Contagio, epidemie, TUTTO una Balla….

US – Luglio 2020
rRT-PCR sono solo della FAKE /FALSITA’.
– ALTRO DOCUMENTO GRAVISSIMO !!!!
Di FDA, CDC, E TEST USA rRT-PCR:  NON HANNO IL VIRUS !
NON HANNO NULLA, assolutamente NESSUN VIRUS REALE del tutto.

ANCHE LORO e fin dall’INIZIO USANO PARTI di SEQUENZA SINTETIZZATA in LABORATORIO.
E’ nero su bianco dalla CDC e dalla FDA, qui nel report dei loro Test rRT-PCR, FALSI in Atti pubblici Sanitari  !!
Da notare, il documento, è del 13 luglio 2020. Ad oggi nulla.
– PDF del documento originale della FDA/CDC
https://www.fda.gov/media/134922/download?fbclid=IwAR205au29ENXESdlqVvhjo6c-wfKlIxwHetQubmHIRMy2jRbvEVO2JaFmfA

QUINDI epidemia INVENTATA !

Il “MITO” del CONTAGIO – PDF: The_Contagion MITH_W

——————————————————————————————–

Prima INTERVISTA concessa a Mark Pfister, dal Dottor Stefan Lanka, (micro biologo) – 03/04/2017
I fondamenti, la validità e i limiti della conoscenza medico-scientifica – 1° Parte:  QUALI VIRUS ?

Buongiorno dr. Lanka
Buongiorno  sig.  Pfister

Pfister: sono davvero felice di poter condurre questa intervista e di poter lavorare insieme in questo programma per la corretta informazione delle persone.
Lei ha potuto provare in TRIBUNALE, e davanti a CINQUE PERITI UFFICIALI, che NON VI E’ NESSUNA PROVA dell’ESISTENZA del VIRUS del MORBILLO.
Questo significa che non sappiamo se esiste e come: NON NE ABBIAMO ALCUNA PROVA. 
Vorrei parlare oggi con lei dei fatti: come si sia arrivati a questo malinteso.
Cosa sono in realtà i virus, quello che viene definito virus ?

Lanka: lo si spiega facilmente partendo dal significato della parola  VIRUS, in latino TOSSINA.
C’era una dottrina medica che ad oggi si crede scomparsa. Essa continua però a mantenere sotto la nuova veste moderna la credenza che le malattie siano create da tossine, veleni patologici.
Alla base della TEORIA UMORALE c’era la credenza che se i liquidi corporei  ristagnavano diventavano velenosi e che potevano così diffondere  le malattie all’interno del corpo oppure anche dall’emanazione del corpo.
La “MAL-ARIA”, l’aria cattiva che SI RITENEVA CONTAGIOSA. 

Sapevo come condurre la mia ricerca, perché anch’io avevo scoperto nel mare una struttura che io stesso avevo  denominato virus. L’avevo identificato come un virus innocuo. Pensavo davvero fosse un virus, anche se innocuo perché non aveva fatto danni nell’organismo dove l’avevo trovato.
Quindi sono andato dal mio professore e gli ho fatto vedere  quello che avevo trovato. Gli ho fatto vedere le foto  al microscopio elettronico di particelle che sembravano essere dei  virus ed erano   miliardi. L’organismo comunque viveva senza problemi e il virus non sembrava dare effetti negativi. Così,  dal 5° semestre avevo già il mio laboratorio ed ero praticamente diventato un virologo.
All’epoca non  avrei mai pensato che non fosse possibile  trovare un protocollo in medicina su come isolare un virus !
Nella BATTERIOLOGIA ci sono protocolli dal 1940. 
Quando i batteri muoiono a causa di un cosiddetto “virus batterico”, si prende questo liquido, lo si mette sotto un microscopio e si vede che sono batteri. Ma si vedono anche tante MINUSCOLE PARTICELLE presenti  in grande quantità, le si separa, le si isola, in modo da avere solo questo tipo di MINI-SPORE, e si vede che  sembrano esattamente uguali, che presentano l’ASPETTO di VIRUS.
Ed è diventato un MODELLO, questi “VIRUS per BATTERI” un MODELLO  anche per i VIRUS UMANI.
Ma quello che i BIOLOGI all’epoca NON HANNO COLTO è che quando i BATTERI MUOIONO VELOCEMENTE NON hanno il tempo di creare delle SPORE.
Se li si priva delle fonti nutritive, se è troppo caldo, troppo freddo o in altri processi lenti, allora questi creano delle SPORE che possono SOPRAVVIVERE  per SECOLI. E se l’ambiente è favorevole ricrescono dalle loro stesse spore.

Ma quando i BATTERI non ne hanno il tempo creano MINI-PARTICELLE, particelle ancora PIU’ PICCOLE, costituite solo dal cosiddetto ACIDO NUCLEICO, il cosiddetto MATERIALE GENETICO CIRCONDATO da un INVOLUCRO PROTEICO. E sono tutti  uguali e si pensava che fossero loro la causa della morte dei batteri.
No, in NATURA i BATTERI non muoiono mai, se queste particelle vengono aggiunte. Questo lo fanno solo BATTERI IPERCOLTIVATI e LABILI, che appena li si guarda in modo “storto” si riconvertono nel materiale da cui erano sorti.
Questo era un breve excursus.
DA QUESTE STRUTTURE NASCONO i BATTERI e i NOSTRI TESSUTI UTILIZZANO a loro volta i BATTERI come componenti PER RIGENERARSI.
E  qualcosa che  viene chiamato BATTERIOFAGO, divoratore di batteri, per usare una  DENOMINAZIONE SCORRETTA; l’ho scoperto in mare, un pò più grande, una catena di acido nucleico un pò più lunga e pensavo fosse un virus.
E COSI ERO diventato anche un VIROLOGO.

By Dr. S. Lanka (biologo/virologo), ecco la versione integrale della sua conferenza:
https://www.leyesbiologicas.com/videosstefanlanka.htm?fbclid=IwAR0JEB2KOLNi11BL5GfTsgUxVaSziBkt10iV7w4-lrKQwZgNx83fX1ygV5c

Egli continua ed afferma:
Nel XVI secolo vennero inventati i primi microscopi. (Tale invenzione avvenne in parallelo con quella dei cannocchiali, che aprì la strada ad un altra grande frode, quella dell’astronomia, che merita però una trattazione a parte…).
Col tempo i microscopi aumentarono il loro potere ingrandente, finché fu possibile osservare sia le cellule costituenti gli organismi viventi, sia i vari microrganismi simbionti. Si pensò quindi, anche qui, di fare la solita suddivisione arbitraria ed estremamente funzionale al potere: alcuni microrganismi vennero classificati come “buoni” e altri come “cattivi”, ovvero portatori di malattie.
Il generico e immateriale concetto di contagio trovava quindi una sua applicazione concreta e materiale. Bisognava solo dimostrare che questi batteri malvagi causavano le malattie, e il gioco era fatto.
Seguendo la semplice logica, per arrivare a tale dimostrazione dovevano essere verificate, in ogni osservazione, 3 specifiche circostanze, che oggi sono conosciute come “postulati di Koch”.
Robert Koch era un biologo tedesco del XIX secolo, contemporaneo di Louis Pasteur. Egli era un grande sostenitore della teoria patogena dei batteri. I risultati sperimentali hanno tuttavia sempre mostrato (e dimostrano tuttora) quanto segue, in relazione ai suddetti postulati.
Il corrispondente francese di Koch è Louis Pasteur. Dalla loro cricca è partita tutta la teoria dei virus, di cui ho già parlato nel mio articolo:
https://usciredallorrore.wordpress.com/2020/03/27/il-dottor-hamer-i-virus-e-la-paura/

Dal “filone di ricerca” di Pasteur nacque l’industria delle vaccinazioni (antidoto al “veleno”, al virus), mentre del “filone di ricerca” di Koch nacquero, a partire dall’industria chimica dei coloranti, gli antibiotici e, in seguito, i chemioterapici.
Pasteur era uno scienziato disonesto, al pari di Koch.
Tuttavia, e qui uso proprio le parole
di Stephen Lanka, “… era abbastanza umano da documentare i suoi inganni in diari paralleli ai suoi libri di laboratorio primari. Egli decretò che questi documenti non dovevano mai essere pubblicizzati. La sua famiglia ottenne naturalmente grandi ricchezze. Ma l’ultimo antenato maschio di Pasteur non ha ubbidito a quel decreto e ha fatto trapelare i registri all’università di Princeton.
Nel 1993 il professor Gerard Geisson pubblicò un’analisi in lingua inglese che rivelò che Pasteur aveva commesso frodi massicce in tutti i suoi studi. Ad esempio, gli animali vaccinati, se sono sopravvissuti, non sono stati avvelenati, gli animali del gruppo di controllo che sono morti senza vaccini sono stati avvelenati massicciamente, e così via. Questo era Pasteur.”

La credenza nel contagio ha raggiunto così, incredibilmente, i nostri giorni. Essa è stata enormemente potenziata da un’incessante e martellante propaganda (scuola, film, “studi”, “dibattiti”), che dall’Europa si è espansa sostanzialmente a tutto il mondo. Inoltre si è continuato ad inventare nuove “epidemie”, dovute (secondo quanto ci dicono ai giorni nostri) quasi sempre a “virus”:
AIDS, suina, aviaria, mucca pazza, ecc. ecc., fino ad arrivare all’odierno Covid.

Quasi tutti oggi credono nel contagio, e molti sono sicuri di averne “dimostrazione” nella loro esperienza quotidiana. Per esempio, in molte malattie pediatriche considerate infettive, come le malattie esantematiche, sono tutti più o meno sicuri del contagio, perchè hanno visto che spesso diversi bambini si ammalano insieme. Non si riflette però su altre evidenze. Anzitutto, se fosse vera la teoria del contagio, tutti i bambini si ammalerebbero, non solo una parte. Inoltre, non è mai possibile provocare una specifica malattia in una persona sana mettendolo a contatto con dei batteri. Per esempio, non si riesce in nessun modo a far ammalare una persona sana, bambino a adulto, di varicella, pertosse o scarlattina, a piacimento e a comando, semplicemente mettendolo a contatto col batterio corrispondente, considerato “causa”.

Chi conosce Hamer sa bene che tutta la teoria del contagio è sbagliata.
In 15 anni di osservazioni, anche quando parlavo con persone convinte di essere state “contagiate” da qualcuno, abbiamo sempre trovato, in verità, il conflitto corrispondente, e quindi la vera causa dei loro sintomi. Quando si ammalano diverse persone insieme, significa semplicemente che queste persone hanno vissuto conflitti simili in seguito, molto spesso,

ad avvenimenti shoccanti comuni. Siamo stati abituati ad osservare la realtà dei sintomi in un determinato modo, attribuendogli determinate cause, fin da quando siamo nati.
Genitori, maestri, preti, tutti ci hanno detto sempre la stessa cosa: i germi causano le malattie. Se però abbiamo il coraggio di provare ad osservare le cose in modo diverso, e anche l’onestà intellettuale di andare a vedere quali sono le reali basi scientifiche della teoria del contagio, allora possiamo davvero fare un salto evolutivo.
A quel punto i potenti non potranno più prenderci per i fondelli, terrorizzarci, farci sentire in colpa, segregarci ed umiliarci per raggiungere i loro sporchi fini. A quel punto non sarà più possibile quello che sta succedendo ora, con la farsa odierna del coronavirus (che come abbiamo visto ha molti precedenti), con tutte le devastanti conseguenze che ancora dobbiamo vedere… Siamo ancora molto lontani da quel punto ma, se l’umanità è davvero capace di evolversi, forse un giorno ci arriveremo.

“Il processo di ricerca del consenso per il virus del morbillo, in cui i partecipanti hanno discusso per determinare cosa apparteneva al virus e cosa no, è durato per decenni. Con l’apparentemente nuovo China Coronavirus 2019 (nel frattempo rinominato 2019-nCoV), questo processo di ricerca del consenso dura solo pochi clic di mouse.
Con solo pochi clic del mouse, un programma può creare qualsiasi virus riunendo molecole di brevi parti di acidi nucleici da tessuti morti e cellule con una determinata composizione biochimica, disponendole così come desiderato in un genotipo più lungo che viene poi dichiarato essere il genoma completo del nuovo virus. in questo processo di costruzione teorica del “DNA virale”, quelle sequenze che non si adattano vengono “levigate” e vengono aggiunte quelle mancanti. Pertanto, viene inventata una sequenza di DNA che non esiste nella realtà e che non è mai stata scoperta e scientificamente dimostrata nel suo insieme.”

Promemoria:
Virus/esosomi “biologici”: Capsidi di Proteine/molecole complesse, di materiale genetico contenente INFORMAZIONE = frammento di DNA/Rna (e relativi Geni), nel caso di quelli Biologici)  NESSUNO ha mai fotografato il contenuto del capside di lipidi, che avvolge sempre tutti i cosiddetti virus, quasi tutte le foto messe nel web sono disegni, oppure manipolazioni con Photoshop…. !
– leggere anche l’Intervista a Stefan lanka (biologo/virologo tedesco). 
vedi anche QUI: https://formazione5lb.eu/video-5lb/201703-intervista-al-dr-stefan-lanka/

Sintesi e conclusione:
BALLE, i virus non volano nell’aria e non infettano nessuno perché li produciamo noi stessi.

I virus/esosomi, li produciamo noi a trilioni ogni giorno e di tutti i tipi.
Sono creati dalle celluleper mantenere il corpo sano, sono indispensabili alla vita.
Quelli che si trovano con i tamponi e le analisi,  provengono dai tessuti ammalati delle varie parti del corpo alla morte delle cellule di quei tessuti.
Sono inerti e non infettano MAI nessuno e non volano nell’aria.
I virus/esosomi, vengono prodotti dalle cellule stesse che esistono solo nei liquidi dei corpi viventi, quindi possono veicolarsi solo nei liquidi organici, mai nell’aria che invece  li distrugge in pochi secondi (ossigeno e radiazioni solari – UV).
I vaccini sono una grande TRUFFA, cosiccome le Mascherine, i Tamponi, le analisi, perché lo ripetiamo i virus sono materiale genetico  inerte.
SVEGLIA caro gregge IGNORANTE.
Vedi: Cosa sono i virus-esozomi

Ricordatevi
“I batteri accompagnano la malattia, non la creano”.
(by Max von Pettenkofer medico e chimico bavarese, amico di Koch)

vedi anche: Quadro Bio-Logico sulla epidemia e covid19 + Distanziamento sociale e didattica a distanza per la scuola
Covid19_ilVaccino-cheVerrà – By https://www.corvelva.it/

Il “MITO” del CONTAGIO – PDF: The_Contagion MITH_W

Recommended For You

Administrator

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm - Curatore, Tutore, Notaio, del TRUST estero VANOLI G.P. e difensore dei: - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *