso dal punto di vista della conformazione spaziale ma soprattutto è chimicamente diverso, possiamo affermare che non siamo in presenza di antigeni simili a quelli originali ma a composti con tossicità ed efficacia non note ed imprevedibili.
Tornando ai due pilastri che ci hanno fatto iniziare questo percorso di analisi e ribadendo il concetto espresso alla rivista Nature: noi stiamo indagando l’efficacia e la sicurezza dei vaccini e in realtà ci risulta difficile capire come sia possibile affermare che questo ammasso di proteine chimicamente modificate sia in grado di formare anticorpi protettivi contro le sei malattie per le quali si vaccina e ci risulta ancora più difficile capire come possa essere stabilito che questo ammasso non sia tossico nei neonati visto che si tratta di ben 6 antigeni neurotossici legati insieme.
Esavalente Infanrix hexa, per la metodica da noi commissionata, lascia enormi dubbi sia sulla sua efficacia che sulla sua sicurezza…
Noi assicuriamo una cosa: non ci fermeremo.
Corvelva Staff
P.S. quando pubblicheremo i prossimi risultati, questione di ore, invieremo come sempre copia al Prof. Lanfranchi e Palù, stelle della prestigiosa Università di Padova.
–  http://www.corvelva.it/speciali-corvelva/corvelva-e-su-nature.html

CORVELVA scrive: “Abbiamo continuato le indagini, sia chimiche che biologiche, sul Priorix Tetra, quadrivalente contro morbillo, rosolia, parotite e varicella.
All’interno del vaccino Priorix Tetra della GlaxoSmithKline sono stati rilevati:
Proteobacteria, vermi Platyhelminthes e Nematoda, altri 10 virus a ssRNA, Microviridae (virus batterici o fagi) e numerosi retrovirus tra cui retrovirus endogeni umani e aviari, virus aviari, virus dell’immunodeficienza umana e virus dell’immunodeficienza delle scimmie (frammenti che se inseriti in banca dati rilevano essere frammenti del virus dell’HIV e del SIV), virus murini, virus dell’anemia infettiva del cavallo, virus della malattia linfoproliferativa, Rous sarcoma virus. Altri virus come alphaendornavirus ed epatite b virus, virus del lievito.”
QUI, download of 2nd Report of Priorix Tetra genomic analysis..
https://drive.google.com/open?id=1mufQ9Ueoph4T4BufJ71M6v95KvOfhXAw

CORVELVA: RELAZIONE TECNICA, ANALISI MALDI-TOF, RELATIVA al COMPOSTO INSOLUBILE PRESENTE nel VACCINO INFANRIX HEXA
Ricordate la macromolecola che abbiamo trovato nell’Infanrix Hexa ? Quella che era indigeribile, e che non eravamo stati in grado di identificare ?
Ecco il resoconto della sua analisi “MALDI-TOF” (metodologia chiamata in causa dai critici dell’uso della tripsina).
Il risultato, in parole povere, ci dice che la macromolecola è una sorta di “buco nero” o spugna, che assorbe tutto ciò con cui entra in contatto. Non è stato possibile “dividerla” né identificarne alcun contenuto.
Le conclusioni:
Dalle analisi eseguite non è stato possibile identificare il composto ma rilevare alcune proprietà chimico-fisiche su cui porre attenzione:
1 – Insolubilità del composto in mezzi polari;
2 – Potenziale capacità del composto di aggregare e sequestrare composti presenti nella soluzione di natura organica;
3 – Composto non volatile anche se irraggiato con la luce laser del MALDI.
Significa che il composto è ad alto peso molecolare e costituito da un’unica grossa macromolecola apolare.
Le caratteristiche su menzionate sono tipiche di diversi composti tra cui
1 – Resine funzionalizzate
2 –  Composti macromolecolari a conformazione alterata, aggregata e ritentiva (insolubili con elevata resistenza alla digestione es: PRIONI). (NdR: probabilmente ingegnerizzati/preparati appositamente, nei laboratori di Big Pharma)

Questo è quanto, ricordiamo che questa sostanza è stata trovata all’interno del più comune ed utilizzato esavalente per l’età pediatrica, in altre parole viene iniettato nei neonati obbligatoriamente……
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/relazione-tecnica-analisi-maldi-tof-relativa-al-composto-insolubile-presente-nel-vaccino-infanrix-hexa.html

ESPOSTO – Tribunale: Contenuto Vaccini, Corvelva 2018
7 vaccini analizzati in laboratorio specializzato e relativo Esposto in tribunale
CORVELVA-Esposto-Analisi-Procura-di-Roma.pdf – Google Drive

Commento:
Era scontato che sulle analisi di Corvelva, arrivassero attacchi e tentativi denigratori.
Mentre Ema e Aifa si rimpallano la risposta imbarazzate, la gentaglia si avvale di teste d’ariete che attaccano e qualche giornale li rimbalza. come il Foglio, il peggiore giornale probabilmente della storia italiana, fazioso come pochi, pagato dai cittadini.
Le coraggiose analisi di Corvelva vengono opportunamente fatte con metodologie che non sono le solite per analizzare i vaccini, al fine di capirci di più su cosa c’è dentro; così come grazie al microscopio di Montanari e Gatti, abbiamo avuto altre importantissime informazioni, mai smentite.
Allora la prima risposta è arrivata dallo specialista  Enrico Bucci. (qui abbiamo anche un chimico, in realtà debunker o troll). non chiedono spiegazioni, non vogliono capire, attaccano, è la loro specialità. Ma non conoscono i vaccini e lo pseudoscienziato forza la mano, fa un errore, estrapolando un dato. Dice che il test fatto con la tripsina (enzima) non è valido perché  l’alluminio presente nel vaccino inibisce la digestione triptica del composto. Chi l’ha mai detto ?
Alluminio come adiuvante serve per esaltare l’efficacia degli antigeni stimolando  la risposta immunitaria; lo studio che viene citato a prova riguarda l’Alzheimer, dove nell’abstract si afferma che “l’alluminio può essere un candidato per giocare un ruolo dismetabolico nell’inibire l’attività proteolitica delle serine proteasi tripsina e alfa-chimotripsina…”E’ davvero poco, noi sappiamo da tempo che mercurio e alluminio possono squilibrare il sistema nervoso cerebrale, inibendo non solo la tripsina ma molte altre funzioni enzimatiche. Sono convinto che alluminio vaccinale non annulla direttamente la tripsina. potrebbe farlo solo quando rompendo l’informazione elettrodinamica coerente (è questo che fa) del sistema linfatico, compromette nel piccolo infante le mucose linfatiche intestinali inibendo lo scambio enzimatico naturale nell’intestino, squilibrando la formazione del precursore tripsinogeno pancreatico e dell’intero microbiota.
Piuttosto nelle analisi di Corvelva c’è un finale molto preoccupante. cambiando metodo (ricerca DeNovo), vengono rilevate sequenze peptidiche (frammenti di aminoacidi) che messe in un motore di ricerca, potrebbero essere potenzialmente attribuite per similarità strutturale a proteine del mondo batterico. Sono 19, funghi, muffe che dovrebbero stare nel suolo, streptomiceti, batteroidi, e altro……Questi vaccini non sono Scienza…. SONO solo TOSSINE pericolose !

Micro e nanocontaminazioni dei vaccini
Contenuto dei vaccini – analisi in Germania di 16 vaccini
CDC: eccipienti nei Vaccini
Contenuto dei Vaccini: Solfato di Bario
Ingredienti dei Vaccini
https://archive.is/www.levaccinazioni.it
Studio/ricerca Francese sul contenuto dei Vaccini
https://www.facebook.com/notes/vaxxed-a-revolution-for-choice/vaccine-ingredients/20861474287945
http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1756

https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/07/decine-di-vaccini-popolari-sono-risultati-contaminati-da-particelle-contaminate-contenenti-metalli-pesanti-tossici.html?m=1
https://www.corvelva.it/it/approfondimenti/sistema-sanita/case-farmaceutiche/la-dengue-e-i-disastri-sanofi.html
Contenuto Vaccini: analisi francesi
Contenuto Vaccini: sostanze e particelle
Contenuto_vaccini-E_coli.pdf
Contenuto_vaccini-Componenti_excipient-table-2.pdf

Contenuto_vaccini-Components-Excipients 18-1220.pdf
Contenuto_vaccini-da-Wikipedia.pdf – (tratto da Wikipedia, che però è solo parte della verità…)
Contenuto-Vaccini_contaminazioni.pdf

ContrattoMinisteroSaluteNovartisVaccinoSuina.pdf

Vaccine Ingredients/Shocking/ Think before you give this to your child r/o    – In addition to the viral and bacterial RNA or DNA that is part of the vaccines, here are the fillers:
vedi anche: http://www.all.org/article.php?id=10109

Tratto e  Continua QUI:
Contenuto Vaccini – 2 + Contenuto Vaccini – 1 + Bugiardini dei Vaccini

Vedi anche: Quadro Bio-Logico sull’epidemia e Covid

      Recommended For You

      Administrator

      About the Author: Administrator

      Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm - Curatore, Tutore, Notaio, Trustee del TRUST estero VANOLI G.P. - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

      15 Comments

      1. Obbligare le persone a vaccinarsi, oltre che anticostituzionale, è, a mio modesto parere, un crimine contro l’umanità!
        Con tutte le schifezze che mettono negli ingredienti (non per ultimo metalli pesanti), si dovrebbe contemplare, sempre a mio modesto parere, la possibilità di inserire il reato di strage multipla per utilizzo di vaccini micidiali, altro che curativi!
        Ho letto in internet la “bella pensata” di “bill gates e company” sulla necessità di vaccinare la popolazione terrestre per ridurne di due terzi il numero, perchè si vogliono diminuire le spese di mantenimento che, secondo “questi signori”, sono al passivo poichè la maggior parte delle persone mondiali sono anziane 😬😬😬😬!!!
        Mi chiedo: Sono realmente sicuri, “questi pazzi scatenati”, a mio avviso, di risolvere il “loro problema”?
        Non è che ne scatenano di peggiori giacchè, a causa di questi vaccini, creano futuri invalidi e futuri “vegetali” 😬😬😬😬?
        Sono dell’avviso che dovrebbero essere “loro” a dover subire il TSO: per gravissima pericolosità nei confronti di 7.500.000.000 di abitanti del pianeta Terra!!!!

      2. Ieri sera ho visto la conferenza, del 02/06/2020 in Piazza del Popolo a Roma, fatta dal generale dei carabinieri Antonio Pappalardo!
        Di seguito il link che collega alla conferenza stessa :

        https://youtu.be/mOo4rzyTtBQ

        Visto la pericolosità dei vaccini e che assolutamente “i signori della politica” vogliono renderli obbligatori, io farei come ha detto, nella stessa conferenza, il generale Pappalardo: A partire da, aggiungo io, “beatrice lorenzin” li farei fare a loro, senza escluderne manco uno!!!
        Vogliono che il popolo italiano sia la cavia?
        Bene: Inizino, allora, loro!
        Non vi sembra un atto di giustizia?
        A me, sì!!!

        1. Anche se potrei condividere quello che hai scritto, sapendo che contengono sostanze tossiche, obbligarli a vaccinarsi prima loro, non è un atto di Amore; dovremmo dirgli invece: visto che contengono sostanze altamente destabilizzanti per il sistema immunitario ed intossicano i corpi umani ed animali, e visto che volete renderle obbligatorie, dovreste essere di esempio, ed in prima persona vaccinarsi in diretta TV, con vaccini acquistati con la presenza di un notaio e dei carabinieri, e con la quantità adatta al loro peso corporeo….e poi seguirli sulla loro salute nei mesi successivi fino a 3 anni dalla vaccinazione. Cosi gli esperimenti, visto che l’Italia è stata indicata da Bill Gates & C. complice l’OMS, quale nazione sperimentale per i vaccini, li fanno in primis sulla loro pelle e non sulla pelle dei neonati !

      3. Mi chiedo chi è quel genitore che accetta di mettere queste “schifezze” nel corpicino di suo figlio, sapendo i danni che andrebbe a provocare!
        Ecco perchè, a mio modesto parere, non danno informazioni e, addirittura, impediscono ai giornalisti liberi, di fare il loro mestiere che è, per l’appunto, quello di informare, violando in un solo colpo ben due articoli della nostra bellissima costituzione: l’art. 32 e il 21 😬😬😬, se tali giornalisti non vogliono vedersi oscurati, come è successo a Radio Radio TV, su youtube!!!
        Cosa arrivano a fare l’ingordigia e la sete del “dio danaro 😥😥😥!
        Spero proprio che, quanto prima, il PVU, tramite il nostro impegno come aderenti al Programma Mondo Migliore, riesca e riequilibrare le cose e, ovviamente, si dovranno severamente ed esemplarmente punire i colpevoli anche con l’ergastolo, in un carcere a regime durissimo, senza alcuna possibilità di rientrare in possesso della libertà di circolare nel paese che hanno, a mio avviso, lungamente e largamente calpestato, tradito ed offeso!!!

      4. Іts not my first time to go to see this web
        page, i am visiting this site dailly and get pleasant faсts from here every day.

      5. Ꮋi there, i reaԀ үour blog from time to time and
        i own a similar one and i was just wondеring if you get
        a lot of spam remarks? Іf so how do you protect against it,
        any plugin ᧐r anything you can advise? I get so much latеly it’s driving me
        іnsane so any һeⅼρ is very much apⲣreciated.

      6. Hi theгe! I realize thіs is sort օf off-topic һowever I needed to ask.
        Does operating a well-established website such as yοurs require а large amount of work?
        I am completeⅼy new to operating a blog howeѵer I do
        wrіte in my journal Ԁaily. I’d like to start a bⅼog so I can easily share my personal
        experіence and feelings оnline. Pleɑse let me know if yⲟu have
        any kind of ideas or tips for brand new aѕpiring bloɡgers.
        Appreciate it!

      7. Y᧐ur way of describing all in thіs paragraph is in fact
        good, all can effortlessly be aware of it, Thanks a lot.

      Rispondi a Pietro Ferrero Annulla risposta

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *