Anatomia del Miracolo – Il cervello NON è la mente

Ricordiamo le semplici modalità (leggi cosmiche) per star bene in Salute:

La Medicina Biologica o Naturale è la Scienza che procede indagando sulle Vere cause che provocano la malattia, cercando di risolverle nel miglior ed unico modo possibile e cioè, rimuovendo tutte le cause ri-trovate, senza ricorrere ad interventi cruenti o nocivi per gli stati fisiologici e psichici generali, (che invece sono sempre presenti negli “effetti collaterali” utilizzando i farmaci di sintesi (allopatici)  e soprattutto Vaccini, seguendo procedure che siano in sintonia con le “Leggi Cosmiche” dalle quali tutti i complessi biologici dipendono, per stare sempre bene o per l’eliminazione della “malattia” (in realtà solo ammalamento) e dei suoi tendenti infiniti sintomi.

Si tratta dell’applicazione, attraverso l’Educazione alla Salute, di procedimenti fisici, psicologici, l’impiego di sostanze naturali ed atossiche, atte a ripristinare le “alterazioni” Psicofisiche e le intossicazioni intervenute nello stato di malattia, in modo da recuperare la Perfetta Salute, in quanto questa è un patrimonio ed un diritto acquisito dalla nascita, da parte di tutti gli esseri viventi ma e sopra tutto dalla “forma Umana” e per mantenerla tale occorre rispettare delle regole fondamentali che si possono sintetizzare nel saper controllare ed utilizzare al meglio la propria mente ed quindi il proprio il corpo in modo che sia  mantenuto il più possibile con un pH fisiologico leggermente alcalino (pH 7,35-40) e quindi NON intossicato e/o infiammato, ed avere pensieri positivi, avendo scoperto il significato della propria esistenza sulla Terra.

La forma Umana è stata progettata per funzionare con un pH corporeo basico e con potere, ossido/riducente tendente al  neutro e come tale deve essere mantenuto per star bene e vivere il più possibile nel benEssere.

Per rimanere in quei limiti occorre che
– si respiri aria pura, la meno inquinata possibile;
–  ci si alimenti con diete idriche di acque le più pure possibili (a basso tenore di minerali residui ed a pH oltre il 7,35);
– con cibi integrali, biologici, con prevalenza di verdura e frutta CRUDE, alle volte cotte, pochissime proteine di tipo vegetale e quelle animali, a seconda del proprio grupoo sanguigno e metabolismo, preferendo carne di pesce piccolo (pochissimi molluschi, crostacei) ed alle volte di piccoli animali terrestri; mai cibarsi di quelli grandi, nemmeno se sono ancora lattanti;
– praticando ginnastiche o movimento all’aria aperta e con la pelle in contatto con il sole e l’aria (nudismo);
– riposando  (dormendo) adeguatamente;
respirando bene e profondamente;
– cercando di non crearsi degli inutili Conflitti spirituali oltre a quelli che la vita stessa propone, arrivando a pensare in positivo il più possibile in modo da digerire bene anche tutte le asperità della vita;

– fare all’Amore (Sesso) spesso e bene con il proprio partner;
– meditare, riflettere, pregare, se si è religiosi;
– ascoltare o fare musica melodiosa, ballare con musiche rilassanti o gioiose;
– giocare e passeggiare in mezzo alla Natura;
– informarsi sul senso della Vita, da dove veniamo e dove andiamo oltre a riscoprire chi siamo
– e imparare a conoscere l’UniVerso e l’Infinità anche in noi stessi.

Tutte queste tecniche, sono medicine gratuite che vanno utilizzate il più possibile per mantenersi in Perfetta Salute.

Fin dall’antichità in ogni religione del mondo si è parlato della stretta interconnessione fra corpo e Spirito per essere un’anima Vivente che goda della vita; un corpo sano produce un’anima (mente e Spirito) felice e serena e questa rende sempre più sano il corpo.

Oggi alla luce dei vari studi compiuti nei vari campi della medicina in generale si è constatata la veridicità di queste antiche affermazioni; più di tutto può l’essere stesso come entità spirituale; egli può esercitare un’energia potente e totale, nel senso del benessere o nel senso del malessere.

Ogni sintomo dell’unica malattia è attivata dall’essere stesso (consciamente od inconsciamente, anche attraverso i geni del DNA/Rna) perché attraverso la sofferenza ottenuta e vissuta egli possa imparare a conoscere i propri errori e quindi vi ponga rimedio attraverso la via della redenzione dal male.

“IO SONO la VIA, la VERITA’ e la VITA”, ci riferiscono anche i vangeli; in effetti l’IO SONO (Iod-Hé-Wau-Hé) della persona stessa è la soluzione ai problemi dell’essere stesso.

Solo l’Ego/IO (ovvero l’essere stesso) è in grado di auto guarirsi da ogni problema, purché lo voglia con tutte le sue forze e quindi ponga in atto tutte le azioni possibili per uscire dal dolore della sofferenza, ricercando, studiando e praticando tutte le leggi naturali dello stare bene e dell’eliminazione dell’intossicazione, infiammazione, basi fisiologiche della malattia..

Anche quando una persona ha un incidente (trauma) qualsiasi, è perché egli inconsciamente doveva essere là in quel momento, magari con disattenzione a ciò che avveniva in quel momento, per ottenere quell’esperienza di vita, questo per imparare qualche cosa di ordine spirituale, la sua disarmonia rispetto alle Leggi che regolano la Manifestazione del Creato.

La Riflessione, la Meditazione, la Preghiera, cioè l’Amore per la Verità, per la ConoScienza che porta all’Azione, portano al vero Amore di Se stessi (il giusto vero egoismo, non l’egocentrismo) e di tutta la Manifestazione, pertanto questa è l’UNICA strada per stare BENE senza malattia per tutta la vita o recuperare la salute quando questa è compromessa.

I meccanismi che determinano queste azioni di benessere sono ormai noti anche alla scienza medica ufficiale; le interazioni fra Spirito=Pensiero, mente/organo, cervello, sistema nervoso, sistema immunitario sono state scoperte e confermate anche per mezzo della scienza medica moderna che studia le correlazioni fra i vari sistemi:
Psico, Neuro, GastroIntestinal, Endocrino, Immunologico.
Dalla psiconeuro-endocrino-immunologia alla psiconeuro-endocrino-connettivo-immunologia
By Giovanni Chetta – giovannichetta.it
– vedi: BioElettronica

Ciò significa che, pensieri armonici ed ottimisti determinano nel cervello di sopra, nella testa ed in quello di sotto nell’in-Test-ino, cervello enterico (o di sotto), che inviano impulsi neuronici alle ghiandole endocrine attivando la produzione di endorfine, riducendo l’emissione di adrenalina, noroadrenalina ed ormoni dello stress; accresce la reattività del sistema immunitario e quindi quella del corpo intero a reagire alle situazioni di malessere.

Il battito cardiaco si normalizza e si armonizza con il battito dell’UniVerso; i cromosomi del DNA contenuto nelle cellule del cuore, sono le antenne che ricevono la frequenza armonica adatta a fornire il giusto ritmo per la frequenza cardiaca, per mezzo delle contrazioni ed espansioni della “molla od antenna” che è il cromosoma stesso.

Con pensieri di Armonia ed una vita in Coerenza con le sacre Leggi della Natura, viene stimolato il metabolismo sistemico, quindi la Nutrizione cellulare (che non è l’alimentazione) avviene in modo migliore rispetto a quando non si agisce in armonia con Se stessi e con la Manifestazione del Creato.

QUINDI, l’Anatomia del “Miracolo” avviene così:
– pensieri positivi, di piacere, eccelsi, gioiosi, gaudenti, di godimento, estasi, rilassamento, meditazione, ecc. anche se indotte da terzi, attivano sempre la ghiandola detta Amigdala che assieme al Talamo ed all’Ipotalamo, fanno parte del sistema limbico, quello che soprassiede alle emozioni, al piacere ed alle principali funzioni fisiologiche: battito cardiaco, circolazione sanguigna, linfatica e nervosa;
l’Amigdala così attivata agisce anche sul sistema vegetativo il quale agisce direttamente ed in maniera positiva sui vari organi del corpo; sollecitando il Talamo ed il Timo si attivano le difese immunitarie rendendole sempre vigili ed attive, inducendo particolarmente la produzione dei Linfociti T, quindi rafforzando il sistema immunitario; inoltre la meditazione ed il rilassamento fanno diminuire la pressione sanguigna; così scendono anche i livelli dei corticosteroidi, gli ormoni dello stress, diminuendo pressione e battito cardiaco, aumentano le quantità di endorfine e metaencefaline (sostanze oppioidi) regolate dal cervello e prodotte dalle surrenali, dando sensazione di benessere e modulando la risposta immunitaria in modo positivo.

Le emozioni che fanno parte del “corpo emozionale od astrale” sono più efficaci di qualsiasi prodotto fisico per la salute dell’essere. Le lacrime ad esempio liberano dalle tossine, le risate fatte con passione aumentano le difese immunitarie e combattono anche il dolore. La rabbia esternata neutralizza lo stress continuo.

Ciò significa che ogni stato d’animo modifica l’organismo, quindi ridere, piangere, arrabbiarsi, oppure no, cioè trattenersi senza sfogarsi, nella gioia o nel dolore, modificano profondamente organi e sistemi importanti e quindi la salute dell’essere.

Ridere molto ed uno scoppio di ilarità, aiuta al funzionalità dei polmoni, il ritmo respiratorio e la quantità di ossigeno che vi arriva, aumenta anche il battito cardiaco, abbassa la pressione ed attiva la circolazione, quindi l’allegria e l’ottimismo aumentano le difese immunitarie. Una risata stimola la produzione di beta endorfine che sono sostanze benefiche che aumentano anche la resistenza al dolore.

Attiva anche tutta la muscolatura e non solo quella del viso, interrompe in certi casi gli spasmi muscolari di certe malattie. Stanno nascendo scuole per insegnare a ridere bene e spesso e ciò anche per gli operatori sanitari (cittadini, medici, infermieri, tecnici) che lavorano nelle strutture ospedaliere, affinché riescano a coinvolgere anche i degenti.

Piangere in seguito ad una emozione, cioè non meccanicamente, lubrifica si gli occhi ma elimina anche le tossine accumulate. Non piangere provoca facilmente mali di testa.

Esprimere sentimenti di rabbia, evita lo stato di depressione che abbassa sempre le difese immunitarie; reprimere troppo la rabbia e lo stress causa contrazioni muscolari che si accumulano nella parte alta della schiena e sul collo e quindi sulla cervicale, generando variazioni di postura e quindi dolori alla schiena.

La sede delle emozioni si trova nel sistema limbico, cioè nel cervello di sopra ed in quello di sotto (SNE) Sistema Nervoso Enterico, ecco perché ogni emozione investe anche l’intestino in modo molto forte.
Ecco come si dimostra l’assioma  che ogni malattia è Psicosomatica e quindi Somato-psichica.

Uno studio dell’Università statale dell’Ohio (USA) conferma che vi è uno stretto legame fra emozioni negative e malattie.
Più che essere positivi, cioè ottimisti, occorre assolutamente NON essere pessimisti; questo è il succo del discorso confortato da questi studi.

La VERA medicina deve essere olistica, totale e permettere all’essere di esprimere tutte le sua potenzialità verso la salute e l’autoguarigione.
Studio finlandese rivela come le Emozioni si manifestano nel corpo modificandolo
La malattia (in realtà solo ammalamento con tendenti infiniti sintomi), come abbiamo già più volte affermato, è la conseguenza dei Conflitti Spirituali che “scendono dal cielo dello Spirito” nella ”terra fisiologica” e quando trovano il Terreno, Matrice adatta (vedi Bio elettronica), proliferano generando il corpo del Conflitto, la malattia, ovvero l’azione del male, cioè il corpo dell’ignoranza.
Ciò significa che ogni Conflitto irrisolto quindi, tende a scendere nel corpo fisico ed a fissarsi nell’organo bersaglio collegato all’archetipo conflittuale.

Gli errori Spirituali fanno compiere al soggetto azioni sbagliate che alterano SEMPRE l’autoregolazione ormonale ed il potere acido/basico (pH) ossido/riducente (rH) e quello dielettrico (rò) di tessuti e cellule, quindi i processi omeostatici si alterano e anche la Termica corporea, producendo moria della flora batterica intestinale, alterazioni Nutrizionali e quindi intossicazione di tutti i liquidi corporei, il Terreno, generando l’infiammazione dei tessuti.

Occorre quindi invertire la rotta e comportarsi in sintonia con le Leggi della Natura in modo che lo Spirito, l’in-form-azione, il verbo, scenda nella terra, la carne, cioè il terreno fisiologico del proprio corpo (“lo spirito che aleggia sulle acque”) e crei il corpo della propria essenza: la Giustizia = Salute (azione del bene) – l’ingiustizia = malattia (azione del male).

Ecco come “il verbo si fa carne” (citazione dei vangeli), ovvero come il “miracolo della Natura” si compie dall’i-dea (il “dio“) alla fisicità, all’oggetto (corpo sano) del desiderio ideato !

Tutti coloro che impareranno a percorrere questa strada saranno redenti o salvati dal male, cioè guariranno dalle loro malattie perché inizieranno a comportarsi in armonia con la Manifestazione del Creato.

E’ la FEDE (Fiducia in sé, che inizia con la fiducia nelle parole di chi insegna quei principi, per arrivare alla fiducia-fede in se stessi e nelle proprie capacita’ alla soluzione dei problemi ed alla fede fiducia in quello che si vuole fare) che “salva” il malato, cioè è la “carica spirituale” verso un obbiettivo, che è una ricarica continua di energia Psico/fisica, che permette di mantenere la salute o recuperarla nel caso di malattia, ma occorre che questa Fede/fiducia sia resa fertile attraverso le opere, cioè con azioni atte a rendersi armonici con la Manifestazione, l’UniVerso e l’InFinito.

Il profondo desiderio di ritrovare l’Armonia perduta, porterà il soggetto a riparare il male provocato a Se stesso o agli altri, rimettendosi ad osservare le Leggi della manifestazione, quindi ad auto perdonarsi ed al saper perdonare a coloro che gli chiedono perdono, cioè a perdonare coloro che si mettono ad osservare le Leggi del Creato, quindi a guarire completamente dal proprio o ad aiutare gli altri ad uscire dalle situazioni di malessere.

Questo è l’UNICO e vero MIRACOLO (vedi dizionario: peculiarità che induce meraviglia o stupore; derivante da vedere, ammirare un oracolo, una parola che diviene azione) che si compie ogni qual volta che un essere guarisce da sé, riordinando la sua vita perché sia in sintonia con se stesso, gli altri, la Natura e l’UniVerso, altri miracoli NON ve ne sono; quelli che i religiosi sopra tutto cristiani, chiamano miracoli, sono fatti “strani” da loro non spiegati, perché essi non conoscono le Leggi della Natura e quindi strumentalizzati per ottenere psico dipendenza dalle loro idee, quindi questi “atti” sono illusori ed inutili se non sono rivolti al bene fisico/spirituale delle persone.

Ecco come la Medicina Biologico Naturale intende porsi ad ogni lettore; desideriamo da voi attenta riflessione sulle meraviglie della Vera Medicina Spirituale; scopo di questo trattato è insegnare a recuperare questa UNICA e Splendida strada.

vedi anche: Senso di Colpa + INFORMAZIONE, CAMPO UNIVERSALE e SOSTANZA – Campi MORFOGENETICI  + PsicoNeuroEndocrinoImmunologia + Universo Intelligente + Universo Elettrico + SOVRANITA’ INDIVIDUALE

——————————————————————————————————————————–

Il cervello NON è la Mente…..
Gentili colleghi, sono un medico, da anni impegnato in un alternativo fronte di ricerca in Psicosomatica.
Mi ritrovai calato, dal 1986, per un fatale gioco del destino, in un sentiero di ricerca inusuale, dove non si partiva più dalla sperimentazione empirica, ma da una preliminare esplorazione di coscienza, favorente l’intuizione e la percezione sensitiva diretta dei fenomeni, per passare dopo alla loro sperimentazione empirica.
Una inversione metodologica, questa, dalla portata dirompente: potetti scavalcare il muro del razionalismo e delle sue trappole, e passare dall’altra parte della barricata, ove avevo accesso ad un territorio di dimensioni parallele, sovra-razionali. Mi accorsi presto che quelle dimensioni non ci sono affatto avulse, e che anzi ci compenetrano, l’una dentro l’altra, interagendo tra loro, ed avendo ciascuna una sua natura ed una sua specifica funzione.
Capii che parlare di Psiche non è più parlare del cervello, ma di un ente inconscio e immateriale vero e proprio, parallelo al corpo fisico, con una sua intelligenza, una sua volontà ed una sua natura vibratoria, un campo d’energia insomma e di coscienza al tempo stesso, che interagisce con la sfera cerebrale giusto in attinenza all’area genetica, alla memoria ed al pensiero razionale.
Le emozioni nascono da tale dimensione, non hanno luogo fisico di origine: sono impulsi di energia, che il cervello registra in ultimo come impulsi elettrici (area limbica).
Si tratta di campi di energia, a frequenza molto bassa quando siamo di fronte ad emozioni distruttive (rabbia, odio, paura, ecc.), frequenza più alta di fronte ad emozioni positive (gioia, entusiasmo, fiducia, ecc.).
Queste proiezioni psichiche sono amplificazioni di energia-pensiero che si realizzano con la collaborazione del cervello (memorie, imprinting traumatici, educativi, familiari, sociali, ideologie, credenze varie e sistemi di convinzioni): v’è una interpretazione completamente soggettiva di uno stimolo esistenziale in ingresso (evento, contesto esistenziale, situazione-prova, ecc.), con amplificazioni di energia che, se di natura disturbante, e se reiterate nel tempo (situazione di stress), danno vita ad accumuli abnormi di cariche di tipo distruttivo. Tali importi finiscono con lo scaricarsi allora su di un organo bersaglio, generalmente designato dalla genetica. Qualche volta la somatizzazione segue piuttosto la via del simbolismo (significato inconscio della prova esistenziale).

Mi resi conto poi, anche grazie alla mia concomitante pratica di medico (a quel tempo ero medico di famiglia), che la vera origine della patologia medica è da ricondursi in larga parte ad una disarmonia profonda, assai frequente nella gente, vista la difficoltà di mantenere equilibri psichici perfetti in una vita così piena di stimoli stressanti, e che è erroneo ritenere che agenti fisici, chimici o microbiologici ne possano essere la causa prima.
Qui entra in ballo la nostra Forza Vitale, una riserva di energia che ci proviene da un’altra dimensione parallela. La Forza Vitale è quella che ci mantiene in vita, ed è quella che alimenta tutti i processi metabolici e biomolecolari. L’energia derivante dalla combustione delle sostanze (vedi ATP) rientra nei fabbisogni interni della cellula, ma non è ciò che la mantiene in vita, né ciò che possa rianimarla. Il potere della vita è nella Forza Vitale. Quando una forte carica stressante (campo autodistruttivo psichico) si accumula in un organo, finisce col devitalizzarlo, con l’impedire cioè alla Forza Vitale di affluirvi. In questo sta il “male”. Nell’area devitalizzata si abbassa l’immunità locale, per cui fattori di passaggio quali agenti microbici, tossici o radioattivi trovano terreno fertile per attecchire e recare danno.
La vera causa di una tale disarmonia profonda, nell’uomo, è nel “conflitto”.
V’è uno scontro interno alla persona che sta portando ad interpretare una data situazione esistenziale in modo distruttivo, ed a reagirvi amplificando “stress” (campo autodistruttivo).
Il conflitto, come la sofferenza umana tutta, è istigato da una Forza Distruttiva insita nella natura psichica, non dissimile da quella che può esservi in un buco nero, e che pesca da qualunque fattore cerebrale che possa portare a reazione emozionale distruttiva (psicologico, genetico).

Compresi ad un tratto come l’azione medica possa essere rivisitata, da correzione biologica (presidi terapeutici chimici e fisici) in correzione vitale (ribaltamento del campo autodistruttivo in vitale). Ebbi accesso allora ad uno speciale addestramento mentale, ove generavo campi di alta frequenza e li proiettavo sul mio stesso corpo (autoguarigione).
Nel prosieguo imparai a proiettarli anche su paziente, considerando il suo corpo come una sorta di estensione del mio stesso corpo. E vidi che la cosa funzionava. Con la mente generavo Forza Vitale dunque, e la rivitalizzazione d’organo è certamente il primo e basilare passo verso una possibile totale guarigione.

Negli anni duemila mi ritrovai poi a gestire mentalmente gruppi di una ventina di persone (che guidavo). Fu lì che realizzai una espansione del mio potenziale quantico mentale a dir poco impressionante.
Arguii allora di poter incanalare tali potenziali anche in favore di un singolo paziente, nella terapia medica individuale. Avendo guadagnato io l’accesso ad una dimensione mentale super-conscia, assimilabile forse ad una quinta dimensione, potevo generare ora da tale postazione impulsi mentali consoni a quella natura, ed incanalarli fattivamente nel paziente, fornendogli chiavi operative superiori del corpo e della mente.
Se tu guardi la realtà dalla terza dimensione, vi vedi solo forze fisiche e chimiche. Non avrai altro nelle mani dunque con cui muoverti.
Se tu la guardi dalla quarta dimensione, vi vedrai forze psichiche e vitali. Potrai allora muoverti con esse, con un’efficacia differente. Ma se tu guardi la realtà da una quinta dimensione, vedrai solo forze quantiche, libere, toti-potenti. Non vedrai più i limiti fisici e biologici della terza dimensione. Da una tale postazione puoi dunque anche violare le leggi fisiche e biologiche, poiché lì non vi sono tali limiti.
Il biologico lo riassorbi in tale superiore sfera, e lo rivisiti come toti-potente. Non vi sarà un limite allora a ciò che tu possa trasmettere al paziente, come a ciò che egli stesso possa fare, grazie al tuo superiore apporto di energia (campo quantico mentale) ed alla tua stimolazione (informazione).
Il “miracolo”, a quelle latitudini, è la “normalità”. Decade qui il concetto di “male incurabile”, o di un corpo non modificabile, o definitivamente condannato. E’ una questione di ottica qui. Sei davanti ad una forza che crea e che trasforma, e che reinforma la tua stessa biologia.
Puoi definirla il “divino” se ti piace, ma io preferisco mantenermi nel territorio della Scienza, e parlare di Conoscenza. A quel livello il DNA lo reinformi facilmente, persino una cellula comunemente considerata non replicabile (vedi neurone) può tornare a replicarsi. O crei (apri) nuove vie nervose alternative, che ti fanno tornare a muovere un arto prima paralitico. Un occhio che prima non vedeva ora torna fatalmente a vedere.

Il fatto che certe dimensioni parallele vibrino su livelli di frequenza troppo alti per i nostri attuali strumenti della fisica, non vuol dire che esse non esistano.
Sono dimensioni di Coscienza quelle, non più fisiche. Ecco perché una Coscienza che si sia evoluta quanto basta può riuscire a percepirle, là dove la Fisica ancora fa fatica. Né le puoi mettere in formule, come pretenderebbero gli amanti delle equazioni matematiche.
Dai quanti fisici qui si passa ai “quanti mentali”, e poi al puro regno della Coscienza. Un essere umano più evoluto chiude gli occhi ed è già lì. E’ la lezione che in fondo hanno sempre cercato di portarci tutti i grandi maestri della storia: tutto ciò che è materiale, in realtà, ha natura profondamente coscienziale.
La Fisica Quantistica vi si sta gradualmente avvicinando, ma fatica, non ultimo per la grave resistenza offerta dall’attuale sistema culturale, che non ama troppo che si parli di Coscienza. Ciò che è materiale difatti lo smonti, lo riproduci, lo commerci, lo insegni, o proprio lo imponi.
Ciò che è coscienziale, invece, suona troppo di “legge morale”, e questo piace meno a chi ami concepire un mondo a proprio uso e consumo, trasgressivo, anarchico, o proprio tecnocratico e dispotico.

Sento il dovere di dare un messaggio di Verità, ma anche di speranza, in un mondo gravemente offeso da una deriva culturale distruttiva.
No, la Mente non è identificabile nel cervello. E’ un campo di altissima frequenza, che vibra in quinta dimensione. Perché questa deificazione del cervello? Perché voler fare del servo (mente corporea) il padrone (Mente Cosmica)? E perché poi voler forzare tutto nei confini del materialismo? La stessa Psiconeuroendocrinologia è una disciplina del biologico.
Ma il biologico è solo la punta dell’iceberg in noi.
Vi sono fior di cattedre che fioriscono sulle ceneri di discipline morte ancor prima di nascere. Ma ogni piccolo uomo vuol tenersi stretto il proprio orto di riconoscimenti pubblici, di onorificenze, di poltrone e di guadagni. Lui per intanto ci sguazza.
Ai progressi veri della Scienza e della Verità, ci penserà certamente qualcun altro tanto, prima o poi! Ma a te, grande luminare, appena reduce da un fantastico simposio internazionale, che ti ha riservato applausi e primi piani tv, bussa alla porta intanto un povero paziente, che a gran fatica ha rimediato i soldi per avere un tuo consulto. La sua situazione è disperata, e lui vede in te la sua ultima spiaggia. Lo visiti, e rimani presto disarmato. Gli rifili il tuo bravo “protocollo terapeutico” e…il caso è chiuso !
La tua coscienza è salva! La tua tanto venerata arte non riesce a far di più.
Ed il paziente ? Chi lo salva ? Alla fine si dirà che “tanto sarebbe morto comunque !”….
By dr. Carlo Mele
Email:   dottor-carlo-mele@libero.it – Per contatti: Whatsapp: 347 427 3220  – cell: 349 529 2775

Recommended For You

About the Author: Administrator

Esperto per la Vera scienza, conoscenza, filosofo della vita eterna, esperto in Medicine Naturali, Scienza della Nutrizione, Bioelettronica e Naturopatia. - Consulente di https://mednat.news/curriculum.htm + https://pattoverascienza.com - info@mednat.news - Curatore, Tutore, Notaio, Trustee del TRUST estero: VANOLI GIOVANNI PAOLO (G.P.) - Human Rights Defender ONU/A/RES/53/144 1999 - Difensore dei Diritti dei Batteri e Virus, cioè della Vita/Natura in genere

Lascia un commento