BioEnergetica, Chiralità e BioElettronica

Bioelettronica e Chiralità (definizione)
La materia vivente sembra governata dalla QFT (Teoria dei Campi Quantisitici) che crea spontaneamente ordine quando le condizioni termodinamiche lo consentono
E’ la coerenza elettrodinamica che permette alla Vita di affermarsi in ambienti aggrediti dalle forme più diverse e violente di disordine
By Prof. Preparata – Insegnava alla Facoltà di Ingegneria di Milano – Italia

BIO ELETTROMAGNETISMO (dr. E. Del Giudice – Fisico)
E’ opinione diffusa che la dinamica biologica sia interamente dominata da meccanismi chimici da eventi molecolari che si susseguono in modo ordinato nel tempo e nello spazio. Sono stati messi in evidenza codici di riconoscimento tra le biomolecole (di cui il primo è stato il codice di riconoscimento tra basi del DNA e aminoacidi) che mostrano come nella materia vivente le molecole non interagiscono a caso, ma secondo pattern ben definiti.
Ci si chiede quale possa essere il meccanismo fisico a lunga distanza tra le molecole, attraverso il quale partendo da distanze dell’ordine di decine di Angstrom (1 Angstrom = 1 centomilionesimo di centimetro) le molecole giungano a colpo sicuro, senza mai sbagliare indirizzo, nel luogo giusto al momento giusto per l’incontro ravvicinato di tipo chimico.
Nell’ambito dei concetti noti della fisica, l’unico candidato per questo ruolo appare essere il campo elettromagnetico, che è capace sia di interagire con le molecole, sia di operare a grandi distanze. Studi recenti hanno mostrato che il campo elettromagnetico gioca un ruolo essenziale nell’assicurare la coesione della materia liquida e solida.
Si veda a tale proposito il libro di Giulio Preparata: “QED Coherence in Moatter” World Scientific Publishing Co. (1995).
L’esistenza dei codici di riconoscimento tra molecole implica perciò esistenza di un livello elettromagnetico della materia vivente che dialoga con il livello chimico assicurando che il traffico delle molecole sia bene ordinato. Stando in questo ordine di idee, la patologia che appare in prima istanza come una anomalia della struttura molecolare del corpo rimanda in seconda istanza ad un disturbo nella rete elettromagnetica di controllo de traffico molecolare.

Perciò è possibile assumere due attitudini terapeutiche:
1. Intervenire direttamente sul livello chimico dell’organismo, fornendo sostanze chimiche atte a rimuovere l’anomalia manifestata nella struttura molecolare.
2. Intervenire sul livello elettromagnetico rimuovendo il disturbo che sconvolge il traffico molecolare.
Mentre la medicina ufficiale sposa la prima attitudine, le varie medicine alternative, consapevolmente o inconsapevolmente, si legano alla seconda.

Questo intervento sul livello elettromagnetico può avvenire sia applicando direttamente dall’esterno campi elettromagnetici (come nelle magnetoterapie, nell’elettroagopuntura, nelle terapie Mora e Bicom Soqez e così via), sia intervenendo in modo da alterare in modo indiretto la struttura dei segnali elettromagnetici (questo può essere il caso delle altre medicine alternative).
L’approfondimento delle tematiche delle medicine alternative può dunque aprire orizzonti vastissimi alla comprensione della vita non solo su basi chimiche, ma anche su basi fisiche.
Per maggiori informazioni, si leggano:
1. Cyril Smith e Simon Best – L’uomo elettromagnetico – Edizioni Andromeda – Bologna
2. Nicola ed Emilio Del Giudice – Omeopatia e Bioenergetica: le medicine alternative dalla stregoneria alla scienza – Cortina International – Verona.

————————————————————————————————————————

La BIO ENERGETICA è la scienza che studia ed utilizza le Energie che permeano ogni specie vivente.
E’ noto che la Luce è una fonte d’Energia; essa è formata da (E+, energia pura e calda) + (E- energia pura e fredda), queste energie sono chiamate in Oriente Yin + Yang); queste 2 energie unendosi formano l’energia neutra con Massa Fotonica relativa (y), indispensabile alla Vita, sotto forma di onde anche elettro diamagnetiche a diverse frequenze.
Ogni agglomerato di energia, cioè ogni particella energetica è formata dall’insieme di queste 2 parti dell’energia stessa, una con “chiralità” : una puo’ essere levogira (sinistrogira), l’altra puo’ essere destrogira.

Definizione della parola chiralità: “dicesi di spazio composto i cui atomi possono essere disposti in quello spazio in 2 modi diversi ma speculari, come la mano sinistra e la mano destra, che rappresentano quindi 2 forme isomere distinte. I composti chirali hanno la proprietà di ruotare, (con il loro movimento spiraloide dal centro verso la periferia e viceversa, nello spazio nel quale sono confinati dal loro campo elettromagnetico) il loro piano di polarizzazione della luce polarizzata di un determinato angolo ma in direzione opposta a seconda dell’isomero considerato; la polarizzazione è resa identificabile con uno spettrofotometro con luce blu/violetto/ultravioletto”.

Un nuovo metodo per studiare la Chiralità delle molecole – 23 Mag. 2013 – USA
Un gruppo di ricercatori statunitensi ha sviluppato un innovativo metodo basato sulle microonde per determinare la chiralità delle molecole, con un notevole vantaggio rispetto alle metodiche convenzionali, perché può essere utilizzato anche in presenza di altre specie chimiche e con notevole rapidità. Da migliorare ancora l’accuratezza
Il mondo visto allo specchio è uguale a quello reale? Un fisico delle particelle certamente risponderebbe di no, perché ci sono processi microscopici che “violano la parità”, la cui immagine vista allo specchio cioè non si può riprodurre al di qua dello specchio. E risponderebbe di no anche un chimico o un farmacologo, perché molte molecole hanno due forme, o enantiomeri, con la stessa struttura chimica ma differente “chiralità”, come un paio di guanti destro e sinistro, e con differenti proprietà chimiche, soprattutto nei processi biologici.

Sulle pagine della rivista “Nature” John Doyle e colleghi della Harvard University descrivono un nuovo metodo diretto di misurazione della chiralità delle molecole basato sulle microonde che ha dimostrato soprattutto una notevole rapidità di utilizzo.

Storicamente, i due metodi di determinazione della chiralità più utilizzati sono di tipo spettroscopico, ovvero sono basati sulla misurazione delle differenti risposte che il campione fornisce quando è attraversato da radiazione elettromagnetica manipolata in modo opportuno. Nel caso in cui la radiazione usata sia polarizzata circolarmente, per esempio, i due enantiomeri forniscono risposte diverse, in termini sia di indice di rifrazione sia di tasso di assorbimento, a seconda che la polarizzazione sia verso sinistra o verso destra. La differenza nell’indice di rifrazione è sfruttata nel metodo denominato rotazione ottica mentre quella nel tasso di assorbimento nel metodo di dicroismo circolare.

Le due diverse chiralità di un amminoacido (Figura Cortesia NASA/Wikimedia Commons)
Entrambe le metodiche sfruttano in ogni caso luce nello spettro visibile o nell’ultravioletto e coinvolgono le transizioni elettroniche delle molecole. A esse si aggiungono poi altre due tecniche, il dicroismo circolare vibrazionale (VCD) che utilizza la radiazione infrarossa e l’attività ottica Raman (ROA) che sfrutta la radiazione visibile.
Grazie a queste quattro metodiche, si ottengono due misurazioni fondamentali della chiralità: l’eccesso enantiomerico, cioè la preponderanza di un enantiomero sull’altro nel campione, e la configurazione assoluta, cioè la specifica chiralità di un enantiomero.

Il metodo ora descritto da Doyle e colleghi sfrutta invece lo spettro delle microonde, quindi lunghezze d’onda molto più ampie, e presenta alcuni notevoli vantaggi rispetto alle tecniche convenzionali e alcuni limiti. I vantaggi consistono nella possibilità di studiare le molecole d’interesse anche in presenza di altre specie chimiche e nella rapidità delle misurazioni, che vengono effettuate nell’arco della decina di secondi contro i minuti o le ore delle altre tecniche.
I limiti riguardano invece il fatto che il campione deve essere studiato nella fase gassosa, il che può essere una condizione difficile da raggiungere con molecole di grosse dimensioni. Inoltre, l’accuratezza nel caso della determinazione dell’eccesso enantiomerico è di circa il cinque per cento e quindi deve essere migliorata. Il metodo infine non è in grado, allo stato attuale di sviluppo, di determinare la configurazione assoluta di molecole di chiralità sconosciuta.
Tratto da: lescienze.it

Questo tipo di Energia duale, è alla base di ogni forma di Vita nell’UniVerso; per poterlo fare l’Energia richiede una complessità di ritmi (frequenze) inter collegati fra loro e trasmessi principalmente dalla Terra, dal Sole e dal Cosmo, affinché la Vita sul pianeta possa mantenersi tale.
Tutto proviene da quest’acqua “primordiale” (l’Energia, lo Aor, la Lux dei Fotoni informati) la quale si è trasformata anche in acqua, come noi comunemente la intendiamo.

Siccome è noto che i corpi dei Viventi vivono e si riproducono solamente in funzione della Luce (Energia) si è provveduto a studiarla e si è scoperto attualmente che nell’uomo esistono 7 frequenze principali (come i colori dell’Iride) più la Bianca e la Nera, e che queste sono alla base di tessuti organici ben differenziati fra loro.
Dopo questa scoperta si è anche provveduto a tentare di comprendere le devianze da tali frequenze imparando a riconoscerle come malattie energetiche (blocchi di energia), matrici primordiali delle patologie fisiche o addirittura comprendere direttamente quali malattie esistono già al livello energetico e come riparare al danno a quel livello, riuscendo a ripristinare le giuste frequenze, con vari mezzi naturali od elettronici, si sono ottenuti risultati a dir poco sorprendenti.
Secondo questa scienza l’individuo forma le cellule del proprio corpo in base alle informazioni contenute anche nei liquidi corporei in relazione con tutte le possibili energie (frequenze) dell’UniVerso, che sono quindi regolate ed organizzate dal DNA, il quale segue uno schema di rivelazione e decodificazione multifrequenziale che rimane inalterato fin tanto che vi è salute propria e quella dell’ambiente esterno.

Nello stato di “malattia” vi è una variazione delle proporzioni energetiche fra le 2 parti (levogiro/destrogiro) che compongono l’Energia “neutra” e che nel caso della malattia perdono informazioni con la parte destrogira aumentando quelle sinistrogiro e quindi vi è la possibilità, seguendo questa scienza, di riordinare queste proporzioni perse, re-immettendo l’informazione destrogira con frequenze proprie dell’organismo, per mezzo di acque matriciali opportunamente preparate ed informate da poche gocce dell’urina del soggetto.
Siccome la malattia è di fatto, una perturbazione del “sistema eco biologico” corporeo che segue uno schema identico e parallelo a quello del sistema biologico del pianeta Terra e quello del Creato nella Sua totalità, occorre quindi lavorare seguendo schemi identici, cioè “Etico eco biologici”, per riordinare le tossine accumulate + le alterazioni acido/basiche + ossido/ridotte che determinano le infiammazioni + colonizzazioni fungine e quelle termico nutrizionali, disintossicando l’organismo, tutti fatti indotti dallo stato di Conflitto irrisolto, generato dalle Trasgressioni Etiche alle Leggi del suddetto sistema.

Ricordiamo che in Medicina Biologica definiamo ambiente tutto ciò che sta fra l’Ego/IO ed i confini dell’UniVerso.
Il nostro corpo è costituito da vari tipi di “tessuti” e di cellule tarate dalla frequenza di risonanza dei suoi Cromosomi e che quindi ognuno di loro capta automaticamente la sua parte di frequenze della Luce, per funzionare e riprodurre la Vita organizzata per manifestare la CoScienza in un corpo, in altre parole il Pensiero/materializzato.
Questi tessuti e le cellule, vibrano bene solamente quando il terreno ovvero i liquidi su cui i vari “strati tessutali” si articolano, sono nei giusti rapporti Energetico/Termico/Nutrizionali, cioè se in essi vi sono i giusti rapporti fra le sostanze vitali ivi presenti, cioè se essi non sono intossicati.
Tutto l’organismo soggiace a questa ferrea legge della Natura: solamente i giusti rapporti Omeostatici Energetico / Termico / Nutrizionali possono mantenere o far recuperare la Salute, tutto il resto è pressappochismo ed incompetenza, perché la malattia è solo l’intossicazione Psico/fisica, lenta e progressiva, dell’organismo.
Se ogni individuo potesse mantenere per sempre tale stato di cose, ottimizzazione dei giusti ordini e valori Psico /Energetico /Termico/Nutrizionali e quindi omeostatici, non cadrebbe mai malato e non invecchierebbe, ma siccome ciò non avviene, ecco che compaiono le varie malattie e la vecchiaia, le quali null’altro sono, come dimostra anche la scienza con opportune apparecchiature, il risultato delle intossicazioni corporee negli esseri Viventi con perdita di Energia informata destrogira; la giusta conseguenza agli errori Etici e quindi sono di conseguenza la variazione dalle giuste frequenze (E-)+(E+), destrogiro-levogiro (chiralità), con la perdita di risonanza dei vari tessuti e delle cellule stesse con le Energie dell’UniVerso; esse infine si trasformano in terreni e tessuti malati, intossicati, per mezzo di una lenta o rapida necrosi.

Definizione dei termini utilizzati:
1) Energia – grandezza fisica che conferisce ad un sistema la capacità di compiere un qualsiasi “lavoro”, è essenziale per svolgere QUALSIASI tipo di attività, quindi anche corporea.
Essa è presente in forme diverse nei sistemi, e può essere trasformata da una sua forma in un’altra anche se il complesso energetico rimane costante.
Cerchiamo di spiegare in termini comprensibili anche ai medici, la parola Energia:
Quello che scorre, nell’organismo, sono i potenziali d’azione: nelle cellule e quindi anche nelle fibre nervose e muscolari, il normale gradiente ionico transmembrana (la differenza di concentrazione di alcuni atomi al di qua e al di là della membrana cellulare) esso viene “sconvolto” per una serie di fenomeni atomico molecolari ben conosciuti, e si genera una differenza di potenziale che si propaga lungo il nervo (trasmettendo l’impulso nervoso) o lungo la fibra muscolare (provocando la contrazione).
A ciò comunque devono essere “sommati” il movimento (forza=energia dinamica) degli organi, (diastola/sistola), quello delle membra (braccia/gambe e del pene con la sua erezione), quella del movimento del corpo in toto (traslazione – posizione eretta o distesa, possibilità di alzare pesi ecc.) …….tutto ciò indica e definisce il Ritmo della VITA ovvero del Movimento.

Ed infine le frequenze delle onde cerebrali ! che sono quantificabili e definibili con appositi strumenti !
Ecco l’Energia che si manifesta nella materia pensante !

2) Impedenza – in fisica è una grandezza  che permette di stabilire la relazione fra  tensione e corrente applicata in un qualsiasi circuito di corrente elettrica alternata.  Si misura in Ohm; è possibile conoscere queste grandezze anche sul corpo umano e sui suoi singoli “circuiti”.

3) Resistenza – è l’attitudine di un “conduttore” di energia a trasformarla in calore (vedi legge di Ohm – rapporto fra tensione ed intensità di corrente); è la grandezza che misura la “difficoltà ” che gli elettroni trovano a transitare in un conduttore di corrente. E’ dovuta agli urti fra gli elettroni e gli atomi del conduttore stesso.
E’ ineliminabile come sono ineliminabili gli attriti nella vita quotidiana; a causa degli urti si ha perdita di energia sotto forma di calore (effetto Joule).
Nei circuiti a corrente continua l’impedenza corrisponde alla resistenza; in quelli a corrente alternata no, dipende dagli effetti di sfasamento fra tensione corrente e l’impedenza può essere  quindi scomposta in reattanza e resistenza (misurate sempre in Ohm).
Esempio: ogni energia cinetica dovuta ad un trauma si trasforma in calore, infiammazione (resistenza) e quindi in dolore, ma in parte rimane nascosta nel midollo osseo delle ossa in vicinanza al luogo del trauma e solo le terapie della Medicina Naturale sono in grado di “far uscire”, quelle energie dal midollo osseo.

FONDAZIONE per la RICERCA delle CAUSE delle MALATTIE
La Biotron Stiftung è una fondazione  promossa dall’ Italiano Ing.  Enzo Maggiore, esperto  internazionale  in  elettrostruttura  della  materia  vivente, interpretazione segnali  elettromagnetici  ed  in  particolare  radiestesisitici.
Principale  impegno della  Fondazione è  l’offrire  sostegno,  aiuto, e  tutto  quanto  attiene  la evoluzione  della  scienza  per  la  metodologia  della   individualizzazione  e  determinazione delle  cause  scatenanti  le  infezioni  delle  malattie.

In  quest’ ottica  ha promosso e  specializzato  tecnici  in  BIORISONANZA,  realizzato  impianti  e  test  per  prontamente  individuare  i corpi di  materia  interagenti  con  la  struttura  della  massa  biochimica  umana  (quali: funghi, batteri, protozoi, stafilococchi, virus )
Tecnici  e  medici,  sulla  scorta  di  risultanze e confronti , sono  in grado  di  offrire   nuovi  orientamenti ,  proporre  nuove  considerazioni   per  approcci  complementari  nella  determinazione  ed individualizzazione  delle cause  infettive e  sorgenti di patologie   anche  complesse,  ottenendo   risultati  che  confortano  l’impegno della  Fondazione,  anche  in  discordanza  con altre scuole  di  pensiero “ufficiali”
La  Fondazione  promuove  corsi  di  specializzazione  e una  scuola  di  radiestesisti  specializzati  in diagnostica, la  raccolta  di  dati,  esperienze  e  confronti  a  livello internazionale  in  ambito  di  ciò che concerne  il miglioramento  della  conoscenza  dell’uomo della  sua  salute,  e dei  suoi  diritti  in  ambito medico-sociale.

Dal rapporto, annuale  della  Biotron  Stiftung, per l’anno 2000

…la moderna (attuale) cultura  della  salute nei paesi piu’  ricchi sembra essere divisa in due  filoni che  paiono  contrastare tra  loro.  Una parte, tende  a  portare con ogni mezzo ed impegno la  qualità della vita  ad un  livello di benessere (apparente) fisico, sociale,  psicologico mediante l’offerta delle  non poche diverse risorse  della scienza, dell’apparato mediatico, dell’industria  farmaceutica, chimica-ospedaliera  nonchè  delle  condizioni  ambientali.
Altro  filone è rappresentato da una visione  personale , che vede l’uomo accogliere  la vita quale dono ed impegno  conservativo, armonizzando la ricchezza della  salute con la cura delle malattie senza lasciarsi esasperare dalle effimere  promesse e “sicurezze” dell’ apparato economico-produttivo che  lo  vorrebbe  globalizzare e  inserire nella sua  artificiale dimensione.
( fino  a  schedarne  la  sua   appartenenza   di  soggetto malato e consumatore  obbligato  di  una  certa  pressi  terapeutica)
Sia la  “medicina  scolastica”  sia il contributo di altre scienze complementari  sono  insufficienti  al benessere  totale dell’ uomo, che è pur sempre legato ad un percorso personale proprio ed aperto alla scoperta del senso dell’esistenza, la cui soluzione ne influenza  la  personale  salute  e  comportamento  di  vita.
La richiesta per l’ottenimento della salute in via sempre piu’ pronta  immediata, e veloce , ed  alla  carta  (come ci ha abituato l’offerta del mercato dei beni  e dei  servizi) fa si che in tema di salute, si sono tralasciate  ponderate considerazioni  atte ad  individuare le cause scatenanti le varie patologie, al massimo si è puntato il dito contro sigarette, elettrosmog, emissioni di CO2 , stress , abitudini alimentari  e altre genericità  di  facile effetto mediatico.
Questa cultura ha propinato alla massa dei consumatori dei  servizi e  prodotti  per la salute, la convinzione che la medicina  ufficiale  rappresenti una  scienza esatta, facendone  poi, di  alcuni  suoi  rappresentanti  dei  “sacerdoti  massimi” .

E’ ormai noto,  riconosciuto e  scontato  a  livello  d’osservatorio  clinico-sociale  che  l’80%  delle  diagnosi  della  medicina  ufficiale  è  errato,  proprio  perchè  anche essa  si  trova  ad  operare  sulla  componente  umana, che  è  pur  sempre  un qualcosa  di  biologicamente  non  ben  definito, esplorato e  conosciuto.

La medicina scolastica  non è quindi, e non lo sara’ mai una  scienza  esatta, ma  una  scienza  empirica, costretta  a convivere, lavorare e vivere con misteri inesplorati .Solo  da una umile e non speculativa  presa  di  posizione  di questa  limitatezza  puo’ partire un proficuo  impegno per meglio  comprendere e conoscere le  fonti  scatenanti  le  alterazione  della   salute  umana.
(relatore  Ing. E. Maggiore )

Le PATOLOGIE nella metodologia BIOTRON Ing. Maggiore  (per l’ Italia: informazioni riservate al personale medico, art.6 D.L. 111 del 27.01.92)

Dalle risultanze dei  lavori promossi dalla Biotron  Siftung sarebbe emerso che la probabile eziologia  di  molte  patologie a tutt’oggi non curabili, o di origine sconosciuta sia da ricollegare  alla  presenza  nell’organismo umano di particolari batteri, virus e funghi, il piu’ delle volte non rilevabili dalle attuali indagini laboratoristiche.
A seguito di cio’ nell’approccio a molte  patologie acute e  soprattutto croniche, la  rimozione delle sorgenti infettive ha coinciso con delle  importanti  regressioni, ed  anche  casi di completa  guarigione, ribaltando  diagnosi  e terapie di  prassi  consolidate, inutili, ed il piu’ delle volte crudeli ed  inumane, con accanimenti di sola utilità economica.
In ambito della teoria della scuola di ricerca e pensiero BIOTRON, ogni  malattia è scatenata da una o piu’ componenti infettive tra  gli oltre 16.000  microrganismi  divisi  tra virus, batteri, funghi, parassiti e  streptococchi. Eliminando ogni  singola  componente   indipendentemente  dalle altre, si  arriva  alla  guarigione  della  malattia,  salvo  poi curarne, con  la  medicina  scolastica  gli  effetti  dei  danni.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

L’UTILIZZO   della BIORISONANZA  in AMBITO della SALUTE UMANA e della DIAGNOSTICA
La  Biorisonanza è lo studio e l’interpretazione  delle vibrazione emesse  dalla materia.

Questa tecnica, d’origine antica, rielaborata e ripresa da moderne strumentazioni ed utilizzata da personale esperto, permette all’operatore sanitario d’individuare le  componenti e  lo stato di molti organi, tra le decine di migliaia di virus, funghi, batteri,  parassiti, e streptococchi.

Una rapida individuazione  delle  infezioni, che in certi  casi è impossibile accertare  con  i  comuni  laboratori (si pensi ai numerosi  virus epatici, dei quali solo alcuni sono individuabili con i correnti mezzi a disposizione) permette al medico di portarsi in tempo utile nella  zona d’intervento e di  procedere  con tempestività e sicurezza.

Nel settore della  ricerca la fondazione  BIOTRON, proiettata  alla  ricerca delle sorgenti  delle  cause delle  infezioni  patologiche, ha permesso e fatto approntare STRUMENTAZIONI  ANTIVIRALI ed incoraggiato la realizzazione e la selezione di formidabili ed  unici:
Herbal Ditetary Supplementi, utilizzati in ambito del sostegno:
ANTIFUNGINEO, ANTIBIOTICO, ANTIPARASSITARIO, SCOMPOSIZIONE CALOLOSA, METABOLIZZAZIONE dei GRASSI, RIGENERAZIONE   TESSUTALE

BIOHELP (registred mark)
Strumento  elettromedicale  messo a  punto dalla  BIOTRON  Stiftung  Dott. Ing. Enzo Maggiore, specialista e docente di  elettro-struttura  della materia  vivente, controllo dei processi  biologici  di  tipo  elettro-magnetico,  biorisonanza  e  spagyria.
Esso è  realizzato  dalla  BIOSYSTEM  ltd 2001-09-02 – note sull’impiego degli  integratori alimentari  ad  azione antifunginea HDS  (Herbal Dietary Supplement) – Per l’area italiana queste note sono riservate al personale medico, Art. 6 DL 111 DEL 27.01.92)
Il  congegno è  un sofisticato  congegno  elettronico in  grado di  trasmettere messaggi  in codice che vengono recepiti  ed  eseguiti  dal  sistema  immunitario. Alcuni di  questi segnali  elettro-magnetici  stimolano la  produzione  d’immonuglobuline  specifiche  da  parte  dei  linfociti  B,  inattivando  i  virus  in circolazione, che  vengono fagocitati  dai  macrofagi: altri  informano i linfociti T-killer  a ricercare le cellule infette che vengono riconosciute da  proteine di superficie espressione  del virus che le ha infettate.

I  linfociti T-killer, riconosciuta la cellula infetta ,sparano proteine (perforine) che  a  contatto con la membrana  si  polimerizzano come doghe di una botte , realizzando un buco dal quale esce  materiale  citoplasmatico; in tal modo la cellula  infetta  si sgonfia  come un pallone  bucato e muore.
L’apparecchio è  un  piccolo  compiuter che tramite un collegamento  seriale  emette  segnali  dif-  ferenziali  in funzione  delle  variazioni dei  cicli solari giorno/notte e delle fasi  calante/crescente della  nostra  stella  vitale.  Il dispositivo  alimentato  da  una  batteria  da  9 volt  ha  la grandezza di un pacchetto di sigarette, attraverso un cinta FLAT/ CABLE invia  al corpo frequenze in codice.  La densità di potenza  dell’ energia  elettromagnetica  emessa da BIOHELP é  di due milionesimi di Watt per centimetro quadrato (cinquemila volte inferiore al limite proposto dalla commissione CEE alle esposizioni a radiazioni  elettromagnetiche non ionizzanti )
Il  dispositivo reca  il  Software di  base ed un  programma  applicativo  per l’utilizzatore, è necessario osservare  alcune  norme d’impiego
Il  congegno va  utilizzato alla  temperatura  tra  –5” ed   + 45 “,  non deve essere esposto  a  rigide  temperature o a  forti   radiazioni  solari,  posto  presso fonti  di  riscaldamento, sotto docce  o  a  contatto con sostanze  acide, alcaline  o chimiche.
Una  corretta alimentazione  elettrica  è  di  fondamentale importanza  quindi si  consiglia l’uso di  batterie di buona  qualità .La  micro batteria interna  salva  la  memoria  centrale ed  i  programmi durante il ricambio della batteria principale fino a cinque giorni. Esso è dotato di un sistema di controllo dello stato di carica  delle batteria, del  corretto  funzionamento  della cinta  segnalando la continuità dell’attività  dell’ invio dei  segnali in bassa frequenza.

Il congegno eroga  energia tra  le ore solari 10,00 e  le 18,30 e  tra le ore 22 e  le ore  6,30, nelle altre ore resta  in  stand bay.
In questo tempo puo’ essere allontanato dal  corpo e viene personalizzato per  un  determinato  utilizzatore  che ovviamente  potrà  darlo  ad altri che ne hanno bisogno  purchè  ne  sia  preventivamente  predisposto.
E’ consigliato far eseguire il previsto controllo tecnico annuale  anche senza aver notato disfunzio-ni di servizio, nonchè  a scadenza quadrimestrale far verificare al distributore  i risultati. Non  è  ancora  un   prodotto  industriale di  largo consumo e non è ancora ufficialmente  riconosciuto  come  strumento  antivirale.

L’impiego dei preparati HDS –BIOSYSTEM (Anice-Salice-Caffè-Olivo-Tartufo) a complemento dell’azione eliminativa dell’infezione funginea si  svolge nell’arco temporale di tre-quattro settimane, fino a, raddoppiare per funghi al cervello, dove, è  il solo  preparato  all’Anice, a  svolgere l’azione desiderata.
I preparati  di  sostegno antifungineo vanno  testati  nella  loro  scelta-selezione, in relazione  alla  compatibilità  con lo  stato dell’individuo  (intolleranza a qualche elemento del preparato)
La  dose va calcolata in base  al  peso e all’età.
Va  rilevata  la  circostanza  che i microrganismi  precedentemente invasi dai funghi e non ancora  smaltiti  e rinnovati,  sono  meta  preferita  dalle invasioni  di  batteri  che  il soggetto  puo’ facilmente  incontrare.  Si profila pertanto la non remota necessità che  il soggetto possa  trovarsi  in caso  di calo di stato di  benessere o di  altri stati  di  alterazione.
Per ovviare, rimuovere  ed  eliminare  questi  nuovi  agenti  infettivi,  al soggetto  va  consigliata l’assunzione  di  un apposito  praparato  scelto  tra quelli  a base  di Santoreggia-Pepe-Cannella-Curry, possibilmente  tra  quelli  calibrati e  prodotti  da Biosystem.  Questo  intervento  va   protratto  per  4/6 giorni
La  completa espulsione  e rigenerazione dei  tessuti  che  marcavano la  presenza  dei funghi si  svolge, a dipendenza della  gravità dell’invasione  in tempi   che  potrebbero  protrarsi  anche  fino a due  anni. E’ pertanto da considerare buona prassi   far mantenere il presidio  di  questi  naturali  battericidi (Santoreggia-Pepe-Cannella-Curry) per  almeno un anno.
Solo l’assunzione  del  prodotti  ALFA-ALFA riduce di  un  terzo circa i tempi di  ricostruzione degli  organi  colpiti dall’azione  infettiva  dei  funghi.
(vedi suggerimenti  per  l’ ALFA-ALFA)
Nota bene: Il prodotto va  ingerito ponendo le gocce su zolletta di zucchero, pane,biscotto o simile, non disperdendolo in bicchiere  o  cucchiaino note sull’impiego dell’ integratore  alimentare   HDS (Herbal Dietary Supplement)

ALFA-ALFA  (medicago sativa)
Questo  preparato  è  stato appositamente  studiato e selezionato, nella  sua  realizzazione, per  offrire  al sistema  immunitario il  preciso e  mirato effetto dell’’accelerazione  della  ricostruzione  delle  cellule morte  negli organi  umano o animali.
Le osservazioni fatte  hanno permesso  di  ritenere  che  la benefica azione di  questo prodotto naturale  va  ad estendersi  anche  alle  cellule celebrali.  Fino ad  oggi ritenute  irricostruibili.
Il terapeuta avrà modo di  verificare ed apprezzare questa speciale  preparazione  HDS  della Biosystem, osservando attentamente il paziente.
La  quantità, la frequenza ed il fabbisogno totale del  preparato, va calcolato dal terapeuta con le proprie  apparecchiature  di  biorisonanza  o mediante  l’apposito  test  ottenibile  presso la Biosystem.
L’assunzione  dell’ ALFA-ALFA  va  sospesa  in caso  di  presenza d’infezione  batterica,  per poi  essere  ripresa  alla  sua  avvenuta  rimozione.
Il preparato,oltre a veicolare appropriati  stimoli  agli organi da riparare, ha fatto rilevare  una inattesa  rivitalità  di   organi  celebrali  e nervosi, tanto  da  renderlo unico  per questa   destinazione.
Nota bene: Il prodotto va ingerito ponendo le gocce su zolletta di zucchero, pane, biscotto o simile, non disperdendolo in bicchiere o  cucchiaino note sull’impiego dell’ integratore  alimentare  HDS – (Herbal Dietary Supplement)

ALFA-CARRUBO
Il   preparato  è   una  felice  combinazione  dell’azione  naturale  dell’“erba  medica” e  del Carrubo  ( la  farina  di  questo  cereale  è  impiegato  quale  prodotto  base  per  l’alimentazione dell’ infanzia  )
Nella   speciale  combinazione  in  molti  individui  non  affetti  da  specifiche  patologie  ha anche il  merito di stimolare il  rinvigorimento ed un appropriato sostegno alla  crescita dei capelli  oltre  a  quello  di ricaricare  energeticamente  il soggetto.
Questo integratore,  salvo  diversa  indicazione   va  assunto  per  tre o  quattro  mesi  (giusto il  tempo per  fare le prime  osservazioni)  in  ragione  di   venti  gocce   giornaliere  (meglio se  ripartite  in  tre volte  al  giorno  dopo  i  pasti).
Al Terapeuta , rima di suggerire questo trattamento è consigliato di accertare la  non  presenza  di funghi  nel soggetto , e di non far  assumere lo stesso  in caso  d’ infezioni  batteriche.
Nota bene:
Il prodotto va  ingerito ponendo le gocce su zolletta di zucchero, pane,biscotto o simile, non disperdendolo in bicchiere o  cucchiaino note sull’impiego dell’ integratore  alimentare  HDS (Herbal Dietary Supplement)

TABACCO  Comp. 1
Si tratta di una composizione  di estratti   alcaloidi provenienti dalla  combinazione tra le piante : Nicotiana Tabacum della varietà Kentuchy e della Vinca Minor.
Il preparato è una  riedizione di una  formula già in uso in località  del  centro Italia  tra  il 1930 e 1960  ad opera di un  alchimista Umbro.
L’integratore  ha  il duplice pregio di sviluppare  l’azione naturale del metabolismo contro la  sostanza nicotaminica,  riducendo  in contemporanea  gli effetti  collaterali  della  comune tendenza  all’ aumento  di peso conseguente ad un marcato bisogno d’ingestione di  maggior   cibo che  si  manifesta nel  soggetto  che vuole disabituarsi  alla  pratica  del   fumare.
Solitamente   la   quantità   di  Tabacco  comp. 1  viene  utilizzata  dal  Terapeuta   in  ragione  di  30 gocce giornaliere  ( divise in tre  volte )  per  due  –  tre  flaconcini   per   soggetto.
Nota bene: Il prodotto va  ingerito ponendo le gocce su zolletta di zucchero,pane,biscotto o simile, non disperdendolo in bicchiere o  cucchiaino.

Liechtenstein FL 9494 Schaan –Landstrasse 151 pb 546 –  E-Mail: biostiftugn@hotmail.com

vedi:  Terapia per eliminare i Parassiti + Metodo elettronico per eliminare i Parassiti 

Ricordiamo anche che le alterazioni degli enzimi, della flora, del pH digestivo e della mucosa intestinale influenzano  la salute,  non soltanto a livello intestinale, ma anche a distanza in qualsiasi parte dell’organismo.

La BTA – Bio Blettronica – è uno strumentofra i tanti, che permette un esame completo ed esauriente di analisi su Terreno, i liquidi del corpo (sangue, urina, saliva) di un essere vivente; il Mora ed il Vega test ed altri simili, invece misurano nei punti dell’agopuntura, anche le resistenze/impedenze esistenti nel CORPO.

Se vuoi conoscere il tuo stato di Benessere e migliorarlo con queste speciali apparecchiature modernissime,  che neppure gli ospedali hanno, prenota via mail la consulenza QUI. Esso permette anche di analizzare qualsiasi prodotto esistente e la sua compatibilita’ o meno, con il soggetto analizzato….
vedi anche: Medicina Quantistica
Quindi se volete fare un Test di Bioelettronica (test di controllo del livello di Salute_benessere)….
– scrivete QUI: info@mednat.news

Recommended For You

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. - Consulente di https://pub.mednat.news/curriculum.htm + https://pattoverascienza.com  - info@mednat.news - Curatore, Tutore, Notaio, Trustee del TRUST estero: VANOLI GIOVANNI PAOLO (VANOLI G.P.) - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Difensore dei Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere